Chi non può quel che vuol, quel che può voglia;

che quel che non si può, folle è volere:
adunque saggio è l’uomo da tenere,
che da quel che non può, suo voler toglia:
Però ch’ogni diletto nostro e doglia
sta in sì e no saper voler potere:
adunque quel sol può, che col dovere
ne trae la ragion fuor di sua soglia.
Né sempre è da voler quel che l’uom puote;
spesso par dolce quel che torna amaro;
piansi già quel ch’io volsi poi ch’io l’ebbi.
Adunque, tu lettor di queste note,
se a te vuoi esse buono, agli altri caro,
vogli sempre poter quel che tu debbi.
Leonardo da Vinci