amore-insieme

Promessa d’eterno Amore… a se stessi!

amore-insieme
Qui di seguito è spiegato il rito di Beltane, per celebrare il matrimonio Sacro fra il maschile e femminile. L’unione del Dio e della Dea che da vita a tutti gli esseri viventi sulla Terra, in realtà è il simbolo dell’unione divina del maschile e femminile dentro di noi. Un rito che si può celebrare con se stessi indipendentemente dalla lunazione, che è già avvenuta. Una promessa che facciamo a noi stessi e che si può pronunciare in qualsiasi momento, nulla toglie valore a questo patto d’alleanza spirituale.

Per chi invece, volesse seguire la tradizione, il rito scozzese sarà il 15 Maggio.

Sei co-creatore dell’universo, in te vive la Magia alchemica della scintilla che distilla la Vita, guardati allo specchio ora e pronuncia la promessa d’eterno amore, quella che hai sempre sognato pronunciare con la tua anima gemella, ecco ora l’hai trovata.. sei tu, è in te, è quel sorriso che ti nasce sulle labbra ogni volta che provi amore verso te stessa/o, quello scintillio negli occhi quando ti prendi cura di te, quando ti perdoni per tutto il veleno del giudizio con cui hai nutrito il tuo corpo fino ad oggi.

**
Io Prendo te ( dite il vostro nome d’anagrafe o nome spirituale)
Come mia/o Sposa/o
Io ti amo e ti accetto come sei
Prometto di non offenderti mai più
Di non criticarti ma di consigliarti eventuali strade di evoluzione
Prometto di esserti fedele, di essere autentica/o
Di guardare al nostro corpo come tempio del divino
Prometto di riempire la nostra vita di bellezza e abbondanza
Di nutrire la nostra anima con amore, armonia ed equilibrio.
Prometto di prendermi cura del nostro corpo e del nostro spirito.
Prometto di provvedere ad ogni nostro bisogno
Di avere fiducia nelle nostre capacità,
Prometto di liberarmi da ogni pensiero di giudizio verso me stessa/o
Di liberarmi da ogni persona, cosa o situazione che non ci permette di essere felici
Prometto di aver cura ogni giorno del nostro benessere
Io ti amo Riflesso Divino di me stessa/o
Io ti chiedo perdono per ogni parola, pensiero, azione, pieni di veleno, di giudizio, di critica
Che ho inconsciamente o consapevolmente detto, pensato, fatto contro di te.
Oggi io prometto di Onorarti e Onorarmi ogni giorno della mia vita
Così ho detto e così è
Il Dio e la Dea ora sono Uno in me

Prometti adesso e ogni giorno della tua vita di nutrire corpo e anima solo di amore e bellezza, compassione e benedizione. Permetti all’essere di Luce che sei di assumere le sue vere sembianze, di irradiare il mondo della sua bellezza. Abbracciate voi stessi, ballate, piangete, fate l’amore con voi stessi, accarezzate e riconoscete in voi la capacità d’amare, di godere, di donarvi completezza, vibrate il vostro essere Uno.

Selva Della Luna
Fonte: Nel Nome della Madre
Pagina FB

Beltane (più comunemente pronunciato “Bell-tayn”, o “Beel-teen”, “Beel-Tawn-uh”, o “Byal-Tinn”) è uno dei Sabba maggiori dell’ anno, di solito è celebrata il 1 ° maggio , ma può essere celebrato già dalla notte del 30 aprile, a seconda della tradizione o – se si è solitari – semplicemente a scelta personale. Nella tradizione celtica si celebra il 1 ° Maggio o durante la prima luna piena in Toro. La tradizione scozzese di PectiWita invece celebra il sabba il 15 Maggio. Nella tradizione nordica, il periodo delle celebrazioni va dal 22 Aprile al 1 Maggio sotto la festività di Valpurgis- Thrimilci.
La notte di Valpurga è una notte di festa e baldoria, le nove notti che intercorrono tra il 22 e il 30 ( duratnte le quali cade anche la moderna Festa della Terra, proprio il 22) sono venerate in ricordo dei nove giorni in cui Odino “ All Father” rimase appeso a Yggdrasil l’ albero del mondo. Durante la nona notte Walpurgisnacht (30 Aprile) Egli vide le rune, le afferò nella sua morte rituale momentanea. In quel momento tutta la luce dei nove mondi si spense e per un istante regnò il caos più totale. Allo scaccare della mezzanotte poi, la luce tornò in modo abbagliante, così come tornò la vita del Dio dopo il suo sacrificio e in onore di ciò ci sono fuochi danzanti accesi ancora oggi. Durante la notte di Walpurgisnacht i morti hanno spazio sulla terra e in oltre in questa data si conclude anche la Caccia Selvaggia. Il primo Maggio è invece la festa di Thirimilci – l’inizio dell’ estate, festa di gioia e di fertilità quanto Ostra, in questo periodo la maggior parte della gente del Nord era finalmente uscita dal freddo e dalla neve.
Altri nomi utilizzati per questo Sabbat sono Bealtaine (irlandese Wittan), Pentecoste o Vecchio Bhealltainn (Scottish PectiWita), Bealtinne (Caledonii o Druidi), Samhradh e La Baal Tinne (Faery Wicca), Roodmas, Rudemas ( stregoneria messicana), Walburga ( teutonica), Walpurgis Eve, Estate Celtica, Giamonios, Tanas Day – La Giornata di Tana (Aridian), Floralia, Il Grande Rito, primo maggio, e maggio Eve. E ‘noto anche come Cetshamain in Irlanda, ed è uno dei pochi festival irlandesi.

Questo Sabba è soprattutto una festa della fertilità, con incantesimi della Natura e le offerte agli Elementali. Il ritorno della vera e propria fertilità è ora molto evidente. I poteri degli elfi e delle fate sono in crescita e raggiungeranno il loro massimo potere durante il Solstizio d’Estate. Le celebrazioni più poplari sono volte a saltare i manici di scopa o a ballare intorno ai pali maggio, che sono simboli della fertilità. Il salto dei falò e suonare i corni sono altre forme di celebrazione tradizionale. Tessere e intrecciare sono le arti tradizionali in questo periodo dell’anno, l’unione di due sostanze per formarne una terza è linea con lo spirito di Beltane. Questo Sabba rappresenta infatti l’unione del Dio e della Dea, il matrimonio sacro, tutta la vita nuova, e la fertilità per tutte le cose viventi.
Si celebra quindi l’ handfasting (matrimonio) della Dea e del Dio, che segna anche il risveglio della fertilità della terra nella sua pienezza. Questo è l’unione tra la Grande Madre e il sio giovane consorte, questo accoppiamento porta nuova vita sulla terra. E ‘sul piano spirituale, l’unificazione del Maschile Divino e del Femminile Divino per portare avanti il terzo, la coscienza. Sul piano fisico l’unione della terra e del sole per realizzare la fecondità della stagione di crescita.

Altra fonte: Continua….