La mattina, uscendo di casa per assistere al sorgere del sole

Provate già a pensare che state andando ad incontrare un essere vivo, come viva è anche tutta la natura intorno a voi: gli uccelli, gli animali, gli alberi, i fiori…
Sì, perché la vita è l’intero Universo, e questo è popolato anche di un’infinità di creature invisibili ma reali. Perciò, rivolgete loro un saluto: dite a tutte quelle creature che siete loro riconoscenti per la limpidezza del mattino e per tutte le esistenze che si stanno risvegliando.

In quell’organismo vivente e cosciente che è la Natura e al quale noi tutti apparteniamo, sappiate anche che esiste una moltitudine di entità pronte a contribuire all’evoluzione dell’umanità.
La terra, l’acqua, l’aria, il fuoco e le entità che li abitano hanno giurato dinanzi all’Eterno di aiutare tutti coloro che lavorano per diventare creature di pace, di armonia e di bellezza.
Allora, chiedete loro di venire a partecipare all’avvento del Regno di Dio sulla terra: un giorno, miliardi di spiriti si metteranno in cammino per lavorare sui cuori e sui cervelli umani e il Cielo riconoscerà in voi un costruttore della nuova vita, una sorgente, un figlio, una figlia di Dio.

Omraam Mikhaël Aïvanhov
aivan