COME UN UOMO PENSA IN CUOR SUO… COSI’ EGLI E’…

Qualcuno ha detto: “Come un uomo pensa in cuor suo, così egli è”.

Oltre ad essere vero, è anche uno dei più importanti segreti da realizzare nella vita poiché, non è importante ciò che accade attorno a noi, ma come noi reagiamo in base a quegli accadimenti. Ciò che siamo dipende dalle nostre abitudini di pensiero e le nostre abitudini di pensiero devono essere sottoposte al nostro controllo. La mente si affolla di tanti pensieri negativi, proprio come fanno le erbacce con i fiori in un giardino, essi soffocano i pensieri positivi e la fiducia. I nostri dubbi ci tradiscono e ci fanno perdere, con la paura di tentare, tutto il buono che potremmo ottenere.

 

Occorrono percezione, esercizio e volontà per addestrare la mente a nuovi modi di pensare ed il corpo a nuovi modi di agire. Se sorvegliamo i nostri pensieri i nostri pensieri sorveglieranno noi. Credere in se stessi non è solo importante, ma è necessario. La fiducia permette di conseguire ciò che la mente umana può concepire e credere. La fiducia in se stessi è uno stato mentale che va coltivato giorno dopo giorno, con perseveranza, mescolando il pensiero con la determinazione del proposito e dello scopo, semmai ne abbiamo uno. Conoscere se stessi rimane dunque la più grande delle conquiste e almeno una cosa è certa, nessuno può farlo al posto nostro!

 

La VITA va vissuta, non concettualizzata e la conoscenza, per divenire consapevolezza e saggezza, necessita di essere sperimentata e applicata pienamente nella nostra vita e sulla nostra pelle. Volete davvero che gli uomini parlino bene di voi? Loro non parleranno mai bene di voi ma questo non ha alcuna importanza poiché la stima degli altri non è un criterio, mentre la stima per se stessi è un pilastro e un fondamento!

 

Aiutarsi da se stessi è imperativo per sopravvivere e per vivere e ci sono molti modi e molte forme per farlo. Scegli onestamente la Tua strada nel canale del tuo destino e prosegui nella scoperta dell’incessante ricerca quotidiana di te stesso attraverso l’intero universo, cercando con ogni mezzo di osservare attraverso ciò che, spesso, è solo apparenza. Quando si fa davvero del proprio meglio con tutto il cuore, una sorta di indomita e ostinata dedizione riesce apermeare i nostri pensieri e le nostre azioni, mostrando che non c’è fine nelimite se non quello che noi stessi ci poniamo. Intrepidi e pazienti, risoluti e determinati. Il motore della determinazione è la passione e l’entusiasmo. La buona vita non è uno stato dell’essere o una destinazione. La buona vita è una direzione, un continuo e naturale processo di trasformazione. E’ la flessibilità di muoversi in qualunque direzione con la massima libertà di pensiero, senza preconcetti, regole e verità precostituite.

 

Chiesero ad un millepiedi come facesse a camminare su tutti i suoi piedi senza mai inciampare e quando si mise a pensarci sopra per dare una risposta, inciampò! La vita è un processo naturale in cui lo sviluppo della mente non deve sconvolgere il naturale flusso della vita. Quando la sensibilità del qui ed ora non viene interrotta dall’analisi dei concetti, cominciamo a vedere, a sentire e a fluire nel fiume della vita. Non tesi ma pronti, non fissi ma flessibili come un giunco che piegandosi al vento, non si oppone, non si spezza, ne cede mai!

Mutare con il mutamento del ritmo e della quiete nell’immutabilità dell’universo.

L’immobilità nel movimento.

Essere completamente e quietamente vivi, consapevoli e vigili, sempre pronti a qualunque cosa possa accadere. In breve, la Buona Vita è la capacità di vedere ed esprimere ciò che è semplice, semplicemente.

 

 Fonte: http://www.umaniindivenire.com/