COSA SONO I CHAKRA E COME RIEQUILIBRARLI GRAZIE ALLO YOGA

Tutta la pratica dello yoga si basa sui 7 chakra, i centri energetici che si trovano nel corpo.

Ma cosa sono esattamente? Perché è importante mantenerli in equilibrio? Come si possono riequilibrare grazie allo yoga?

Cercherò di spiegartelo in questo articolo..

 

Cosa sono i chakra e come funzionano in breve

La parola chakra deriva dal sanscrito e può essere tradotta come ruota, vortice.

Secondo lo yoga lungo la colonna vertebrale ci sono dei centri energetici che spesso vengono raffigurati con delle ruote che hanno la funzione di ricevere, immagazzinare e distribuire l’energia, che nello yoga viene chiamata Prana.

I più importanti chakra che possiamo trovare lungo la spina dorsale sono 7 e ciascuno ha delle specifiche funzioni.

Questi centri coincidono con le ghiandole endocrine più importanti del corpo umano ed è importante che siano in equilibro perché altrimenti possono insorgere vari tipi di disturbi che possono manifestarsi a livello fisico, a livello mentale o anche a livello emotivo.

I primi 5 chakra sono associati ai 5 elementi su cui si basa la medicina ayurveda e e quindi anche lo yoga terapeutico.

Ci sono numerosi modi per prendersi cura di questi centri e lo yoga è sicuramente uno tra i più efficaci. Nei paragrafi seguenti ti descriverò brevemente ciascuno dei chakra e ti consiglierà una posizione che agisce su ogni centro che puoi usare per riequilibrarlo.

.

Muladhara

Muladhara è il chakra della radice ed associato all’elemento terra, infatti è responsabile del radicamento.

Se questo centro è fuori equilibrio si ha poca fiducia in se stessi, ci si sente insicuri e si è troppo attaccati ai beni materiali.

Ci sono molte posizioni che favoriscono il radicamento ma sicuramente una delle migliori per riequilbrare questo centro è Adho Mukha Svanasana il cane a faccia in giù.

Svadisthana

Il secondo chakra è collegato all’elemento acqua, infatti proprio come questo liquido è associato al movimento e al cambiamento.

E’ importante mantenerlo sano perché regola tutti i processi in cui sono coinvolti i liquidi ed influenza anche le emozioni, il piacere e la sessualità.

Un ottima posizione che lavora su questo chakra è Prasarita Padottanasana che puoi vedere nella foto accanto.

Manipura

Il terzo chakra si trova a livello del plesso solare ed è associato al potere.

Questo centro controlla molti dei processi coinvolti nella digestione e se è fuori equilibrio possono insorgere problemi a livello dell’apparato digerente.

Inoltre si può presentare una scarsa fiducia in se stessi e poca forza di volontà.

Un’ottima posizione per riequilibrare questo chakra è Navasana, la barca, una posizione abbastanza impegnativa che puoi vedere nella figura.


Anahata

Questo centro energetico si trova a livello del cuore ed è associato all’elemento aria.

E’ importante che l’energia fluisca liberamente in questo chakra altrimenti si possono avere problemi al livello dei polmoni o del cuore.

E’ anche importante per il sistema immunitario perché controlla il corretto funzionamento del timo, ghiandola fondamentale per la risposta immunitaria dove avviene lo sviluppo dei linfociti.

Una posizione che ti consiglio di eseguire quotidianamente per mantenere il chaka del cuore in equilibrio è Ustrasana, la posizione del cammello.

Visuddha

Visuddha chakra è il centro che si trova nella gola ed è associato alla ghiandola tiroide.

E’ quindi fondamentale per tutti i processi in cui è coinvolta questa ghiandola come ad esempio la regolazione del sonno, dell’appetito, dell’umore e di molti altri.

Dal punto di vista comportamentale invece è  importante perché è responsabile della comunicazione.

Per mantenerlo in equilibrio di consiglio di praticare Sarvangasana, la posizione di equilibrio. E’ leggermente impegnativa ma è incredibilmente benefica.

Ajna

Questo chakra è spesso conosciuto come il terzo occhio ed è infatti associato alla intuizione.

Se è in equilibrio il nostro sistema di percezione ed il nostro intuito funzionano correttamente ma se non lo è si tende a percepire la realtà non per quello che è veramente.

E’ associato all’ipofisi, una ghiandola molto importante perché coinvolta nella regolazione del sonno e della veglia, nello gestione dello stress e nella crescita.

Un ottima posizione che ti consiglio di fare per questo chakra è Balasana, la posizione del bambino. Durante la sua esecuzione concentrati sul terzo occhio, cioè tra le sopracciglia.

Sahasrara 

Il settimo chakra è considerato il centro spirituale e si trova sulla sommità della testa.

E’ correlato con la ghiandola pituitaria, la quale regola il corretto funzionamento di tutte le altre ghiandole.

E’ perciò importante che funzioni correttamente perché altrimenti si possono manifestare numerosi disturbi.

Una delle posizioni che riequilibra questo chakra è Sirsasana, la posizione di equilibrio sulla testa. E’ tanto benefica quanto impegnativa, perciò ti consiglio di apprenderla sotto gli occhi di un insegnante qualificato.

 

In questo articolo ho descritto in breve le caratteristiche di ogni chakra ma se vuoi approfondire questo argomento di consiglio di leggere l’articolo il sistema dei chakra che puoi trovare sul mio blog, cliccando sul link in evidenza.

Se invece vuoi saperne di più sullo yoga e migliorare la tua pratica iscriviti gratuitamente alla newsletter del blog grazie alla quale riceverai del materiale gratuito, delle offerte e tutti i nuovi articoli.

Grazie dell’attenzione e namaste 😉

Fonte: https://www.atuttoyoga.it

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva