ECCOCI NEL 2020

Il 2020 sarà un anno particolare, non facile per chi lo vivrà privo di radicamento e centratura. Un anno di prove per portarci ad essere più concreti ed efficaci ma che, se ci troverà preparati, e ormai dovremmo esserlo, ci donerà molte soddisfazioni, tutto dipende da noi, come sempre!

Ma veniamo all’analisi dei numeri:
2020 due volte il 20, “repetita iuvant” ovvero le cose ripetute aiutano, un aiuto per noi, se non si comprende la prima lezione ci viene offerta una seconda opportunità, se non abbiamo sistemato dentro di noi alcuni fardelli è ora di riprovarci con una maggior consapevolezza, gli strumenti non ci mancano. (C’è anche molto materiale da Utilizzare in Web Radio oltre che nel web)
Il Due è il numero della dualità, della cooperazione, numero pari femminile si riferisce alla sensibilità e all’intuizione, dobbiamo imparare ad equilibrare il mentale e l’intuito, mente e cuore.
Il Due è anche il numero della coppia, questa energia ci invita ad un’alleanza tra partner, un saper “vedere e sentire” l’altro con Amore in qualsiasi ambito, affettivo, creativo o lavorativo; dovrebbe essere una vera collaborazione senza competizioni egoiche per giungere ad una amorevole comprensione reciproca. Le prove da superare potrebbero essere proprio in questi ambiti, lo Zero è anche il numero sfida/ombra nella Numerologia, se integrata questa sfida porta a livelli molto alti di consapevolezza.
La sfida dello Zero sono le emozioni ecco perché è utile essere centrati, le prove toccheranno proprio il nostro punto debole, dobbiamo vederlo e comprenderlo, ormai è tempo! Emozioni e paure saranno stimolate per integrarle.

Un Anno Quattro nella somma teosofica di tutti i numeri dell’anno, ecco la concretezza, il radicamento essenziale per la centratura, anche questo numero è pari femminile. Lo Zero, numero plenium, rappresenta il Sole e anche l’Ouroborus, quando lo Zero segue un numero lo potenzia, e nel caso del 2020 lo fa per due volte, il 2 porta nella materia le idee e con lo zero tutto ciò è potente e realizzante!

Se invece sommiamo i due 20 avremo un 40. Il numero 40 è una cifra simbolica importante, come il tre o il sette nella Bibbia, non rappresenta solo un tempo cronologico reale, indica piuttosto una lunga attesa o una lunga prova. E’ un tempo entro il quale occorre assumersi delle responsabilità, il tempo delle decisioni mature ed in cui si tirano le somme del proprio operato, delle proprie esperienze, il tempo dei frutti, le conseguenze del nostro agire.
Il numero 40 composto dal Quattro, numero simbolo della materia e della Terra, più lo Zero; gli arabi lo chiamavano sifr: questo termine indicava un venticello caldo che spirava in particolari periodi dell’anno, fu Leonardo Fibonacci che da sifr tradusse zefiro e da questo si ebbe zevero e quindi lo zero. Questo non-numero rappresenta l’assoluto filosofico, l’universo nel quale risiede l’intelligenza universale è come un disco che contiene il tutto, espressione del tutto infinito. Ecco che questo Zero a fianco del Quattro indica l’espressione di tutto il potenziale dato da una maturità ed una concretezza ben radicata nelle esperienze fatte, dovrebbe essere un passaggio ad un altro livello di consapevolezza per vivere la vita con maggior pienezza.

