9LIBERATORE

NUMEROLOGIA: IL NUMERO 9 NEL DESTINO

 9-liberatoreOpera di Mechiel Fulo
ispirata dal Liberatore numero 9
(mechiel_fulo@yahoo.it)

Come annunciato nell’articolo dei Codici numerici pubblicheremo il significato di un numero al giorno, dall’1 al 9, riferiti al numero del Destino che è solo un particolare del Theos numerologico.

Sarebbe opportuno conoscere tutti i propri numeri, quelli che fanno parte del nome e del cognome trasformando le lettere in numeri ma il computo più semplice è quello del numero del Destino, è già un’utile indicazione, benché sia l’interazione tra tutti i numeri a delineare un profilo completo e coerente, se una persona ha l’1 nel destino avrà certamente le caratteristiche del numero ma se nelle altre posizioni dovessero esserci dei 7 potrebbe essere indirizzato verso un percorso più introspettivo e spirituale e aggiungendo dei 2 potrebbe essere un leader più sensibile e meno deciso, sono tante le variabili, tante quante quante sono le combinazioni numeriche.

Il Destino rappresenta il percorso di vita, la chiave per vivere bene e realizzare la nostra natura profonda. Considerando quanti e quali sono i numeri che rientrano in uno studio numerologico, bisogna considerare il numero del destino un’indicazione importante, rappresenta l’immagine completa della persona a livello fisico, emozionale e spirituale. Questo numero accrescerà la sua importanza nella nostra vita, durante il nostro percorso, sia inconsapevolmente attraverso circostanze apparentemente non decise da noi, sia consapevolmente attraverso l’azione della nostra volontà, sensibilità, pensiero ed azione. E’ il numero che identifica il potenziale risultato di questa vita, il seme che può dare il suo frutto o restare inattivo. E’ il nostro Dharma che privilegia la consapevolezza e la libertà piuttosto che il concetto di obbligo, la via della giusta azione che permette all’uomo di evitare la sofferenza, accettando di sua spontanea volontà la conoscenza di sé.
Il numero del Destino si ottiene sommando i numeri della data di nascita riducendo la cifra ottenuta ad un solo numero.
Esempio: Nato il 25.6.1980 2+5+6+1+9+8+0+=31 3+1=4).

Numero 9
Il 9 e’ un Numero sacro poiché è il risultato del 3 moltiplicato per se stesso (3 X 3 completa l’ eternità. Rappresenta la triplice Triade, la soddisfazione spirituale, il conseguimento dell’ obbiettivo, principio e fine, il Tutto, numero celestiale e angelico, il Paradiso terrestre. Nella Religione ebraica il 9 rappresenta l’intelletto puro. Il suo riprodursi per se stesso, attraverso la moltiplicazione è il simbolo della verità.
Numero dell’iniziazione, dei riflessi divini, esprime l’idea divina in tutta la sua potenza astratta. Il suo riprodursi per se stesso, attraverso la moltiplicazione è il simbolo della verità.
Nessun numero può andare oltre al nove, ad indicare il limite invalicabile a cui ogni individuo si assoggetta nel mondo della materia. I cinesi s’inchinavano nove volte davanti all’imperatore, nove volte dovevano toccare il suolo con la fronte i vassalli che s’inchinavano davanti ad alcuni popoli africani, Buddha è la nona incarnazione di Vishnu. Per gli ebrei il nove è il simbolo della verità poiché moltiplicato riproduce sempre se stesso.
I nomi dei sette Signori citati nelle Tavole di Thoth: Tre, Quattro, Cinque, Sei, Sette, Otto, Nove. I Signori di Amenti hanno molto a che fare con gli Archetipi.
Numero sacro anche per i Templari ricorre spesso nella loro storia, 9 furono i Cavalieri che diedero origine al primo gruppo dei futuri Monaci. Nove furono gli anni che passarono da quando costoro si posero al servizio della FEDE fino al loro riconoscimento ufficiale. 9 furono gli anni durante i quali furono ospitati da Baldovino prima che fosse riconosciuto l’ Ordine. In Burman leggiamo: 9 furono gli uomini che iniziarono la missione, 9 furono gli anni durante i quali prestarono servizio con abiti secolari. Lo Stato Maggiore dell’ Esercito templare in Terra Santa era costituito da 9 Cavalieri, compreso il Gran Maestro.

