cigni-innamorati-179734

SIMILE ATTRAE SIMILE

cigni-innamorati-179734

Solo una persona amorevole – una che è già colma d’amore – può trovare il partner adatto.

La mia osservazione è questa: se sei infelice, troverai un’altra persona infelice. La gente infelice è attratta da gente infelice. Ed è giusto, è naturale. È un bene che le persone infelici non siano attratte dalla gente felice, altrimenti distruggerebbero la loro felicità. È più che giusto.

Solo chi è felice è attratto da individui felici.

Il simile attrae il suo simile. Le persone intelligenti si sentono attratte dalle persone intelligenti, la gente stupida è attratta dagli stupidi.

Incontri gente del tuo stesso livello. Quindi la prima cosa da ricordare è: una relazione cresciuta nell’infelicità non potrà che essere amara. Prima sii felice, sii gioioso, festoso; solo allora troverai un’altra anima gioiosa e vi sarà l’incontro di due anime danzanti, e da questo nascerà un’immensa danza.

Non cercate una relazione perché siete soli, no. In questo caso vi muoverete nella direzione sbagliata: userete l’altro come un mezzo, e l’altro userà voi come un mezzo. E nessuno vuole essere usato come un mezzo! Ogni singolo individuo è fine a se stesso. È immorale usare l’altro come un mezzo.

Prima imparate ad essere soli. La meditazione è un modo per essere soli.

E se riuscite ad essere felici in solitudine, avrete imparato il segreto dell’essere felici. Ora potrete essere felici insieme. Soltanto se siete felici avete qualcosa da condividere, da dare. E quando dai, ricevi: non è mai il contrario. Allora nasce il bisogno di amare qualcuno.

Normalmente il bisogno è di essere amato da qualcuno. È un bisogno sbagliato. È un bisogno infantile: non sei maturo. È un atteggiamento da bambino.

Nasce un bambino. Ovviamente il bambino non è in grado di amare la madre; non sa cos’è l’amore e non sa chi sono la madre o il padre. È completamente inerme. Il suo essere deve ancora integrarsi: non è un individuo, non è ancora un insieme. È soltanto una possibilità. Bisogna che la madre lo ami, che il padre lo ami, che la famiglia inondi il bambino d’amore. Per cui impara una cosa: che tutti lo devono amare. E nessuno gli insegna mai che lui deve amare. Adesso il bambino crescerà, e se rimarrà fissato in questo atteggiamento, secondo cui tutti lo devono amare, soffrirà per tutta la vita – il suo corpo crescerà, ma la sua mente rimarrà immatura.

Un individuo maturo giunge a capire l’altro tipo di bisogno: quello di amare qualcuno.

Il bisogno di essere amato è infantile, immaturo. Il bisogno di amare è indice di maturità.

E quando sei pronto ad amare qualcuno, nasce una bellissima relazione, altrimenti no.

“È possibile che in una relazione due persone si facciano del male a vicenda?” Sì, è quel che succede in tutto il mondo. Essere un bene per l’altro è molto difficile. Non sei buono nemmeno con te stesso, come puoi essere buono con l’altro?

Non ami nemmeno te stesso, come puoi amare qualcun altro?
Ama te stesso, sii buono con te stesso.

I vostri cosiddetti santi vi hanno insegnato a non amare voi stessi, a non essere mai buoni con voi stessi. Dicono: Sii duro con te stesso! Vi hanno insegnato a essere gentili verso gli altri e duri verso voi stessi. Questo è assurdo.

Io vi insegno che la prima cosa – e la più importante – è essere amorevoli verso se stessi. Non essere duro, sii morbido. Prenditi cura di te stesso. Impara a perdonare le tue debolezze – un giorno dopo l’altro, e poi ancora – sette volte, settantasette volte, settecentosettantasette volte. Impara a perdonare te stesso. Non essere duro: non essere inconflitto con te stesso. Allora fiorirai.

E in questo fiorire, attirerai altri fiori. È naturale. Le pietre attraggono le pietre, i fiori attraggono i fiori. Quindi sorgerà una relazione che ha una grazia, che possiede una bellezza, che contiene in sé una benedizione. E se riesci a trovare una relazione simile, la tua relazione maturerà verso la preghiera, il tuo amore diverrà estasi, e attraverso l’amore conoscerai il divino.

Fonte: http://www.osho.com/it/read/featured-articles/other-myself/like-attracts-like