Egli sperimenta i suoi pensieri e i suoi sentimenti come qualcosa di separato dal resto: una specie di illusione ottica della coscienza. Questa illusione è una specie di prigione. Il nostro compito deve essere quello di liberare noi stessi da questa prigione attraverso l’allargamento del nostro circolo di conoscenza e di comprensione, sino a includere tutte le creature viventi e l’interezza della natura nella sua bellezza.”
Albert Einstein

——————————————————————
“L’Universo è un grande corpo con il quale dobbiamo imparare ad armonizzarci, poiché in questa armonia sono inclusi tutti i beni: salute, gioia, luce, ispirazione… Chi lavora per realizzare tale armonia incomincia a percepire che tutto il suo essere vibra all’unisono con l’Universo e comprende cosa siano la vita, la creazione, l’amore… Ma non prima: prima, gli è impossibile comprendere. Intellettualmente, esteriormente, ci si può sempre illudere di capire qualcosa, ma non è così. La comprensione, quella vera, non avviene tramite qualche cellula del cervello: avviene attraverso tutto il corpo, perfino attraverso i piedi, le braccia, il ventre, il fegato… Tutto il corpo, tutte le cellule devono comprendere. La vera comprensione è una sensazione. Voi sentite e a quel punto comprendete e sapete… poiché avete assaporato. Nessuna comprensione intellettuale può essere paragonata alla sensazione”.

Omraam Mikhaël Aïvanhov