6ANGELO

NUMEROLOGIA: IL NUMERO 6 NEL DESTINO

6ANGELO
Come annunciato nell’articolo dei Codici numerici pubblicheremo il significato di un numero al giorno, dall’1 al 9, riferiti al numero del Destino che è solo un particolare del Theos numerologico.

Sarebbe opportuno conoscere tutti i propri numeri, quelli che fanno parte del nome e del cognome trasformando le lettere in numeri ma il computo più semplice è quello del numero del Destino, è già un’utile indicazione, benché sia l’interazione tra tutti i numeri a delineare un profilo completo e coerente, se una persona ha l’1 nel destino avrà certamente le caratteristiche del numero ma se nelle altre posizioni dovessero esserci dei 7 potrebbe essere indirizzato verso un percorso più introspettivo e spirituale e aggiungendo dei 2 potrebbe essere un leader più sensibile e meno deciso, sono tante le variabile, tante quanti sono i numeri.

Il Destino rappresenta il percorso di vita, la chiave per vivere bene e realizzare la nostra natura profonda. Considerando quanti e quali sono i numeri che rientrano in uno studio numerologico, bisogna considerare il numero del destino un’indicazione importante, rappresenta l’immagine completa della persona a livello fisico, emozionale e spirituale. Questo numero accrescerà la sua importanza nella nostra vita, durante il nostro percorso, sia inconsapevolmente attraverso circostanze apparentemente non decise da noi, sia consapevolmente attraverso l’azione della nostra volontà, sensibilità, pensiero ed azione. E’ il numero che identifica il potenziale risultato di questa vita, il seme che può dare il suo frutto o restare inattivo. E’ il nostro Dharma che privilegia la consapevolezza e la libertà piuttosto che il concetto di obbligo, la via della giusta azione che permette all’uomo di evitare la sofferenza, accettando di sua spontanea volontà la conoscenza di sé.

Il numero del Destino si ottiene sommando i numeri della data di nascita riducendo la cifra ottenuta ad un solo numero.
Esempio: Nato il 25.6.1980 2+5+6+1+9+8+0+=31 3+1=4).

Numero 6

Sei è un numero perfetto di per sé, e non perché Dio ha creato il mondo in sei giorni; piuttosto è vero il contrario. Dio ha creato il mondo in sei giorni perché questo numero è perfetto, e rimarrebbe perfetto anche se l’opera dei sei giorni non fosse esistita.”
(Sant’Agostino d’Ippona da La città di Dio)

Il Sei è un numero composto ed ha i seguenti divisori: 1, 2 e 3, poiché il risultato della somma dei divisori è 6, si definisce come numero matematicamente perfetto.
Il sei è contenuto nell’esagramma, la stella a sei punte conosciuto anche come Sigillo di Salomone, è l’intersezione tra i 4 elementi della natura (acqua, aria, terra, fuoco) e di due triangoli equilateri che si intersecano capovolti (merkaba). Essa rappresenta le forme opposte che si completano a vicenda fino a prendere la forma di un corpo unico.
Per i Cristiani il Sei è l’immagine di Cristo rappresentata nelle due nature, umana e divina (33). Nell’antichità il Sei era consacrato a Giove e a Venere, considerato simbolo della bellezza e della perfezione, negli antichi Misteri invece era importante poiché offriva le Sei dimensioni di tutti i corpi, più quelle di altezza e profondità, ovvero i quattro punti cardinali sommati allo Zenit ed al Nadir. Il sesto atomo della tavola periodica è il carbonio, base di tutta la chimica degli organismi viventi.

La sesta lettera dell’alfabeto ebraico è VAV. La sua funzione è Congiunzione.
Vav è la capacità e la possibilità di costruire qualsiasi sogno e situazione ma anche sentire che qualsiasi situazione, quando non è più utile e funzionale, quando non ci fa crescere o rischia invece di ridurre la grandezza e potenzialità che siamo, può essere sciolta. Vav è cogliere le connessioni, le sincronicità tra le esistenze e le coscienze, oltre la materialità del reale. E’ oltre i cinque sensi Vav, i fatti, le persone, le nostre esperienze e conoscenze immesse in una trama sottile e trasparente, altamente efficiente, che porta nuove risorse, nuove alleanze alla nostra vita.

