Punti di vista,famosi, sui viaggi astrali…

Sono molte le modalità di Risveglio interiore, diverse da persona a persona, la più diretta, ed anche schockante per molti versi, è la bilocazione astrale. Al contrario di ciò che molti pensano, la bilocazione astrale non è un fenomeno raro ma un fenomeno a cui tutti possono pervenire. La vera barriera da superare consiste nel muro creato dal nostro io, nella paura di morire nell’esperienza di bilocazione, di non poter più tornare nel nostro corpo. Citiamo alcune osservazioni di Maestri contemporanei.

 

Si può penetrare nel mondo spirituale attraverso varie vie, e la meditazione è una di queste. Meditare presuppone però una preparazione; chi si predispone a meditare senza aver acquisito una certa disciplina interiore, vale a dire il controllo dei pensieri, dei sentimenti e dei desideri, comincia a vagare nelle
regioni inferiori del piano astrale. Là, smuove al suo passaggio strati oscuri di vario genere, popolati da entità spesso ostili agli esseri umani, e ciò che egli allora vive si chiama delirio,fantasmagoria, e non meditazione.
Prima di praticare la meditazione, bisogna quindi cominciare col mettere ordine nel proprio essere psichico, altrimenti, persino questo esercizio talmente utile e salutare può diventare molto pericoloso.” Omraam Mikhaël Aïvanov

 

 

 

Esistono due modi per sperimentare la cima del monte Everest. Il primo è immaginare di essere arrivati in cima e stare però sdraiati nel proprio letto… il secondo è scalare letteralmente la vetta: quel procedere opererà in te un cambiamento. Con i sogni non si arriva da nessuna parte…”. Osho.

 

 

 

 

 

 

 

Daniel Meurois e Anne Givaudan affermano di praticare viaggi astrali da circa 20 anni, dando una testimonianza interessante sulle loro ricerche in campo spirituale. Il loro libro “Racconti di un viaggiatore astrale” è stato il mio primo libro sull’argomento dopo una mia esperienza spontanea di uscita dal corpo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I viaggi astrali si realizzano quando la nostra coscienza abbandona temporaneamente il nostro corpo fisico e entra in contatto con il proprio sé più autentico.
Sono esperienze che accadono naturalmente e che cambiano il modo in cui percepiamo noi stessi e la nostra esistenza: infatti viaggiando fuori dalle restrizioni corporee si possono superare tante paure e guarire molti disturbi e patologie.
William Buhlman