Tu non esisti!

Inizio con questo gioco di parole perché voglio introdurti alcuni concetti che poi assieme andremo a sviluppare.
Anzitutto come già saprai siamo dotati di una parte conscia ed una parte inconscia, il “non” per il conscio ha un valore di negazione, mentre per la parte inconscia non ha valore, ricordati quindi d’ora in avanti di pensare a quello che dirai, a quello che penserai, le parole hanno più peso di quanto tu possa immaginare.
In pratica per l’inconscio la frase “tu non esisti!” si traduce automaticamente in “tu esisti!”. In secondo luogo il tempo è una pura creazione mentale, e così lo spazio. L’esistere non è altro che un “essere” allo stato attuale nel presente senza un passato e senza un futuro. Le affermazioni che tu fai ogni giorno, come ti ho già dianzi detto, hanno una forza immensa in quanto fanno leva su questi due aspetti: tempo e spazio.
D’ora in avanti non pensare più al tempo come ad una linea orizzontale, ma ad un punto li di fronte a te.

punto

Il concetto di tempo è sempre stato visto come un fluire inevitabile di episodi concatenati l’uno all’altro e la storia è sempre stata la scienza che più di tutte ha descritto tali episodi facendo uso della tecnica praticamente più facile, ossia la tecnica del “viaggio temporale”. In pratica ha cercato sempre di descrivere gli avvenimenti in modo “veritiero”, descrivendone i personaggi, i colori, le emozioni. Ha sempre dato istruzioni interessanti da un punto di vista intellettuale ed anche pratico, ma non è mai riuscita a definire la “realtà” delle cose nel senso veramente olistico del termine.

Perché? Perché l’essere umano non ha raggiunto fino ad ora un livello energetico sufficientemente elevato. Ora siamo entrati in una nuova fase e ci stiamo avvicinando ad una vera e propria esplosione energetica tale da mettere in discussione la storia stessa.
Come?
Rivisitandola completamente, ridiscutendo non tanto gli episodi in se, ma il concetto di storia in quanto tale, gli stessi strumenti che la storia adotta. Non mi voglio limitare alla semplice rivisitazione della storia guardando a come quasi tutti i personaggi più conosciuti
abbiano fatto uso delle energie sottili per raggiungere i loro obiettivi, ma alla storia come “inesistente”. Mi correggo, la storia non è mai realmente esistita, viene semplicemente immaginata come il vaso di fiori che forse hai li fuori sul davanzale.

Ti faccio un esempio: la caduta delle Torri Gemelle. E’ realmente accaduto?
E se ti dicessi che è accaduto nella “tua” testa, ma in realtà non è altro che una traduzione energetica di vibrazioni di luce ipotetica…
In pratica se la storia non esiste, ma semplicemente viviamo il “qui ed ora”, come può essere esistita la caduta delle Torri? Questo concetto di esistere e non esistere necessita di una base teoricopratica che nel corso del libro ti cercherò di spiegare, per ora ti chiedo di accettare quanto da me scritto.

Tu non sei obbligato a continuare la lettura di questo libro, sappi però che se continui significa che sei pronto ad entrare nella nuova vibrazione, se non continui qualcosa in te a livello inconscio ti impedisce questo balzo perché hai la necessità di toccare altri punti che ancora non hai affrontato nella tua vita.
D’ora in avanti quando parlerò di tempo in senso lineare lo farò perché ho bisogno di avere uno strumento di facile comprensione che mi permetta di comunicare con te e tu di conseguenza di capire quanto ti dico. Sembra banale quanto ti ho appena scritto, ma ho la necessità di dirtelo per una questione di ordine psicologico.

Tratto da LIBRO_CRYSTAL_ENERGY_
Clicca qui per scaricare il libro in Formato_PDF_