RIVOLUZIONE PERSONALE

troppa_televisione

Il genere più importante di libertà è di essere ciò che si è davvero. Si baratta la propria libertà per un ruolo. Si barattano i propri sensi per un atto. Si svende la propria capacità di sentire, e in cambio si indossa una maschera.

La gente è terrorizzata dall’idea di essere libera, loro stessi serrano le loro catene, combattono chiunque cerchi di spezzarle. Amano le proprie catene. Si dimenticano chi sono in realtà. E se cerchi di ricordarglielo, per questo loro ti odiano, si sentono come se tu stessi cercando di carpirgli le loro proprietà più preziose.

Sono ipnotizzati dalla televisione; la televisione è un invisibile velo che protegge dalla mera realtà. La gente si riunisce a grappoli davanti alla televisione, a vedere telenovela, film, commedie, idoli pop, e sperimenta selvagge emozioni attraverso dei simboli. Ma nella realtà della loro vita, essi sono emozionalmente morti.

Il male della cultura del nostro secolo è l’incapacità di sentire la propria realtà. Non potrà esserci alcuna rivoluzione di massa fino a che non ci sarà una rivoluzione personale, a livello individuale. Prima deve avvenire all’interno.”

Jim Morrison