Criminali e zanzare…

La tendenza naturale degli esseri umani è quella di voler punire chi ha agito male. Ma a quale scopo vogliono punirlo?
Lo fanno perché desiderano migliorarlo, oppure perché vogliono semplicemente applicare la giustizia e regolare i conti?…
Punire un malfattore senza dargli i mezzi per correggersi non può definirsi giustizia, ma vendetta. Quanti si illudono che imprigionando i criminali si dia loro una lezione!… Non è
affatto così, anzi, spesso questi diventano peggiori di prima.
Altri pensano che condannandoli a morte, si proceda a un’eliminazione purificatrice. Ma quando si sterminano le zanzare senza occuparsi degli acquitrini, le zanzare tornano ad essere più numerose di prima; non lo avete constatato?
E nelle nostre società circolano zanzare di una specie particolare. Se non si vuole più essere punti, non bisogna lasciar loro le condizioni
in cui possano proliferare. ”

Omraam Mikhaël Aïvanhov