La nona lettera dell’alfabeto ebraico è THET. La sua funzione è: Matrice
Questo archetipo rappresenta il femminile, la sposa, la terra.
Noi, uomini e donne, siamo questo femminile, esso emerge dal profondo dove siamo un tutt’uno con le energie forti, fecondanti, istintive dell’Universo.
Il femminile è la dimensione che accoglie, ama e permette alla Vita di esistere ed esprimersi nell’Universo, nelle infinite forme di vita, perché contiene tutte le energie necessarie per far esistere gli esseri e le situazioni.
Thet ci introduce nella consapevolezza della nostra dimensione femminile e ci fa percepire che la dimensione complementare, il maschile, è sempre presente e viva in noi. Per muoverci nel mondo in piena autonomia e non legare, né vincolare, né ricattare nessuno nelle nostre relazioni, bisogna partire dall’interezza della nostra persona, cioè dal nostro maschile e femminile maturi ed integrati. Solo dalla nostra piena autonomia, libertà e unità interiore potremo costruire legami ed amicizie vere, costruttive e funzionali alla nostra evoluzione interiore.
Sperimentare la capacità di accogliere le forze vitali, gli indizi, i semi di vita e di situazioni nuove e saperle alimentare.
Thet ci lancia nel cosmo dei sentimenti e delle emozioni; Thet allenta le maglie di ogni cellula, ogni tessuto, corpo, pensiero o progetto. Ci chiama a nuovo sentire, ci invia serene richieste, ci alletta, incanta ed invita.
Thet ci immette su nuovi sentieri, tremori, intuizioni e desideri. Ci insidia ed alletta con complici canti, sirene giocose di nuovi fondali. Thet ci introduce nei nuovi linguaggi, le parti del DNA prima criptate e inabissaste nel corpo dell’Uomo; le genialità attive, l’onore dato ad ogni esistenza.
Rappresenta la generazione, la conoscenza e la comunicazione del verbo interiore.
La consapevolezza che diventa l’alleanza con il Supremo.

“Il numero Nove” è un’anticonformista, ama aprire la via ad altre visioni, a nuovi modi di pensare, è lo scopo di una vita influenzata dal Nove, ispirare gli altri, riportando armonia ed elevando le coscienze. Il nove contiene gli otto numeri precedenti ed i potenziali relativi ad ognuno, rappresenta il compimento di una serie di incarnazioni, possiede una memoria universale ed è questa particolarità che gli consente di risvegliare negli altri il ricordo dei loro talenti, attrae le persone che sono portate ad aprirsi e a raccontarsi. La sua sensibilità e serenità lo portano ad essere un polo naturale di attrazione e sa trasmettere i valori profondi dell’esistenza. La lezione del Nove è la più impegnativa, imparare ad amare in modo incondizionato, superando le resistenze dell’ego. Ha una notevole predisposizione per l’arte, d’altronde è la tripla espressione del tre, per cui trasmuta i talenti artistici e comunicativi del 3 in ispirazione spirituale e creatività sottile e percettiva. Impara con facilità qualsiasi cosa ed è in grado di coltivare molteplici interessi, altri settori nei quali eccelle sono le discipline umanistiche, letteratura, filosofia e musica. Un lavoro adatto al nove deve appassionarlo e potrebbe essere nel settore del benessere o nella divulgazione di idee nuove per attuare il cambiamento, anche attraverso l’insegnamento o i mass media, oppure esprimere queste idee attraverso l’arte. L’Arte che eleva le coscienze!
Chi vuole vivere un rapporto stabile col 9, deve rispettare la sua necessità di coltivare molteplici interessi fuori dall’ambito familiare ed avere pazienza con i suoi sbalzi emotivi.

