ANNO 2013…

pianta

Alcuni di voi stanno dicendo “Bene, il 2013 dovrebbe portare un rilascio, una boccata d’aria fresca.Ah, ce l’abbiamo fatta! È fatta!”.
Bene, vi dirò, come un bambino che non ottiene ciò che vuole, le vecchie modalità del buio invaderanno ogni possibile spiraglio della vita. Essa si batterà per la propria vita e la propria sopravvivenza e percepirà che le cose non sono più le stesse. Perciò, durante questo periodo di rilascio, voglio che facciate un passo indietro. Quando vedrete queste cose impennare le loro brutte teste, non decidete che il 2013 non è quello che pensavate. Quando vedrete ulteriore squilibrio sul pianeta, persino alcune cose che non vi aspettavate – e di sicuro ce ne saranno – non alzate le braccia dicendo “Ci risiamo. Non abbiamo fatto la differenza”, perché l’avete fatta, solo che questo genere di cose funziona lentamente.

Adesso tutto inizia a cambiare e la prima cosa che succede è quello che chiameremo rilascio. Dovete capire che lo Spirito si muove lentamente, specie nella cornice temporale di quanto rapidamente è in grado di cambiare la coscienza sul pianeta – cioè voi. Quindi non c’è un orologio o una tabella oraria che lo Spirito vi abbia dato, eccetto una finestra dei prossimi 18 anni, mentre il vostro pianeta continua a precedere attraverso quello che viene detto Fenditura del Cigno, cioè la Via Lattea. Entro questi 18 anni si avrà una profondità di potenziale, per cui voi sarete in grado di “gettare i semi della nuova coscienza” che nei tempi futuri crescerà davvero in fretta.

Rilascio
se siete un sollevatore di pesi e avete tenuto un peso in mano per un periodo molto lungo, quando lo rimettete sul supporto, i muscoli avranno bisogno di tempo per ritornare alla normalità. Si produce uno stress, tenendo sollevato un peso, e con lo stress si ha un cambiamento dell’equilibrio corporeo. La chimica del corpo, all’interno dei muscoli, cambia per consentire di sostenere il peso. Dunque, c’è un processo di rilascio che avviene quando il peso viene riposto.

Ora, questa metafora del rilascio dice “Prendetevi una breve vacanza dalla battaglia contro la vecchia energia. Perché anche la vecchia energia inizierà a cambiare, dato che anch’essa fa parte del rilascio”. Anche la vecchia energia ha trattenuto qualcosa, ha trattenuto la luce [voi]. Quindi, di colpo, siete ambedue in modalità rilascio. Ma l’Umano saggio aspetterà sempre un momento, intanto che le cose si riassestano e osserverà dov’è che si posano. L’Umano non saggio continuerà a spingere alla vecchia maniera, comunque. È importante che rilasciate per un momento e che diate uno sguardo al paradigma che cambia.

La vecchia energia è semplicemente energia senza luce o saggezza, quindi essa continuerà a spingere alla vecchia maniera e a voi potrebbe sembrare la stessa. Ma la differenza è che essa sarà priva di tutte le munizioni che aveva prima. Queste munizioni sono la struttura della Griglia Cristallina e la capacità dell’oscurità di poter sopravvivere come ha fatto per un millennio.

seeds_0

Piantare i Semi
Ho utilizzato molte volte la metafora del piantare i semi, perciò la esamineremo appena un po’ di più e vi daremo ulteriori informazioni. La metafora, naturalmente, è quella dell’agricoltore e la usiamo in modo che voi vediate tutti gli attributi che lui prende in considerazione, che sono comuni a tutti voi.
Le caratteristiche Umane, quindi, iniziano a cambiare e specialmente la natura Umana, però è lenta. Immaginate un agricoltore dilettante. Non ha idea di cosa stia facendo, ma ha un sacchetto di sementi. Perciò, legge le istruzioni, prepara i campi e infila quei semi nel terreno. È talmente eccitato! Dopodiché corre a casa, ma quasi non riesce a dormire. La notte passa, il sole sorge e lui corre nei campi all’alba per vedere che cosa succede. E – non c’è niente! Dove ha sbagliato? Non c’è nessun raccolto!

“Non succede nulla” dice l’agricoltore. Ha davvero piantato qualcosa? È ridicolo, ovviamente, perché ogni contadino sa che il raccolto germoglia lentamente. Infatti, germoglia lentamente e non potete vederlo crescere! Vi piegate ad osservare la pianta e potete anche gridarle “Cresci!”, però non succede niente.
Poi, dopo una settimana, vi accorgete che la pianta è più alta; un’altra settimana ed è ancora più alta. Entro un certo periodo di tempo, essa matura e produce il raccolto che avevate seminato.

 Kryon