21.12.2020 SOLSTIZIO D’INVERNO E L’INIZIO DELL’ERA DELL’AQUARIO

La prima parte di questa data 21.12 rappresenta un ponte verso una nuova energia.
Ogni solstizio ha una sua energia e particolarità a livello Numerologico e Cabalistico ma domani sarà un giorno speciale, rappresenta il passaggio, il ponte da un’era ad un’altra.
La somma teosofica di questa data è un UNO, confermando il nuovo inizio.
UNO è il simbolo dell’unità. Nella Cabala Alef corrisponde all’Uno, simbolo della continuità, della stabilità, forza equilibrante, legame tra il mondo superiore e quello inferiore; rappresenta il genere Umano come creatore della realtà nella dualità.

Due parole importanti Unità e Amore in ebraico iniziano con Alef, parole rapportabili all’universo, al mondo, alla vita, all’Essere Umano; io e te siamo Uno, ovvero abbiamo la stessa origine ma ognuno diverso nella sua forma. Alef, l’Uno rappresentano la divinità che tutto contiene, il tutto ma noi lo possiamo sperimentare solo attraverso la dualità, la vita, l’Amore e la ricerca dell’Unità.
Questo 2020 ci ha portato molte prove ma tutto ciò che è accaduto dovremmo finalizzarlo alla ricerca dell’Unità dentro di noi, dell’armonia interiore.

La somma del 2020 è 4 la Terra, ma anche 40, il numero delle prove per giungere alla Maturità.
Solstizio d’Inverno, il tempo in cui il seme sta nella terra, apparentemente è in stasi ma si prepara per germogliare nella Primavera. Potremmo dire che l’Inverno, dentro, nella terra, contiene la Primavera come potenziale.

In questo lungo anno siamo stati molto “dentro”, questo potrebbe aiutarci ad esprimerci più intensamente nella prossima stagione, la Primavera anche dentro di noi, la Rinascita.
Potremmo usare questa metafora per un atto psicomagico.
Mettere i nostri desideri più autentici, quelli che giungono dal cuore; attenti bene, non le necessità, i bisogni ma i desideri autentici. Scrivere su piccoli bigliettini, arrotolarli strettamente e farne dei piccoli semi che metteremo nella terra da questa notte a domani alle 10,02 quando avverrà il solstizio.
La terra li proteggerà nel tepore del suo grembo, come qualsiasi altro seme e la Primavera li porterà ad espressione!

Il 2021, di cui scriverò tra qualche giorno, ha tutto il potenziale dell’espressività, del venire alla Luce, questa energia contribuirà a far fiorire i nostri desideri del Cuore e dell’Anima.

Patrizia Pezzarossa