L’archetipo del Nove è il Liberatore:
Primo passo evolutivo.  Il 9 è estremamente sensibile e percepisce una sofferenza profonda in se stesso e nel suo prossimo. Questa sensibilità gli dona capacità di espressione artistica della quale in questa prima fase non è ancora consapevole in questo modo corre il rischio di non focalizzarsi sulle sue capacità e di conformarsi ad uno stile di vita superficiale che non mette in risalto le sue qualità.
Secondo passo evolutivo. Arrivando in questa fase il 9 inizia il contatto con la sua parte più profonda e sente la necessità di rendersi utile ed adoperarsi per un bene comune. Ciò può accadere grazie ad una presa di coscienza provocata da un evento particolare che lo mette in contatto con una parte di se stesso che aveva ignorato o volutamente ignorato.  Questa parte emozionale apre la porta ad un vero “sentire” che è compassione ed empatia con il prossimo, ciò può anche determinare una sorta di iniziale rifiuto che in seguito potrà sbloccare.
Terzo passo evolutivo. Evolvendo in questa terza fase il Liberatore capisce che la compassione è amore incondizionato e perciò nulla chiede in cambio dell’aiuto che offre. La sensazione di rifiuto per ciò che il mondo esprime in negativo viene sostituita dalla comprensione. La sua capacità creativa diventa uno strumento di guarigione per il prossimo portando una Luce là dove non c’era.

Armoniche dell’alfabeto
I è l’equivalente numerico del 9
Pone di fronte a delle scelte ben precise, morali e pratiche, ricerca l’ordine e l’equilibrio, l’affermazione spirituale e materiale dipenderà dalla propria volontà e dal libero arbitrio. Porta dei continui alti e bassi in ogni settore della vita. Dubbi ed esitazioni e prove difficili che sono giustamente fatte con intelligenza e buongusto, portano il trionfo della propria personalità, e cambiamenti. La MOBILITA’ è il significato occulto delle lettere I e Y, può essere un difetto se scaturisce dalla scarsezza di volontà, è la dote che più lo rende affascinante. Colore della lettera NERO

9ANGELOCADUTOOMBRA

L’Ombra del Liberatore lo Zero: l’Angelo Caduto
Questo Archetipo rappresenta il lato ombra del Liberatore. La sfida per quest’ombra è improntata sulla necessità di difendere il proprio spazio interiore molto vulnerabile senza estraniarsi dal sentire e senza assumere atteggiamenti che nascondano i suoi stati d’animo. Le forti emozioni dell’angelo caduto infatti sono difficili da sostenere e manifestare, le sue percezioni così sottili che il manifestarle è difficile ed anche condividere quelle più positive. Nelle situazioni critiche infatti utilizza la maschera dell’indifferenza esteriormente e cerca di non esprimere il suo disagio interiore e la sua ansia se non addirittura il panico.. Il 9 deve fare attenzione ad non entrare in empatia con le persone, la sua sensibilità lo predispone a questo ma così facendo rischia di assorbire anche la negatività delle situazioni appesantendo i propri stati d’animo. Come protezione istintiva il 9 usa l’estraniazione dal problema, diventa indifferente a ciò che accade, forse come faceva da bambino per difendersi dall’ambiente e dalle emozioni. L’Angelo caduto essendo un 9, il numero del compimento cioè l’omega, si pensa sia un’anima antica e potrebbe essere alla sua ultima incarnazione in questo livello di consapevolezza per cui ha una notevole maturità animica. Nel momento l’ombra viene integrata con la capacità di gestire i forti flussi emozionali, la meditazione può essere un ottimo ausilio l’Angelo caduto riuscirà così a tornare a splendere e a portare amore e ispirazione a chi avrà la sensibilità per saperlo cogliere.

 Pagina dei Corsi di Numerologia

Articolo correlato:
NUMERO UNO
NUMERO DUE
NUMERO TRE

NUMERO QUATTRO
NUMERO CINQUE
NUMERO SEI
NUMERO SETTE
NUMERO OTTO

®Riproduzione consentita con citazione della fonte.
Testi di Visione Alchemica
e tratti da:
La Danza degli archetipi di Francesca Salvadori
Simbologia del numero nei Templari Scritto da Gianfranco Morsani
Fonti: www.digilander.libero.it/studio.acquario/onomanzi

www.disabilinelcorpoabilinelcuore.blogspot.com
Le Carte dei Numeri di Guido Rossetti, edizioni Il Punto di Incontro.
Immagine di proprietà di Mechiel Fulo concessa in esclusiva a Visione Alchemica