JUNG, HILLMAN E L’AMORE

"Dell’amore sono proprie la profondità e la fedeltà del sentimento, senza le quali non di amore si tratta, ma di puro capriccio. Il vero amore stringerà sempre legami duraturi e responsabili. Gli è necessaria la libertà solo per la scelta, ma non per la realizzazione....

IMMIGRATI E SCHIAVI…

"Longhissima via" dicevano gli alchimisti. Un tempo gli immigrati venivano "deportati" come schiavi, esattamente come oggi vengono più generosamente "importate" (o esportate) le merci. Ciò che è interessante è che quella schiavitù, poi affrancatasi, contribuì a generare in Occidente, oltre alle comprensibili contaminazioni e compenetrazioni...

MNEMOSINE, ARGO, ULISSE E MEDEA, STRANE STORIE DI VIAGGI E TRADIMENTI

La nonna di Orfeo, e Orfeo che sale sulla nave Argo, che poi sarebbe anche il cane di Ulisse… che torna a casa dopo vent’anni ma lui riconosce il padrone… come tornerà a casa anche l’Argonauta Giasone, che poi tradirà la moglie straniera… come i...

LA VANA FUGA DAGLI DEI

Partendo dall'affermazione di Jung: “Gli dei sono diventati malattie”, Hillman ne "La vana fuga dagli dei" parla del concetto di patologizzazione, quale autonoma capacità della psiche di creare malattia, stati morbosi, anormalità e sofferenza negli esseri umani. Questi stati possono evidenziare, attraverso la fantasia, l'immaginazione, i...

Jung, Leonardo e le immagini dell’inconscio

Leonardo suggeriva agli artisti del suo tempo di guardare le macchie sui muri, le venature dei marmi, le nuvole, la cenere, per scorgervi paesaggi ed animali, cose inusitate e mostruose, com’era solito fare lui stesso, abbandonandosi alla potenza evocatrice delle “cose confuse”, perché “nelle cose...