L’autismo è meraviglia e mistero!

noteMi appassiona questa storia di Andrea, mi prende dentro, nel cuore, sento che questi bambini hanno potenzialità incredibili e se sono sempre di più su questa Terra non è per caso, non è solo colpa dei vaccini, forse i vaccini sono il mezzo che provocando l’autismo ci aiuta a comprendere altre cose, tutto quello che accade in questi tempi deve attrarre la nostra attenzione e farci riflettere, il cambiamento è in atto e ci stanno arrivando aiuti da ogni dove pur di farci comprendere. Può sembrare assurdo ma non lo è, la natura per evolvere utilizza qualsiasi mezzo nonostante noi!

Ormai abbiamo potuto verificare, alla luce del discernimento che avversità incredibili si trasformano in opportunità imprevedibili, Magie dell’Universo mi piace chiamarle e, stà a noi saperle comprenderle, sono sfide che ci permettono di essere umanamente più simili a Dio.

Ho una nipotina autistica, una bambina splendida che fino al giorno della fatidica vaccinazione era un portento di gioia e sorrisi, purtroppo non ho seguito da vicino tutte le traversie che mia sorella ha attraversato, l’ho vissuta poco Giulietta ma quel poco tempo che ho potuto trascorrere con lei mi ha sempre regalato momenti magici. Un episodio particolare è stato quando stavamo ballando come due scatenate e lei alzando gli occhi in alto mi ha urlato  ” Zia guarda che bella la musica” continuando a guardare il soffitto, istintivamente ho alzato lo sguardo ma vedevo solo il bianco del soffitto, da allora ho la convinzione che Giulietta effettivamente vedeva la musica, era troppo rapita da quella visione che aveva solo lei.

Come siamo limitati noi umani, siamo talmente bidimensionali e dimentichi della nostra divinità che non riusciamo neppure a vedere la musica, questi bambini sono qui per aiutarci, seguendo ed aiutando loro possiamo liberarci da questa materialità che ormai ci sta stretta, almeno, a me comincia a stare stretta, voglio vedere anch’io la musica, l’universo che danza sul soffitto insieme a me, i colori dell’arcobaleno che permeano la stanza dove c’è la musica e chissà cos’altro che non sono neppure in grado di immaginare, forse siamo noi che dovremmo imparare da loro una nuova forma di comunicazione, forse, è la comunicazione del nuovo mondo, fatta di telepatia e sensazioni, forse ascoltando di più noi stessi potremmo imparare a comunicare con i bambini delle fate!

I Bambini delle Fate è l’Associazione fondata da Franco Antonello papà di Andrea, vi consiglio di sentire l’intervista è illuminante in certi passi ed è fantastico percepire l’Amore di questo padre per suo figlio!

Patrizia di Visione Alchemica
.