SE POTESSI ESPRIMERE UN SOLO DESIDERIO…

Se potessi esprimere un solo desiderio, ora qui, con la certezza assoluta che verrebbe esaudito senza se e senza ma dall’universo, cosa sceglieresti?

Forse non ci hai mai pensato, o forse ci pensi tutti i minuti di tutti i giorni, ma è possibile che in questo momento la mia domanda ti spiazzi.

Mi spiego meglio, potrebbe essere che leggendo il titolo di questo articolo tu abbia subito visto, percepito, o sentito “qualcosa” dentro di te.

E potrebbe anche essere che quella “cosa” che adesso ti si è piazzata nella testa tipo l’immagine dell’elefante rosa nei corsi che spiegano le “clausole” della legge di attrazione quando ti viene detto “non pensare ad un elefante rosa”,  abbia già acceso tutte le lucine della tua consolle emozionale…

Ma esploriamo meglio la questione.

SE POTESSI ESPRIMERE UN SOLO DESIDERIO, SAI COME SI FA A DESIDERARE DAVVERO?

Forse tu sai che cosa significa desiderare… ma, sempre forse, non sai che un desiderio andrebbe formulato nel modo migliore, più chiaro possibile, in breve, ma tenendo conto anche dei fattori che implica la realizzazione del desiderio stesso.

Ad esempio, immagina di star desiderando di sposare il panettiere che lavora sotto casa, uomo attraente, bello, interessante, e single.

Ma perchè lo vuoi sposare?

Magari tu pensi di volerlo come marito perchè sei convinta che quella persona ti piaccia, perchè ha un non so che che ti attira, perchè senti le farfalle nello stomaco quando lui esce dal negozio o tu ci entri, eppure, forse, non ci hai mai parlato, non sai se siete compatibili, non sai se avete gusti, principi, valori, interessi in comune. So cosa stai pensando, e  si, concordo, l’amore è qualcosa che non si comanda, ma magari non sai ancora se è amore oppure un calesse, e si sa, il calesse non si mostra subito subito, ha un tempo di svelamento, un pò come la carrozza di Cenerentola che tornava zucca solo a mezzanotte dopo la fine del ballo.

Ma sei sicura che il tuo desiderio sarebbe di sposare il panettiere sotto casa e magari non piuttosto: incontrare, armonizzarti e vivere una vita lunga e felice con la persona più compatibile con te sulla faccia della terra, la tua anima gemella perfettamente combaciata e combaciante, ma soprattutto baciabile, notte e giorno e anche il lunedì mattina, quando il lunedì mattina normalmente tu lanceresti un missile di improperi contro chiunque avesse l’ardire di avvicinarsi…???

 

Dove voglio arrivare?

SE POTESSI ESPRIMERE UN SOLO DESIDERIO, DESIDERI DAVVERO QUEL CHE TI MERITI?

Voglio farti riflettere sul fatto che molte persone “si meritano di più” di quello che sono convinte di desiderare. Nella vita si finisce presto per desiderare il conosciuto, ripercorrere sempre le stesse strade, in cerca di un significato differente che non sempre è possibile trovare. Ci costringiamo in rapporti senza gioia e qualche volta senza amore, ci raccontiamo che il nostro lavoro ci serve e non lo possiamo lasciare, ci incolliamo alla storia di famiglia come francobolli su una cartolina. Ma la verità è che basterebbe guardare oltre. E reimparare a desiderare i desideri della nostra Essenza per noi.

Spesso infatti sono semplicemente gli occhiali che stiamo indossando che ci impediscono di vedere attraverso: occhiali di disistima, di non valore, di attaccamento e di paura, occhiali sui quali rechiamo scritto “ma chi sei tu per meritare”. La strada del lavoro su di se’ è la chiave, perché porta inevitabilmente e quasi sempre molto presto, a dover lasciare andare le zavorre, le convinzioni limitanti e quello che pensiamo vero di noi stessi e del mondo. Il trucco, la magia sono semplicemente li. Nel creare nuovi vuoti da riempire!

SE POTESSI ESPRIMERE UN SOLO DESIDERIO, COSA TI IMPEDISCE DI DESIDERARE IL MEGLIO PER TE

Quasi sempre infatti la radice dei nostri problemi è in quanto siamo pieni, di strutture e gabbie createsi nel passato e ormai radicate all’interno del nostro stesso modo di pensare. La nostra personalità infatti spesso è zeppa di risposte automatiche, ovviamente repliche di esperienze registrate nell’inconscio e che abbiamo immagazzinato nel periodo delle matrici perinatali (dal preconcepimento al parto), durante il tempo dell’imprinting (periodo 0 -7 anni circa), e che sono dovute all’influenza dell’albero genealogico.

Pensando al periodo dell’imprinting, per esempio, un vissuto che ha fatto registrare una carenza di sguardi e di attenzioni, ancor prima della carenza di amore, può aver fatto di un bambino un adulto insicuro, bisognoso, ferito, convinto di meritare poco o nulla dalla vita, di non valere e di non essere abbastanza (bravo, forte, solido, bello) per realizzare il suo cammino su questa terra nel modo migliore possibile per se stesso e per gli altri.

Quando un adulto, da bambino, ha sperimentato la mancanza di comprensione, di amore, di aiuto e di solidarietà da parte dell’ambiente familiare ferite come l’umiliazione, l’abbandono, l’indifferenza, la sensazione di ingiustizia o il tradimento possono essersi trasformate in matrici che informano ancora nel presente le sua visione di se stesso e le sue relazioni con l’altro sia nell’ambito privato che lavorativo.

È importante identificare queste dinamiche resistendo alla tentazione di negarle, affrontando le nostre parti sofferenti congelate e in ombra, portando amore dove ci sono nodi da sciogliere, avendo il coraggio di lasciarli andare trasformando ciò che può averci limitato fino ad oggi in un elemento di potere.

SE POTESSI ESPRIMERE UN SOLO DESIDERIO: ECCO DELLE RISORSE PREZIOSE PER TE.

Ecco perchè noi di Armonia Emozionale abbiamo preparato dei corsi che ti aiutano ad affrontare tutte le convinzioni e le strutture congelate che ancora influenzano la tua vita, e che ti aiuteranno a entrare in contatto con il tuo nucleo profondo per elaborare ciò che ancora ti crea dolore o ti condiziona,  ritrovare la tua libertà e imparare a connetterti alle emozioni positive già presenti in te, come ti proponiamo di fare ad esempio nelle lezioni di  “Decondizionati – Apri la porta alla felicità e butta la chiave!”, un paio di mesi di lavoro durante i quali  andrai a stimolare e lavorare sentimenti quali: Entusiasmo – Personalità – Attenzione – Emozione – Desiderio – Coraggio – Volontà – Speranza – Ottimismo – Amore – Felicità. Settimana dopo settimana la tua intenzione sarà focalizzata su un sentimento, permettendoti di espanderne le possibilità.

 

Ma tornando ai nostri desideri, ho subito dei suggerimenti per te, su come “lavorare”…

CONTINUACLICCA QUI!