Dio, percezione consapevole

Non è possibile raggiungere la Verità poiché non è a portata d’uomo, possiamo altresì coltivare la percezione consapevole sino a rendere più sottile il velo illusorio che si frappone fra noi e la Verità stessa.

Ad ogni essere umano è dato di Conoscere solo ciò che è pronto a Conoscere, del resto non è stato mai possibile ad alcuno dimostrare l’esistenza di Dio né tantomeno la non esistenza.

“Dio” stesso evidentemente ha fatto in modo di essere conosciuto solo tramite un preciso percorso di consapevole ricerca interiore che attiva una “percezione supercosciente”, nota a tutti coloro che praticano correttamente la meditazione.

Tashi Delek
Aetos
Fonte: http://salutoalsole.forumfree.it

NOTA:
Tashi delek è il saluto Tibetano consueto, che può essere tradotto “Lieta benignità” (a te).
TASHI è parola di augurio il cui significato è che “la buona sorte ricada su coloro a cui si rivolge il saluto”.
DELEK vuol dire “pace, pace universale”.
Riguarda la persona e la famiglia. E’ un augurio di liberazione dall’ignoranza e dall’attaccamento alle illusioni della realtà che sono alla base della rabbia e dell’odio.