L’ANALOGIA TRA IL RISVEGLIO FISICO E SPIRITUALE

L’analogia è uno strumento concettuale potente per comprendere meglio l’esistenza e i suoi principi, poiché, dal momento che tutto si corrisponde, ma su differenti piani, basta conoscere e capire bene il meccanismo di un piano e portarlo nell'ambito esistenziale per comprendere meglio quest’ultimo. L’antico motto “Come in...

L’AMORE È UN’ATTITUDINE

L’amore non è soltanto una relazione con una particolare persona: è un’attitudine, un orientamento di carattere che determina i rapporti di una persona col mondo, non verso un «oggetto» d’amore. Se una persona ama solo un’altra persona ed è indifferente nei confronti dei suoi simili,...

IL MITO DELL’ANDROGINO, TROVARE L’ALTRA META’

Durante il simposio, prende la parola anche il commediografo Aristofane e dà la sua opinione sull'amore narrando un mito. Un tempo - egli dice - gli uomini erano esseri perfetti, non mancavano di nulla e non v'era la distinzione tra uomini e donne. Ma Zeus,...

PACIFICAMENTE, TI RIBELLI

“L’accettazione profonda di come sono le cose è la fonte di tutto il cambiamento creativo. Il paradosso perfetto.” Essere presenti non significa essere passivi. È del tutto possibile accettare profondamente le cose per come sono, essere totalmente presente e allineata con l’Universo, in uno stato di non-resistenza interiore, il...

LA LOGOSINTESI, COS’È?

Accettare l’idea di essere “qualcuno” oltre il proprio corpo, i propri pensieri e le proprie emozioni è una condizione convincente e sostenibile; lo diventa ancor di più nell’approccio con Logosintesi: in quanto Esseri Umani siamo Essenza (o amore incondizionato), oltre il corpo e la mente,...

CONOSCERE E CELEBRARE IL WESAK

Ciò che vorrei chiarire in modo evidente, è che non abbiamo ancora compreso a fondo la portata spirituale del Wesak; la sua importanza sarà ancora più evidente negli anni a venire. La Pace, l’Unificazione, la serena convivenza fra popoli e civiltà diverse non si raggiungono con...

CHI E’, COSA SIMBOLEGGIA IL DIO GANESH

Ha una testa d’elefante su un corpo umano, una pancia morbidamente grassa, accetta volentieri cibo e fiori dai suoi devoti e come cavalcatura – lui che piccolo non è – utilizza un topolino, spesso ritratto ai suoi piedi. Si può ben dire che come divinità...

INCANTEVOLE

Che incanta per grazia e bellezza derivato di incantare, voce dotta che riprende il latino incantare, derivato di cantare 'recitare formule magiche', con in- intensivo. Questa parola avrebbe potuto spaziare in una grande vastità di significati, e invece è approdata su un lido semantico piuttosto circoscritto...

LEGAMI: RELAZIONI D’AMORE, LEGAMI ENERGETICI E LEGAMI KARMICI

Legami Energetici e Relazioni Le relazioni sentimentali, e non solo quelle di coppia, comportano un forte scambio di energia tra gli esseri umani. Il contatto fisico e sessuale delle relazioni di coppia, ancor più che altre, coinvolgono lo scambio di informazioni sensoriali e chimiche, sensazioni che...

A C C O R G E R S I

Accorgersi:  prendere coscienza di una presenza o realtà non immediata, per un avvertimento proveniente dall'interno o dall'esterno o anche per caso. Accorgersi può essere doloroso e spaventoso quindi meglio ignorare: non vedere e non ascoltare, spesso trovando motivazioni o lamentandosi di ciò che ci accade, portando l’attenzione altrove o a qualcun...

SACERDOTESSA DEL MAR

Uomo, non avvicinarti ad una Sacerdotessa per amarla se non sai a cosa ti avvicini, corri il rischio di non riuscire a dimenticarla, di non capirla e non comprendere il suo mondo. Preparati ad un amore di un altro mondo, a carezze mortali, a sorrisi che...

CICLI ASTROLOGICI E PROCESSO DI IDENTIFICAZIONE

Il mistero del numero 28 e la danza cosmica dei pianeti trans-saturniani Dane Rudhyar – uno dei più grandi astrologi del ‘900 – e a cui mi ispiro nella predisposizione di questo breve articolo, ha sempre definito le Case natali come sezioni dello spazio attorno al...

LA DANZA DELL’ETERNO

“Essere o non essere, questo è il problema” Shakespeare sicuramente non conosceva il mio caro amico Matto, altrimenti noto come “il Vagabondo”. Se lo avesse incontrato avrebbe scoperto che egli non si pone nemmeno il quesito, poiché’ semplicemente, è. Che cosa non ha importanza. Se incontraste il matto, vedreste...