alex-grey-e1438076733924

Si cercano in realtà le vie del progresso, del benessere e della salvezza soprattutto fuori di noi e non già nel miglioramento di quello che noi stessi siamo, dei nostri modi di pensare e di agire. L’uomo moderno è capace di trasformare tutto, ma dimentica di sviluppare se stesso. Se la causa prima ed ultima del malpasso in cui ci troviamo è dunque dentro di noi, resta parimenti nelle nostre mani la possibilità di ristabilire il nostro equilibrio interiore e con esso un’armonia feconda nel nostro cantuccio di universo. Sì, il problema sta dentro di noi, non fuori di noi. È dunque dentro di noi che dobbiamo trovare la soluzione e la via della nostra salvezza terrestre
Aurelio Peccei, da Cento pagine per l’avvenire

 

E conoscerete la verità; e la verità vi farà liberi
Gesù, in Giovanni 8:32

Tutti i Maestri hanno usato come espediente la fine del mondo.
Oggi non è più un semplice espediente: è una certezza!
Tutto si sta muovendo verso un baratro che si avvicina sempre di più.
Non c’è più tempo per rinviare la propria trasformazione a domani…
La mente dell’uomo è così stupida che, se anche ci fosse una minima possibilità di rimandare a domani, decide di rimandare.
Ma ora lo stato di cose del mondo è evidente… domani il mondo potrebbe non esserci.
Non hai più tempo da sprecare: usa tutte le tue energie per risvegliarti!
E se il tuo risveglio diventa una priorità, e tu sei pronto a sacrificare ogni cosa per risvegliarti, allora esiste ancora una speranza: per te, e per il mondo.
Osho, The Hidden Splendor.

osho

 

Una delle profezie di Edgar Cayce

Soltanto in Lui, nel quale non venne trovata astuzia e benché venisse sballottato dall’uomo – benché fosse ridicolizzato da quelli al potere, benché soffrisse fra i condannati di crimini nella carne e per imprecazioni contro il loro prossimo – ma quei principi che vennero proclamati da lui come uomo, rendendosi il figlio dell’uomo e attraverso quelle condizioni diventò il Figlio del Dio vivente – in questi principi, in questi modi e maniere tali condizioni possono essere portate alla realizzazione di quelli che vorrebbero costruire un impero invisibile nei cuori degli uomini; e cercando quindi la via per ognuno che vorrebbe capeggiare ogni organizzazione che sarebbe necessaria, si vedrebbe che in breve tempo si può portare alla realizzazione colui che sarebbe in grado di governare – non come un governo ferreo dell’oppressore; non come uno che cerca di soggiogare altri alla sua volontà – bensì rendendo la volontà tutt’uno con quella forza universale che è necessaria per portare tutti a quel trono di grazia, di fede, di speranza, di amore, di tutte quelle condizioni necessarie per costruire ospedali, chiese, strade, prestiti e per aiutare gli altri ad aiutare se stessi.
Spiegazione:
In questo paragrafo si trova un riferimento alla creazione di una struttura di potere attraverso dei mezzi non materiali – un “impero invisibile”. Il termine “impero” è vistosamente politico. Si riferisce al potere e all’influenza negli affari umani che si estende oltre i confini di una qualsiasi nazione. Quando Cayce si riferisce alle persone spiritualmente in sintonia che creano un impero invisibile, egli promette che possiamo influenzare il processo decisionale che governa la società. E “invisibile” suggerisce che l’influenza arrivi ai livelli di mente e spirito.

Infine ognuno di noi ha il potenziale per essere un leader spirituale in questi tempi di cambiamento planetario. A causa del principio che “tutte le menti subconsce sono collegate”, che viene articolato chiaramente nel materiale di Cayce, i nostri pensieri e le nostre azioni hanno continuamente un effetto sugli altri in tutto il mondo – influenzando sottilmente le decisioni che vengono prese giornalmente. Questo è il veicolo per creare un “impero invisibile”. Da una dimensione oltre il mondo fisico tridimensionale la consapevolezza illuminata ha un’influenza sulle scelte che vengono fatte nei luoghi di potere mondano. Possiamo o meno vedere un mondo arcadico di armonia e pace nell’arco della nostra stessa vita. Ma ognuno di noi può accettare la sfida di avere un alto ideale per la società del mondo e recitare la propria parte come leader spirituale che, in effetti, ha un’influenza.

Questo reading psichico, 3976-4, fu dato da Edgar Cayce nel Halycon Hotel, Miami, Florida, questo 11 febbraio 1927, in conformità con la richiesta fatta dal Sig. [943]. Presenti: Edgar Cayce; Sig.ra Cayce, conduttrice; Gladys Davis, stenografa; [287], [943] e [4825].





Salva

Salva