Nonna come dev’essere la vita della vera donna?

“La vera donna è una maestra di vita: guida il suo compagno, educa i suoi figli con l’azione, con gli insegnamenti, con l’esempio. Kantu, ricorda che nel cuore della donna risiede il pozzo della sapienza al quale attingono sia i geni che gli stolti. La donna ha bisogno di discepoli ai quali insegnare ad amare; l’uomo ha bisogno di una maestra che gli suggerisca degli ideali da poter concretizzare.
Uomo e donna hanno ruoli differenti ma hanno bisogno l’uno dell’altra per completarsi.
Un uomo senza una donna non è nulla, ma nemmeno una donna senza un uomo è molto meglio.
Separati siamo esseri incompleti alla ricerca di qualcosa che non troviamo; uniti, il vero uomo e la vera donna sono una forza.
La vera donna non ha bisogno di competere con un uomo; è un essere dotato di qualità specifiche che è assurdo paragonare a quelle maschili. La donna in comunione, in cooperazione assoluta con il suo uomo, intraprende il cammino dell’amore, della verità, del rispetto delle leggi universali.
Una vera donna cammina verso il futuro con amore, con dedicazione e accettazione. Ha uno sguardo sereno e parla con dolcezza e rispetto; c’è tenerezza nel suo cuore. La sua energia è costituita da vibrazioni più sottili che elevano a un livello più spirituale. Per questo ancor oggi si dice:
“la donna apre all’uomo la porta dell’eternità; la vera donna è una semi dea, figlia della Pachamama, della Grande Madre Cosmica, fonte di vita eterna”.
E così lei è il cammino verso l’eternità, la strada che permette di fondersi con l’infinito per imparare a comprendere e a realizzarsi nella vita.”

dalla Profezia della Curandera di H. Mamani