18-68, il XVIII dell’Inferno e il I del Paradiso: LA VIA DELLA DIRITTA VIA

Di qua, di là, su per lo sasso tetro vidi demon cornuti… (18)… e sì come veder si può cadere foco di nube… (68)

MALEBOLGE E PARADISO
Dopo la Via del Vital Nutrimento, questa è la seconda Via Sapienziale che si incontra sulle quattro sezioni di diametro che formano la croce interna, templare patente spinata, detta anche croce delle Otto Beatitudini: la croce di iniziazione dell’Ordine Templare. Per entrare nel secretum del Poema, quello dei Sigilli, sono i primi ostacoli che l’Alighieri ci fa incontrare, sono prove che devono essere superate. Infatti i Canti che formano questa Croce coincidono proprio con i Chiodi Interni dei Sigilli: necessario estrarli per poter raggiungere il segreto contenuto.

Se la prima Via ci insegna che dobbiamo alimentare i nostri 4 corpi con Sapienza e farli crescere insieme, la Seconda Via invece ci offre l’indirizzo: che strada dobbiamo prendere, per essere certi di essere nel giusto?Solo la dimensione immaginale dell’Alighieri ci può rispondere.
Se abbassate gli occhi vedete il pozzo profondo delle dieci valli che si inabissano verso il centro della terra.

Se alzate gli occhi vedete i 9 cieli che, per desiderio d’amore, orbitano attorno al Decimo, all’Empireo Immobile e Quieto e Infinito. E questa è la reale visione astronomica della Galassia della Via Lattea che ci viene rivelata alla fine del Poema: tutta la Galassia, Terra compresa, orbita attorno al suo Centro.Con un solo movimento dello sguardo, cogliamo l’Immagine della Via, che è sempre simmetrica e contraria, dentro la nostra dolorosa Dialettica degli Opposti: la visione è uguale, solo che la prima ci inabissa, come quando un fulmine cade dalla nuvola attratto dalla terra, e invece la seconda ci porta in alto, come la vera natura del fuoco pretende. Dante non comprende di aver cominciato a volare, è solo immagato davanti all’esplosione di luce di tutti i nove cieli che insieme brillano della intensa luce del sole (così come si era inorridito davanti alle tenebre del pozzo cupo delle Malebolge).

Maria Castronovo

IL VERO VIAGGIO DI DANTE



Pagina FB: https://www.facebook.com/maria.castronovo2?fref=ts
Per chi è interessato, a questo link potrà trovare gratuitamente le mie quattro FABULE ARCANE ispirate alla FAMIGLIA DELLE FIGURE: Bagatto, Appeso, Amanti ed Eremita.
http://www.antiguatau.it/aggiornamenti%204/pagine-varie/CASTRONOVO.htm