L’AMORE NON GUARDA L’ETA’

L’Amore non ha età, quando giunge in una stagione avanzata, verso i 50, 60, 70 anni e anche oltre, è inaspettato e magari c’è un po’ di ritrosia nell’accoglierlo, conoscere nuovamente un’altra persona, ricominciare a comprendere l’altro e noi, per chi è in un percorso di consapevolezza diventa tutto molto impegnativo.

Noi, non restiamo sulla superficie degli eventi normali della nostra vita, persino rompere un bicchiere è motivo di analisi figuriamoci un nuovo rapporto sentimentale. Ma proprio perché abbiamo scelto questo percorso non ci estraniamo da ciò che la vita ci propone, se l’esperienza giunge è quasi un dovere accoglierla.

Tutto ciò che arriva nella nostra vita è utile per crescere e comprenderci sempre più profondamente, questa frase ormai è persino noiosa a forza di pensarla, leggerla e scriverla.

E allora ecco che ci si apre all’esperienza, si inizia a camminare insieme a qualcuno che come al solito andrà a toccare i nostri punti ancora deboli, li vedremo e scopriremo che alcuni si sono rafforzati, altri tremolano ancora nell’emozione e guai se non fosse così, se fossimo perfetti non saremmo qui a sperimentare nuove relazioni.

Ciò che sto comprendendo è che davvero le parti, maschile e femminile si stanno equilibrando, le esperienze di dolore sono state una scuola molto efficace, ci hanno stimolato a lavorare su noi stessi, ad utilizzare le tecniche e gli aiuti che conosciamo e si cambia… ci si trasforma, da virago ribelle a donna accogliente e comprensiva, da schiavo del fascino femminile e della sessualità a uomo attento che sa cogliere lo stato d’animo della compagna, è solo un esempio generico dei tanti che si potrebbero fare.

Le energie cambiano intorno a noi e in noi, anche in chi non ha fatto un percorso come il nostro, le esperienze di vita insegnano, persone sensibili che hanno compreso cosa non funzionava in loro, quali atteggiamenti erano deleteri nelle relazioni e li hanno modificati grazie alla presa di coscienza… sono cambiati. La legge di Risonanza ovviamente ha portato persone affini a “ritrovarsi”, incontri nuovi, inaspettati, meravigliosi, sono proprio questi che ci fanno “da specchio” e ognuno vede il proprio cambiamento.

Il cambiamento è portare alla superficie ciò che era latente in profondità, non c’è nessuno snaturamento di noi stessi, nessuna repressione o controllo, se ci sono certe qualità oggi e prima non c’erano è solo un’affiorare nella personalità di ciò che già esisteva. L’integrazione delle nostre ombre, delle nostre paure, l’ego ridimensionato; questi pesanti veli  non ci permettevano di esprimere ciò che veramente siamo, ora cominciamo ad apprezzare il risultato di tanto impegno e di tutte quelle prove che abbiamo affrontato, cominciamo a vedere come tutto è accaduto per portarci qui e ora, tutto ciò che abbiamo vissuto era una preparazione al momento che stiamo vivendo.

Non ci resta che ringraziare noi stessi e tutti gli attori che hanno partecipano alla nostra vita e continuare il cammino verso questo nuovo teatro, con tanta fiducia in noi stessi e nel prossimo per un’altra magistrale interpretazione!

Buon Amore a tutti Noi!

Patrizia Pezzarossa

Testi di Visione Alchemica
®Riproduzione consentita con citazione della fonte.

 

Se trovi che i nostri articoli, traduzioni, recensioni e le trasmissioni Web Radio
sono per te fonte di crescita e di benessere

puoi sostenerci con una donazione.
Grazie!

sostieni+