17-67: il XVII dell’Inferno e il XXXIII del Purgatorio: CINQUE UNO CINQUE

Ecco la fiera con la coda aguzza … ecco colei che tutto ’l mondo appuzza! (17)

… un cinquecento diece e cinque …

anciderà la fuia con quel gigante

che con lei delinque. (67)

DISCESA, SALITA E … NUMERI

Poi parve a me che la terra s’aprisse

tr’ambo le ruote, e vidi uscirne un drago

che per lo carro sù la coda fisse; 132

e come vespa che ritragge l’ago,

a sé traendo la coda maligna,

trasse del fondo, e gissen vago vago.  135
(66)

Poi mi sembrò che la terra si aprisse fra le due ruote, e vidi che ne usciva un drago che conficcò la coda su per il carro; e come una vespa che ritrae il pungiglione, il drago, tirando a sé la coda maligna, portò via una parte del fondo del carro, e se ne andò serpeggiando.

Pare proprio che questo drago alato con la coda maligna se ne vada in giro vagando vagando, o meglio, prestandosi momentaneamente come comparsa all’Eden, a cinquanta canti di distanza e aprendo la terra giungendo dritto dall’inferno, per rivelare a chi ascolta quale sia la potenza del Male in grado di far vivere l’Umanità in costante stato di sofferenza.

Il Dragone policromo delle Malebolge, il Gerione che passa i monti, e rompe i muri e l’armi! (17), sembra proprio la stessa bestia che ha squarciato il Carro per consegnarlo al Gigante e alla Puttana Sciolta: le due entità che inverano l’immagine della Umanità Corrotta. Che sono i veri Protagonisti del Profondo Inferno, prima che si giunga all’abisso dei Traditori.

Seduttori e ruffiani, adulatori e lusingatori, simoniaci, indovini e maghi, barattieri, ipocriti, ladri, consiglieri fraudolenti, seminatori di discordia e scismatici, falsari.

Per davvero se ne vedono di tutti i colori, incarnati dal Mostro Proteiforme, che sono quelli più temibili e corrosivi al nostro vivere, e soprattutto sempre in prima pagina sui nostri quotidiani, forse perché risulta più facile far scoppiare un’atomica, che tenere costantemente sotto scacco interi continenti con l’aberrante potere della FRODE.

Seminare il terrore è fraudolento, le menzogne sono fraudolente, la demagogia è fraudolenta, le promesse non mantenute sono fraudolente, la pubblicità è fraudolenta, il disprezzo per le vite umane è fraudolento…

Mentre Dante nel 17 scende sempre più giù all’inferno verso le Malebolge, nel 67 diventerà puro e disposto a salire alle stelle.

E scendere e salire è molto spesso è la continua oscillazione del nostro vivere.

Maria Castronovo

Pagina FB di Maria Castronovo: https://www.facebook.com/maria.castronovo2?fref=ts
Libri: DONNA SELENE https://www.unilibro.it/libri/ff
A questo link potrà trovare gratuitamente le mie quattro FABULE ARCANE ispirate alla FAMIGLIA DELLE FIGURE: Bagatto, Appeso, Amanti ed Eremita.
http://www.antiguatau.it/aggiornamenti%204/pagine-varie/CASTRONOVO.htm

Ascolta “MARIA CASTRONOVO – 17-67: IL XVII DELL’INFERNO E IL XXXIII DEL PURGATORIO” su Spreaker.