Numerologicamente perchè 21.12.2012

Mi è capitato negli ultimi giorni di leggere analisi numerologiche sulla fatidica data 21.12.2012, chi impropriamente fà la somma di 21.12.12 omettendo l’anno per intero. Chi moltiplica i numeri tra di loro e riesce a far risultare un 666 definendolo numero nefasto, alcuni esseri umani tendono verso il catastrofismo…  ognuno ha il proprio percorso!

Queste letture mi hanno comunque stimolata a fare un’analisi numerologica della data con serenità e discernimento.

Nella numerologia si sommano i numeri della data completa:

2+1+1+2+2+0+1+2= 11

Tutti noi ormai sappiamo che l’11 è un portale energetico, ricordate il famoso 11:11 dell’orologio digitale, abbiamo pubblicato di recente un post carino a questo proposito. (post numeri doppi clicca qui)

L’11 è un numero Maestro, nascita e ancoraggio del nuovo. Illuminazione e Risveglio dello Spirito, direbbe Pitagora, a questo proposito prenderò in prestito alcuni brani che metterò in corsivo, di un libro che vi citerò alla fine*.

Proviamo a scomporre la data in due parti, (è il libro che mi ha ispirato questa cosa), il giorno ed il mese danno un 6 come risultato e l’anno dà un 5 e vediamo che:

Il 5 si irradia dall’1 come giustapposizione (somma) di Diade e Triade (2+3) oppure della Tetrade e della Monade (4+1): viene chiamato Unione, Legge, Civiltà e Giustizia.  Il mondo organico e vegetale. Vita vegetativa dell’anima. Enumera il quinto elemento, l’Etere, che separa la Terra dal Cielo e quindi viene anche chiamato Unione e Luce. Più precisamente, in quanto Luce, indica il lampo mediatico e misterioso dell’Intuizione.

Il 6 invece è il prodotto di Diade e Triade (2×3), è il primo numero perfetto (uguale alla somma dei suoi propri divisori – 1, 2, 3 – escluso se stesso) e inaugura la seconda metà della Tetrachtis. E’ il numero del Cerchio, della Bellezza dell’Ordine dell’Universo: kòsmos e kosmé, dicevano i Greci. Protetto da Afrodite perché Unione d’Amore.

Per cui l’11 è il presupposto perfetto per un Cambiamento Magistrale, un numero che contiene tutto, Monade, Diade, Triade e Tetrade, Unione e Luce, Amore e ordine dell’Universo, così sia!

Nella scuola di Pitagora vi erano diversi livelli di iniziazione, il 10 era un traguardo per pochi ma, nel libro l’autrice scrive:

La Via Diritta. La Via dell’Ascesi, la Via che porta l’anima verso l’alto…(…)  Gli Iniziati di extralusso potevano salire al 12. Non si sa quanti Pitagorici abbiano raggiunto il 12… si sa che uno solo l’ha raccontato: Dante.
All’11 l’anima si RISVEGLIA ed è in grado di staccarsi dal corpo vivo e al 12 raggiunge l’Unione con Dio, condividendone, oltre ad altri segreti, anche l’immortalità e lo sguardo nelle sette direzioni.

Ecco qui la spiegazione del perchè proprio 21.12.2012, è chiaro, limpido e luminoso, questa data ha tutti i presupposti, a livello numerologico per portarci a realizzare quanto immaginato attraverso la letteratura spirituale.
Qualche scettico potrebbe opinare che qualsiasi altra data, per esempio il 3.3.2012 ci porta lo stesso risultato ma… non è stata citata nelle profezie Maya, non ci è pervenuta continuamente come il 21.12.2012 per cui l’analisi continua.

Per la Numerologia degli Archetipi, il cui ideatore è Guido Rossetti, l’11 è un numero Maestro che corrisponde all’archetipo del Genio i cui simboli sono:
La luce simbolo della conoscenza rivelata che permette all’uomo di trionfare sull’ignoranza.
Il lampo che rappresenta il fuoco celeste e come tale è il simbolo dell’intelletto, è anche l’emblema del rischiaramento intuitivo e spirituale.
La tempesta è il simbolo di una straordinaria agitazione cosmica; come un immenso catalizzatore, determina le grandi rivoluzioni e accompagna l’inizio e la fine delle epoche storiche.
Il colore associato all’Archetipo del Genio è l’argento che nella sua valenza lunare, può essere rapportato al bianco. Nella sua definizione di non-colore, esso si colloca nel punto di giunzione tra spirito e materia, manifesto e non manifesto e assieme al nero, rappresenta la luce ultraterrena del cosmo. Colore di transizione, il bianco segna un ritorno all’indifferenziato e nelle tradizioni di molte culture, è associato ai riti di passaggio.

Non può trattarsi di una coincidenza, questo mi dicevo mentre mi documentavo e leggevo le parole che poi ho scritto qui… se l’Universo è la perfezione matematica e geometrica di Dio… se la sequenza di Fibonacci , (nel video che ormai è storia nel web ma che comunque vi posterò qui), si “vede” come qualsiasi forma della natura rispecchi la sezione aurea e per cui la matematica e la geometria… se l’Universo è fondato sulla geometria Sacra e siamo circondati da forme geometriche estrapolate dalla natura e la natura è Dio… o come uno preferisca chiamarlo… i numeri non sbagliano!

Se sommiamo l’11 e cioè 1+1 avremo un 2… ma ad un ottava superiore, una dualità superiore.

Il 21.12.2012 è una data, può essere solo un punto di riferimento per farci comprendere che possiamo cambiare questa realtà in un’altra ad una frequenza più alta, un’ottava superiore. Riconoscerci come Umanità superiore, non è ancora il Divino ma è la strada da percorrere per giungere all’Unione, il tornare in possesso di facoltà intuitive superiori, capacità comunicative superiori, chiaroveggenza, chiaroudienza, dialogo con lo Spirito e mi spiace per Donald Walch e colleghi, non saranno più così speciali, lo saremo tutti!
Ecco tutto il lavoro che stiamo facendo ormai da anni, a partire dagli anni 80-90 con la newage, è stato l’inizio per molti di noi ed ora siamo quasi giunti alla svolta, è ora di “tirare le somme” mi fà sorridere ma è così!

La numerologia tira le somme, chiunque può farlo ma, dai risultati si può intuire dove si vuole guardare e cosa si vuole vedere.
Il pensiero crea, siamo potenti oltre misura, direbbero Ramtha e Osho, ed hanno ragione, siamo così potenti che vogliamo e possiamo cambiare il nostro mondo, iniziando da noi stessi, la strada era già segnata migliaia di anni fà “Conosci te stesso”  era scritto sull’architrave del santuario dell’Oracolo di Delfi (VII secolo a.C) e ce lo hanno ripetuto tutti i Maestri che hanno vissuto su questa Terra, Ermete Trimegisto, Pitagora, Gesù, Buddha, LaoTzu, Krishanamurti, Gandhi e chi più ne ha… li aggiunga. Ognuno a modo suo ma, il senso è sempre quello, conosci te stesso, comprendi il divino che è in te ed avrai il potere di cambiare, il potere di trasmutare la dualità della Terra e della sua Umanità ad un’ottava superiore, il paradiso in terra, come Shamballa!!!

Patrizia di Visione Alchemica

Testi di Visione Alchemica
®Riproduzione consentita con citazione della fonte.

Qui trovate il libro che ho citato prima: è gratuito per generosa concessione dell’autrice, Maria Castronovo.
/STELLE_SEGRETE_E_QUIETE_CASTRONOVO.pdf