PREGHIERA PER PACHAMAMA di Marina Iuele

PREGHIERA PER PACHAMAMA

Dacci il cuore per comprendere
che noi sulla tua terra siamo solo ospiti,
e come ospiti dovremmo rivolgerci a te
con gratitudine e cortesia.

Gentilmente e con rispetto
dovremmo muoverci su di te, rispettando tutta la vita
che da te scaturisce.

Dacci gli occhi per vedere
quanta Bellezza ci doni…
e lodare fiumi e mari e boschi e monti.

Dacci l’intelletto per comprendere
che i fiori dei boschi, gli uccelli nelle foreste, i pesci nei mari…
hanno lo stesso nostro diritto di vivere
e di godere della tua Bellezza, aiutaci a rispettarli.

Dacci il tuo perdono…
per averti usurpata, sporcata, inquinata…
e nonostante tutto questo ricevuto il tuo Amore.

Perché tu non hai mai smesso, Madre,
di  nutrirci, proteggerci, accoglierci…
malgrado la nostra arroganza e la nostra cecità.

Aiutaci a fermarci, Madre.

Aiutaci a lasciare ai nostri figli
non denari, non potere…
ma ossigeno da respirare e acqua da bere.

E per averci aspettati fin qui, Madre paziente,

GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE.

Questa preghiera è tratta dall’ultimo libro di Marina Iuele che gentilmente ci ha concesso la pubblicazione.

13 STORIE DAGLI ANTICHI IMPERI

Questo libro raccoglie 13 storie, la cui struttura è molto simile alla fiaba o alla favola, prese da alcune fra le più popolari leggende riferite ai popoli Incas, Aztechi e Maya.
Tali storie sono attinte in parte dalla tradizione orale (ancor oggi viva presso i nativi) e in parte dal libro considerato sacro dai Maya: il Popol Vuh, una specie di Bibbia.
La scelta del  numero 13 non è casuale, ma è dettata dal desiderio di onorare lo Tzolkin, ovvero il calendario delle 13 lune, che era lo strumento con cui veniva computato il tempo un po’ in tutta la Mesoamerica.

In coerenza con tutta la Collana “Storie d’Altrove”, di cui il libro è la quarta pietra, ciò che è per me prioritario, nello scrivere è estrapolare gli antichi insegnamenti di saggezza che sono propri di quel popolo, di quella filosofia, ed esplicitarli. Per questo, in questo come negli altri libri che lo hanno preceduto, tali insegnamenti sono scritti in grassetto, evidenziati in modo che chi legge li individui facilmente. E siccome chi legge sono spesso i bambini, anche da soli, i miei libri sono scritti in modo che anche i bimbi possano leggerli in autonomia e capire quali sono le cose più importanti.

In realtà i miei non sono libri SOLO per bambinima libri che vanno a nutrire il bambino che è sempre vivo dentro di noi adulti e a cui non pensiamo spesso, direi quasi mai.

Tornando a 13 STORIE DAGLI ANTICHI IMPERI

dico che oltre che esserci bellissime storie d’amore, di coraggio, di amore verso Pachamama (Madre Terra), un elemento che io ho trovato molto interessante è che ci sono storie di ADOZIONE e ne ho riportata una appartenente alla società azteca e una alla maya e di storie di AMORI FRA ESSERI CONSIDERATI DIVERSI.

Questi due temi,  molto attuali e spesso “scottanti” nella nostra società, ho scoperto esser presenti anche in tempi molto antichi e presso popoli che geograficamente non sono mai venuti in contatto con noi, anche se da noi europei  sono poi stati contaminati. Ho trovato molto interessante riportare queste storie, che ci dimostrano che probabilmente, a qualunque latitudine od epoca storica, l’essere umano si confronta con i suoi propri limiti.

Ci sono anche storie che, con mio grande stupore, ho scoperto e che pensavo riguardassero SOLO altre culture, peraltro sviluppatesi dall’altra parte del globo. Parlo ad esempio della storia sul diluvio universale. C’è un racconto di questo evento anche nelle rispettive tre culture di cui ho scritto in questo libro.

Ma la storia che forse io amo di più è in realtà una favola, appartenente alla tradizione maya e che si intitola

IL SAGGIO RE ROSPO

Questa storia parla di monarchi che si contendono il potere su dei territori, parla di un serpente che invidia il regno che Natura ha assegnato al suo “vicino di casa”, il re rospo. Parla di un essere che più che difendere “la sua poltrona”…scende in campo per difendere la Natura, comprendendo che se questo territorio gli è stato assegnato, è suo dovere (e non diritto!) amministrarlo, proteggerlo e farlo prosperare. Questo piccolo essere scenderà in battaglia, consapevole del fatto di non avere un corpo adatto al combattimento, consapevole di doversi misurare col serpente, che invece ha un corpo assai adatto al combattimento, MA forte di una intelligenza, di una capacità di programmazione, di una ferrea e disciplinata volontà…che il serpente non ha.

E così il nostro piccolo ma saggio Guerriero, si prepara alla battaglia, allenandosi e meditando…e quando andrà a combattere…e qui non svelo, per non sciupare il piacere della sorpresa. Se la scelta dei termini che ho usato per descrivere i regnanti e i regni ti mostra “qualcosa di familiare”..sappi che era assolutamente voluta! 

Marina Iuele

si occupa di comunicazione e formazione, da molto tempo e in contesti diversi. E’ insegnante elementare da 30 anni. Ha scelto di affrontare differenti esperienze professionali (dalla classe comune al distacco, per 7 anni, per insegnare la Lingua Francese, per poi tornare alla classe comune), con lo spirito di cambiare e sperimentare differenti sfaccettature del suo lavoro. Sempre con questo spirito ha volentieri aderito a 3 Progetti Internazionali di Scambio con Bambini e Colleghi francesi, inglesi, spagnoli e tedeschi ed ha lavorato, nell’ambito di uno di essi, per qualche tempo a Parigi. Per il  primo di questi progetti ha realizzato con i propri allievi uno spettacolo teatrale, interamente recitato in Lingua Francese, sul tema dell’importanza dell’acqua e sull’inquinamento. Tale spettacolo, scritto e diretto da lei,  è stato condiviso coi Paesi partners di Progetto. L’autrice è anche attrice e regista teatrale. Da 25 anni lavora in teatro ed è anche stata, per 12 anni,  Direttrice Artistica  di una Scuola di Recitazione nella quale ha insegnato interpretazione  e fatto regia. La passione per il teatro l’ha portata a condividere coi bambini, anche a scuola, questo straordinario strumento di crescita. Per questo,nel corso degli anni, ha realizzato 15 spettacoli teatrali (in 7 di essi erano coinvolti dai 100 ai 120 bambini), proponendo la messa in scena di testi per l’infanzia, ma anche di grandi classici del teatro (da Shekespeare a Plauto). Da più di 20 anni ha intrapreso un cammino di crescita  personale, attraverso lo studio di antiche culture e dei loro antichi sistemi di Saggezza, che l’ha portata a modificare, via via, anche il suo metodo di insegnamento, lasciando ampio spazio ad ogni forma di espressività pura e di manifestazione del sentimento. 
Dal 2009 scrive per l’infanzia (e per il bambino che continua a vivere dentro ogni adulto).
Ama pensare a sé come ad uno Spirito Libero.
Per contatti: https://marinaiuele.it/

Ascolta “MARINA IUELE – 7 GRANDI CLASSICI RISCRITTI PER TE” su Spreaker.

Ascolta “13 STORIE DAGLI ANTICHI IMPERI con MARINA IUELE” su Spreaker.