cigni-innamorati-179734

SIGNIFICATO ESOTERICO DEL CIGNO

cigni-innamorati-179734

I cigni sono in stretta relazione con gli dei luminosi e sono il simbolo di saggezza, amore sincero, fedeltà per la/il proprio/a  compagno/a , innocenza, purezza, forza e coraggio, nonostante Zeus si dicesse che si trasformasse in cigno per circuire meglio le umane con cui voleva copulare..il cigno dona la capacità di interpretare i sogni e rappresenta l’evoluzione spirituale, è legato all’acqua dove nuota.

All’aria dove vola, e alla terra dove si posa, ma rappresenta soprattutto il fuoco del sole da cui trae il suo potere per padroneggiare gli altri tre elementi: rappresenta la comunicazione fra gli elementi, fra i diversi mondi, benefico e sacro possessore di poteri magici legati alla musica e al canto, uniti ai poteri terapeutici del sole e dell’acqua, esso rappresenta altresì la luce interiore e l’armonia dello spirito umano, la scintilla divina nell’uomo.

Il suo volo è paragonato al ritorno dello spirito verso la propria sorgente e rappresenta la parte dell’uomo che tende al bene al meglio di sè, alla percezione, alla spiritualità, nel medioevo era l’emblema della cavalleria mistica e rappresentava il cavaliere che partiva alla ricerca del Graal, la Sacra Coppa.

Dalla Grecia antica passando per l’Asia così come per i popoli slavi e germanici e per i nativi americani , il cigno è l’uccello immacolato il cui candore, energia e grazia ne fanno una rappresentazione vivente della luce, inseparabile compagno di Apollo nella grecia antica, diventa una delle trasfigurazioni di Zeus per sedurre Leda, come detto prima, mentre in Estremo Oriente è da sempre simbolo di  purezza e bellezza, nobiltà e coraggio.

Nelle fiabe il cigno è spesso una rappresentazione di una principessa o di una fata che, a causa di un sortilegio o di un incantesimo ha preso questa forma per avvicinarso all’eroe della storia, chiaro richiamo alla simbologia alchemica: esso è l’uccello che ricorre più frequentemente nei testi mitologici celtici, creatura essenzialmente  celeste, è la forma assunta dalla maggior parte degli esseri dell’altro mondo che, per una ragione o per l’altra, penetrano nel mondo terrestre.

In India alcuni personaggi altamente spirituali sono investiti del titolo di paramahansa. Questo titolo letteralmente “cigno supremo”, simbolo di discernimento spirituale – indica qualcuno che ha raggiunto lo stato più elevato di unione con Dio.

Per i nativi americani il cigno sa accettare la grazia portata dal cambiamento sottomettendosi al piano divino del Grande Spirito e non opponendosi in nulla alla sua volontà.
Questo simbolismo nasce dalla trasformazione dello sgraziato pulcino in un maestoso cigno il cui sguardo può spingersi oltre il mondo delle apparenze e vedere nel futuro.

Fonte: http://runelore.it/magia-esoterismo/il-cigno.html