Anzichè badare agli errori altrui osserva i tuoi

damma

Come il fabbro raddrizza una freccia
così il saggio governa i suoi pensieri, per loro natura instabili,
irrequieti e difficili da controllare.

Non lasciare che la ricerca del piacere ti distragga dalla
meditazione e dal tuo stesso bene.

Anzichè badare agli errori altrui osserva i tuoi,
esamina ciò che hai commesso e ciò che hai omesso di fare.
Controlla la rabbia come un buon auriga governa il suo carro impazzito.
Pratica ciò che predichi.
Prima di cercare di correggere gli altri fa una cosa più difficile: correggi te stesso.
Nobile è colui che non fa del male ad alcuna creatura vivente.
Tu sei il tuo solo maestro.
Chi altro può guidarti?

Diventa padrone di te stesso e scopri il tuo maestro interno.
La padronanza della propria mente, ribelle, capricciosa e vagabonda,
è la via verso la felicità.

dal Dhammapada