I VIAGGI ASTRALI E TUTTO CIO’ CHE NON SAI

Ancora oggi, dopo oltre 40 dalla pubblicazione di un testo illuminante come quello di Monroe sui Viaggi Astrali, noto ancora tanta  disinformazione e spesso uno stupido scetticismo dettato forse più dalle marcie radici della tradizione religiosa che da uno studio approfondito e attuale del fenomeno. Stormi di Guru e Maestri Spirituali dispensano consigli, spiegano visioni e danno per scontato che la loro esperienza sia oggettiva e veritiera.

 

Da questo mare di disinformazioni nascono i luoghi comuni sul fenomeno : “ Se fai un viaggio astrale altre entità possono rubarti il corpo “ ! “ Se ti allontani troppo il cordone d’argento si spezza e muori “ ! “ Sono solo frutto della tua immaginazione “ ! “ Hai sognato “ ! “ I Viaggi Astrali sono fini a se stessi “ ! “ Sono pericolosi “! “ Sono malattie della mente “ ! ecc… ecc..
In oltre 30 anni di esperienze astrali ho sentito ogni genere di cosa e ancora oggi questo brusio di mezze verità e luoghi comuni non si placa e non si quieta. Ho notato e scoperto che fantomatici personaggi sono diventati maestri dell’ OBE con un paio di esperienze fuori dal corpo e addirittura insegnano, con un vago ricordo di ciò che hanno fatto e con la consapevolezza di non averci capito nulla, le proprie tecniche e i rituali che propinano questo genere di esperienze.

 

Non mi interessa giudicare il lavoro altrui nè sminuirlo o condannarlo, ma mi interessa fare chiarezza su cosa è un Viaggio Astrale e quali sono i parametri che lo contraddistinguono. L’ esperienza di Sdoppiamento è l’uscita da parte dell’elemento energetico dell’ individuo e della sua Coscienza da quella che è semplicemente la parte materiale cioè il corpo. Tutto ciò avviene per la variazione di un parametro fisico e meglio ancora metafisico, ovvero la frequenza vibrazionale propria della persona.

 

Non è fantascienza, non è paranormale, è semplicemente uno “ sbalzo “ energetico che, alimentato da particolari caratteristiche del soggetto, consente ai due elementi di separarsi.  Ops, mi trovo sul soffitto della mia camera e vedo il mio corpo sdraiato nel letto! Sto sognando? No, mi sono semplicemente separato dal corpo! Se poi, grazie all’allenamento, alla volontà, ad una predisposizione, ma soprattutto alla voglia di esplorare e alla curiosità, esco da quella mia stessa stanza ed esploro le infinità di dimensioni determinate da diverse frequenze vibrazionali, ecco che sto facendo un Viaggio Astrale.

 

La mia mente è la regista di queste esperienze e codifica le sensazioni che provo. Lo spazio, il tempo, e tutti i parametri fisici sono annullati dalla diversa densità della materia energetica e dunque non ho limiti al mio movimento o alle mie percezioni.
E’ pericoloso? No, è pericoloso ciò che si pensa, non ciò che si fa!
Posso morire? Se succede è perché doveva succedere, non perché hai fatto un Viaggio Astrale?
E’ utile? Siiiii, è EVOLUZIONE, apprendimento, cultura, illuminazione ecc…
Basta un solo viaggio
? No, occorre comprendere i presupposti e i meccanismi della Dimensione Astrale!
Posso farli anche io? Certo, ma il viaggio astrale per chi non è un viaggiatore spontaneo inizia la mattina quando ci svegliamo, non la notte quando andiamo a letto. Perché si raggiunga questa esperienza occorre un sistematico e costante allontanamento dalla materia. Chi può guidarmi in questa esperienza? Chi ne ha avute abbastanza da padroneggiarle ( 10 non sono abbastanza ).
Ho paura, cosa devo fare? La paura non è l’emozione adatta per affrontare nuove esperienze; studiamo, proviamo e superiamo la paura.
Se l’esperienza non mi piace? Non la ripeti più!
Sul web si legge… tizio mi ha detto… in associazione si fa… ho visto un video… ecc… Solo chi è realmente padrone dell’esperienza può essere un valido aiuto! Come faccio a sapere se è padrone dell’esperienza? Chiedi quanti viaggi ha fatto!

Buon Viaggio a tutti

Ensitiv

Pagina FB: https://www.facebook.com/Ensitiv.Sensitivo/

Ascolta “I VIAGGI ASTRALI E TUTTO CIO’ CHE NON SAI con ENSITIV” su Spreaker.





Salva

Salva

Salva