L’arrivo della super-onda galattica

 

Paul LaViolette è uno dei maggiori studiosi mondiali della super-ondata di energia emessa dal centro della Galassia accreditata per un imminente avvicinamento alla Terra. Dopo averne discusso approfonditamente nella pagina “Allineamento galattico e crop circles” con i dovuti rimandi alla grossa mole di documentazione scientifica disponibile sull’argomento, compreso il pensiero astronomico e profetico della civiltà Maya, ci sembra opportuno riportare stralci dell’aggiornamento che LaViolette (citato anch’egli fra gli altri nel fascicolo poc’anzi linkato) ha pubblicato proprio ieri sul suo blog personale.

Dopo essere entrato in contatto con gli studi di remote viewing del Farsight Institute curati dal dr. Courtney Brown, ha ammesso che l’impatto sarebbe da collocare più correttamente nella finestra temporale che va da dicembre 2012 a maggio 2013. Questo perchè le letture dei remote viewing relative a giugno 2013 fanno intendere che, a quella data, qualcosa di sconvolgente sul pianeta possa essere già accaduto.

Il Remote Viewing (RV) è una pratica di reperimento di impressioni riguardo un oggetto distante nello spazio-tempo utilizzando mezzi di indagine paranormale, fra cui le percezioni extrasensoriali ESP. Il Farsight Institute ha valorizzato questa pratica inserendola entro un contesto di indagine scientifica e statistica volto a formulare delle predizioni sul futuro con un buon grado di accuratezza.

Nel maggio 2008 il Farsight ha svolto esperimenti di RV per scandagliare 9 località costiere sparse nel mondo, effettuando letture in date future corripondenti a giugno 2008 e giugno 2013.

Mentre le letture del 2008 riflettevano situazioni pressochè immutate e nella norma, quelle del 2013 mostravano delle deviazioni significative rispetto alla norma, come se la Terra avesse subito una qualche forma di evento su scala globale. Il risultati degli esperimenti possono essere consultati sul sito del Farsight Institute.

Entrando nei dettagli, i dati dei RV suggeriscono che, alla metà del 2013, le località costiere sondate si troveranno in uno stato tale che lascia pensare che possano essere state colpite da:

a) tsunami o eruzioni vulcaniche;

b) maremoti intensi e alluvioni;

c) eccesso di raggi cosmici o radiazioni solari;

d) uragani e simili cataclismi atmosferici;

Tutti questi effetti fisici possono essere certamente pensati come indipendenti l’uno dall’altro; tuttavia è statisticamente molto probabile che possano essere gli effetti a catena di un fenomeno di portata globale dalle caratteristiche simili a quelli della super-onda galattica.

Così scrive LaViolette:

“I referti di tutti questi remote viewing suggeriscono che l’evento super-onda colpirà prima di giugno 2013, e dunque in un lasso di tempo compreso fra l’ultimo mese del 2012 e i primi cinque mesi del 2013. (…) Tentare di predire il giorno esatto del suo arrivo è però un’impresa ardua.”

Il dr. Brown, che ha guidato gli esperimenti del Farsight, spiega il motivo dell’impossibilità di ripetere gli esperimenti di RV per determinare in maniera ancora più accurata la data dell’impatto.

“Il risultati sarebbero contaminati e dunque inattendibili poichè siamo talmente vicini al periodo da esaminare che – visti anche i risultati dei viewing precendenti, e dato tutto ciò che circola pubblicamente riguardo questo scenario – i report potrebbero essere influenzati e distorti in maniera inconscia.”

La misteriosa energia a raggi Gamma che sta viaggiando dal centro della Galassia fino alla Terra sembra essere emessa a cicli di tempo periodici (ogni 26 mila anni circa): è questa non casualità della tempistica che ha reso possibile agli antichi astronomi della civiltà Maya formulare delle previsioni riguardo l’emissione successiva.

via-lattea

.
Due gigantesche bolle di raggi Gamma sono state realmente rilevate dai ricercatori americani dell’Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics grazie all’ausilio tecnologico del telescopio spaziale Fermi. Le rilevazioni sono disponibili pubblicamente sul sito dell’istituto:

“Le due bolle erano rimaste finora invisibili, occultate in quella specie di nebbia di raggi gamma che pervade il cosmo. Che cosa abbia originato queste gigantesche strutture, per gli scienziati non è chiaro, ma le ipotesi non mancano. Forse si tratta del residuo di un’antica esplosione del buco nero che occupa il centro della nostra Galassia, oppure l’origine potrebbe essere una zona ad alta intensità di formazione di stelle che ha generato ammassi stellari molto massicci milioni di anni fa. (…)
Le due bolle di energia che oggi vediamo emanare dal centro della galassia, risalgono sicuramente all’ultimo allineamento del Sole con il centro galattico al solstizio d’inverno, esattamente un ciclo di 26.000 anni fa. Le bolle di energia hanno quasi invaso il nostro sistema planetario e gli effetti si sono già registrati e quindi fatti sentire attraverso misteriosi terremoti in tutto il mondo.”

Alcune fonti stimano l’arrivo sulla Terra il giorno 13 dicembre, altre la collocano alla fatidica data del 21 dicembre. In ogni caso, a quanto risulta dagli studi di RV, non dovrebbe farsi attendere oltre la metà del 2013.

Fonte: hearthaware.wordpress.com/2012/11/30/il-remote-viewing-conferma-larrivo-della-super-onda-galattica/