NON LAMENTATEVI MAI DI ESSERE ABBANDONATI DAL CIELO

aiv

Non lamentatevi mai di essere abbandonati dal Cielo perché ogni giorno il Cielo vi parla, vi invia dei messaggi, vi dà delle risposte. Allora, perché non li ricevete?
Perché quei messaggi e quelle risposte giungono da uno spazio la cui materia è estremamente sottile, e per raggiungervi, devono attraversare tutti gli strati opachi che avete accumulato intorno a voi, ed esse subiscono quindi delle deformazioni. È come quando immergete un bastone in un recipiente d’acqua dalle pareti trasparenti.

Osservate: nel punto preciso in cui il bastone penetra nell’acqua, appare spezzato. Questo effetto di deformazione si spiega con il fatto che l’aria e l’acqua, essendo di densità diversa, non hanno lo stesso indice di rifrazione.
Lo stesso avviene nel piano psichico: più è densa la materia in cui le correnti del mondo spirituale devono scendere, e più queste subiscono deformazioni.

Per riceverle nella loro verità, è necessario potersi elevare con il pensiero fino al mondo sottile dove quelle correnti hanno origine. Se un cervello è spesso, non può ricevere i messaggi del Cielo, o più esattamente li riceve deformati: è il cervello stesso a deformarli. Fate quindi degli sforzi per purificarvi, fare delle rinunce e nobilitarvi: soltanto allora riceverete dal Cielo delle risposte chiare, limpide e veritiere.

Omraam Mikhaël Aïvanhov

 

Salva