Nasciamo con dei talenti che neppure conosciamo, non siamo consapevoli di noi stessi finché non iniziamo a osservare cosa la vita ci porta, in bene o in male, tutto concorre ad aprirci alla consapevolezza di chi siamo.

Finché osteggiamo ciò che ci dona la vita, invece di aprirci alla comprensione, non potremo collaborare con la Vita e non riusciremo a valorizzare noi stessi esprimendo i nostri talenti. Le nostre esperienze soprattutto negative o presunte tali ci sono di ostacolo, ricordiamo persino dei particolari che ci vengono riproposti nella nuova esperienza e li avvertiamo come “pericolo” ed allora ci chiudiamo, meglio non rivivere certe esperienze, sappiamo che ci sarà sofferenza, lo percepiamo… lampeggia la luce rossa e suona la sirena… torna indietro! Non ci riprovare!

Se quell’esperienza ritorna, simile alle esperienze già vissute c’è un motivo, soffermiamoci su di essa… c’è un origine per tutte le cose, una radice che le accomuna e finché non la troviamo, la vita continuerà a riproporcele, sempre, all’infinito, in modalità diverse ma la radice è solo una, la nostra ombra, la sfida della nostra vita, è racchiuso tutto in quella sfida, le risposte sono lì e la Numerologia può aiutarci concretamente a conoscere questa parte di noi.

Essere ricercatori della verità è comprendere come tutto ciò che è avvenuto nella nostra vita rappresenti la nostra sfida, inutile scansarla, inutile viverla senza comprenderla porterà sempre e solo sofferenza. La sfida può essere camuffata di bei momenti, di gioia ed allegria, ma si tratta solo di momenti… effimeri attimi in una vita che poi ci trascinano in lunghe sofferenze.

Entrare nell’ombra e conoscerci attraverso di lei è importante per cambiare il “modus vivendi”, dobbiamo tornare alla sorgente, al padre e alla madre, al momento in cui siamo nati e a tutto ciò che ne è seguito, senza giudizio alcuno sull’operato di chi ci ha fatto entrare nella vita, tutto è stato divinamente orchestrato affinché avessimo la nostra SFIDA da vivere!

Attimo per attimo, dovremo ritornare al passato e chiaramente vedremo come tutto ciò che è avvenuto allora, sta avvenendo adesso! La presa di coscienza ci farà riconoscere la sfida, comprenderemo che tutto è stato come doveva essere. Siamo giunti fino a qui rafforzandoci attraverso le prove per cui non c’è nulla da recriminare, ne colpe da pagare.

Ripercorrendo il tragitto dalla sorgente ci ricostruiremo secondo la nuova visione maturata, in un certo senso rinasceremo. Avremo compreso che sono state le nostre resistenze a crearci disagio e sofferenza, le nostre indecisioni dettate dalla paura, fluire ad occhi ben aperti e “vedere” e “sentire” noi stessi, essere “fluenti osservatori” e collaborare con l’inevitabile, questa è la nuova modalità.

Non c’è nulla da temere tutto è da Amare!

Patrizia Pezzarossa

Testi di Visione Alchemica
Riproduzione consentita con citazione della fonte.

THEOS NUMEROLOGICO
Storia della numerologia

.

 

 

Storie di Ordinario Risveglio Uno Editori Storie di Ordinario Risveglio
12 voci in coro raccontano il miracolo della trasformazione nella vita
Roberto Senesi, Ivan NossaCompralo su il Giardino dei Libri