Ai Piedi del Maestro 1

Devi aver fede in te stesso.
Obietti che ti conosci troppo bene?

Se dici questo è segno che non ti conosci affatto;
ti è noto solamente il debole guscio esterno che sovente è caduto nel fango.

Ma tu – il vero tu – sei una scintilla del fuoco stesso di Dio,
e Dio, che è Onnipotente, è in te,
e quindi non vi è nulla che tu non possa fare, se lo vuoi.

Dì a te stesso:

“Quanto uomo ha fatto, uomo può fare.
Io sono un uomo, ma anche Dio nell’uomo;
posso fare questo ed intendo farlo”.

Ai Piedi del Maestro, J. Krishnamurti

Jiddu Krishnamurti ha trascritto, a soli 13 anni, gli insegnamenti fondamentali del suo Maestro Kut Humi che, con grande chiarezza e semplicità, guida il suo giovane allievo a raggiungere la prima Grande Iniziazione. Possiamo così disporre di un testo fondamentale per lo studioso, ma soprattutto prezioso per la donna e l’uomo comuni, desiderosi di ascoltare un messaggio universale di pace, e di apprendere il senso più profondo dell’esistenza umana. Un’opera ancora attualissima, che con la forza pacata della saggezza incita a rifiutare pregiudizi, superstizioni, violenza, egoismo e sopraffazione.
Ai piedi del Maestro invita gli uomini a costruire un mondo di pace e armonia per le future generazioni, e per farlo mostra a ciascun individuo la strada per liberarsi da angosce, frustrazioni, emozioni spiacevoli, che nella vita quotidiana limitano la nostra capacità di discernimento.