“Il numero Sei” rappresenta il perfetto equilibrio e l’amore assoluto, è il numero dell’armonia e della bellezza, ha senso pratico che unisce ad una spiccata creatività; sensibile all’arte ha un innato buongusto, sobrio ed elegante, ama accogliere le sue amicizie in casa avendo un forte senso dell’ospitalità.
Il Sei è idealista e desideroso di aiutare gli altri, può diventare abile nell’arte della mediazione e del compromesso, accettando le persone e le situazioni così come sono; la parola chiave è “vivi e lascia vivere”. Lo scopo in questa vita è proprio quello di “ritrovare il cuore”, coltivando le virtù dell’amore, della compassione e della tolleranza. Nelle relazioni il Sei spontaneamente si cala nel ruolo di psicologo e se non fa attenzione si prende cura del partner fino ad annullare se stesso; la stessa cosa vale anche per la famiglia d’origine, il Sei tiene moltissimo ai suoi affetti e si interessa di ogni aspetto della loro vita. In genere, non gli piacciono i cambiamenti improvvisi e preferisce mantenersi su un terreno che gli è familiare. Nel lavoro potrebbe trovarsi a suo agio come insegnante, educatore, ristoratore o in una attività che richiede creatività, diplomazia e senso estetico.

L’archetipo del Sei è l’Angelo:
Primo passo evolutivo il 6 si esprime come persona integra e coscienziosa, è disponibile ad offrire il suo aiuto, ma lo fa con lo scopo di essere riconosciuta, se ciò non avviene le sue aspettative vengono deluse e l’insicurezza e il disagio diventano uno stato d’animo.
Secondo passo evolutivo in questa fase la persona prende coscienza di se stessa e del proprio valore, impara ad occuparsi di se stessa, pur operando anche per gli altri lo fa nel rispetto di se stessa e comincia a non creare più dipendenze imparando a dire di no.
Terzo passo evolutivo l’Angelo ormai ha imparato ad essere autonomo e dona le energie in modo equilibrato non instaurando rapporti di dipendenza, ma insegna anche agli altri ad essere autonomi, ha maturato i suoi spazi e le sue esigenze trovando le giuste proporzioni tra il dare e il ricevere. Ha compreso come donare il suo amore e non pone più delle condizioni.

Armoniche dell’alfabeto
F è l’equivalente numerico del 6
Dominio dei propri impulsi e istinti. Sognatore, un pò pigro, ma si sente appagato se riceve e dà protezione. Al centro della sua vita pone i famigliari che gli possono chiedere qualsiasi sacrificio e lui fedele al suo ideale non li delude mai. Logica e razionalità, equilibrio e padronanza di se stessi, acuta intelligenza e buone capacità di concretare le proprie idee. Lettera che porta fortuna all’artista e a chi lavora nel commercio. Protegge dalle situazioni difficili. Il significato occulto della lettera F è FEDELTA’. Colore MARRONE

6MARTIREOMBRA
L’Ombra dell’Angelo: Il Martire
Questo Archetipo rappresenta il lato ombra dell’Angelo, il perno di questa sfida è il bisogno di offrire amore e sostegno agli altri, evitando tuttavia di ricalcare il solito modello di chi dona, senza mai ricevere nulla in cambio. La tendenza del “Martire” è quella di calarsi nel ruolo di salvatore, che si sente sempre chiamato in causa ad offrire il suo aiuto, anche senza che nessuno glielo abbia chiesto, a volte anche in modo inopportuno. L’origine del problema può essere riferito a delle carenze affettive in ambito famigliare. Il Martire nel tentativo di compiacere il prossimo per averne l’approvazione, sacrifica continuamente una parte di se stesso e inconsciamente attira a sé persone con autostima carente e che all’interno di una relazione tenderanno a rivelarsi bisognose e di conseguenza dipendenti. La sfida è riconoscere in se stessi quest’ombra con le sue caratteristiche ed integrarla riportando l’equilibrio.
Avere consapevolezza di sé può essere l’unica via per integrare quest’ombra, riconoscerla e accettarla ed in seguito comprendere come trasformare il proprio modo di porsi con se stessi e con gli altri. E’ primariamente utile riconoscere che il bisogno di intervenire nella vita degli altri è una vostra esigenza, per cui essere certi che il vostro aiuto sia stato veramente richiesto e se lo fosse dovrete accertare se è frutto di un’abitudine che voi stessi avete instaurato, dovrete correggere anche queste vecchie abitudini che avete dato a chi vi è vicino. Prendete una foto di quando eravate bambini, sistematela in un luogo in cui possa essere spesso sott’occhio e cominciate a dialogare con la parte di voi più nascosta, il vostro bambino interiore. Rendete autonome le persone che vi sono vicine, facendo questo il giovamento sarà reciproco.

Articolo correlato:
NUMERO UNO
NUMERO DUE
NUMERO TRE

NUMERO QUATTRO
NUMERO CINQUE
NUMERO SETTE
NUMERO OTTO
NUMERO NOVE

®Riproduzione consentita con citazione della fonte.
Testi di Visione Alchemica e tratti da:
La Danza degli archetipi di Francesca Salvadori
Fonte per le lettere: www.digilander.libero.it/studio.acquario/onomanzi
Le Carte dei Numeri di Guido Rossetti, edizioni Il Punto di Incontro.