Il numero 40 simbolizza la peregrinazione
lungo il sentiero della verità per giungere al Cielo.
Sant’ Agostino


Il numero Quaranta ha un significato simile al numero tredici, numero karmico, rappresenta la morte simbolica, indica la prova iniziata, il trapasso che permette una seconda nascita, quella spirituale. A conferma la lettera Mem, la tredicesima dell’alfabeto ebraico, rappresenta la morte, l’essenza femminile materna nel mondo divino, la rinascita, il principio rinnovatore, la trasformazione.  Mem simboleggia la parte dell’anima che si incarna e quella che rimane sempre connessa coi mondi superiori, è la potenza creativa dell’anima. Mem significa Acqua, simbolo d’amore, capacità di essere se stessi sino in fondo. La sua funzione è il fluire, infatti l’acqua rappresenta il flusso del divenire,  l’elemento dinamico che scorre e genera trasformazioni; rappresenta l’acqua anche come movimento delle emozioni e dei flussi d’energia; è la fluidità applicata ad ogni forma, anche qui l’intuizione e l’immaginazione.

Una curiosità giunge dalle iniziali DMC, di DueMilaVenti tutte e tre le lettere hanno valore 4 un’ulteriore conferma dell’energia che dominerà questo anno nuovo; in lettere romane il 2020 è MMXX valore totale delle lettere 20.

Si parlerà molto della nostra Madre Terra, o la Terra farà parlare molto di sé, ancora ambiente ed ecologia gli argomenti più trattati, era ora, finalmente c’è una presa di coscienza! Dovremo essere più efficaci singolarmente per essere di aiuto mettendo in pratica “gesti e azioni” per la tutela della Terra, di noi stessi e della nostra salute. Dobbiamo essere “Buoni Custodi” di ciò con cui interagiamo, siano risorse, cibo, acqua, persone ed animali; Buoni Custodi non accaparratori privi di attenzione ed etica.

Quest’anno stiamo davvero mettendo le fondamenta di una nuova vita e l’anno prossimo, anno 5, ci saranno i cambiamenti in base a come avremo operato ora.
Possiamo attendere che le stelle ci dicano cosa accadrà o comprendere invece Chi Siamo e quali siano i nostri potenziali, attraverso i nostri numeri e la comprensione delle prove ed esperienze che viviamo e vivremo.
Molti in questi ultimi mesi vedono numeri doppi, molti mi scrivono e spesso riguardano i numeri del loro Theos Numerologico, le indicazioni giungono, è ora di attivarsi.

In sintesi: le parole bisogna camminarle, le promesse mantenerle, gli impegni onorarli, le responsabilità assumerle, niente di straordinario, dovrebbe essere la normalità 😉

Om Tat Sat
Buon Anno!

Patrizia Pezzarossa

PREGHIERA DEL PELLEGRINO
Cammina, sei nato per il cammino.
Cammina, hai un appuntamento. Dove? Con chi?
Ancora non lo sai, forse con te stesso.
Cammina, i tuoi passi saranno le tue parole, la via la tua canzone,
la fatica la tua preghiera. Alla fine il tuo silenzio ti parlerà.
Cammina, solo o con altri ma esci da te stesso.
Ti creavi rivali, troverai compagni.
Immaginavi nemici, troverai dei fratelli.
Cammina, la tua mente non sa dove, i passi conducono al tuo cuore.
Cammina, sei nato per percorrere la via, quella del pellegrino,
un altro cammino verso di te, e ti cerca perché tu possa trovarlo.
Al santuario, meta del tuo cammino.
Al santuario, nel profondo del tuo cuore.
Lui è la tua pace.
Lui è la tua gioia.
Ora va, Dio già cammina con te.
preghiera tratta da: 
In cammino verso i Santuari della Lombardia

Clicca qui per i nostri corsi: https://www.visionealchemica.com/programma-corsi-e-conferenze-di-numerologia-2020/
https://www.facebook.com/pg/visionealchemica/events/?ref=page_internal

Immagine di proprietà di Michela Salotti

Un racconto di fantasia che descrive un percorso di crescita, un esempio di come potrebbe essere il cammino per uscire dallo stato di Matto Zero e dalle sue ombre ed entrare nella Luce del Matto 22. I passi fondamentali in un cammino di conoscenza non sono molti ma l’essenziale è compierli. La vita stessa è un percorso iniziatico, accogliendo le prove che ci propone, fluendo in esse, ci modella e trasforma meravigliosamente al di là di ogni nostra aspettativa!
Lo trovate a questo LINK