Nel Tre è il mistero che viene dal Grande Uno.


Ascolta e la Luce scenderà in te.
Ai primordi, vi erano tre abitanti. Oltre a questi, niente esisteva. Questi erano l’equilibrio. Uno Dio, Uno Verità, Uno base della libertà. Dai Tre derivano i tre equilibri: tutta la vita, tutto il bene, tutto il potere.
Tre sono le qualità di Dio nella sua Casa di Luce: Infinito Potere, Infinita Saggezza, Infinito Amore.

Tre sono i poteri dati ai Maestri: trasmutare il male, assistere il bene, usare la discriminazione.
Tre sono le cose che inevitabilmente Dio deve compiere: manifestare Potere, Saggezza, Amore.
Tre sono i poteri che hanno creato ogni cosa: l’Amore Divino che possiede ogni conoscenza, la Saggezza Divina che conosce ogni possibile concezione, il Potere Divino ottenuto per mezzo della volontà di unione fra Divino Amore e Saggezza.
Tre sono i cerchi (stati) dell’esistenza: lo stato della Luce dove non abita nessun’altro che Dio, e solo Dio può attraversare; lo stato del Caos, da dove tutte le cose per natura risorgono dalla morte; lo stato di consapevolezza dove tutte le cose sbocciano dalla vita.
Tutte le cose animate hanno tre stati di esistenza: caos o morte, libertà nell’umanità e felicità del cielo.
Tre esigenze controllano tutte le cose: l’inizio nella Grande Profondità, lo stato del caos, la pienezza del cielo. Tre sono i sentieri dell’Anima: uomo, libertà e luce.
Tre sono gli ostacoli: la mancanza di sforzo nell’ottenere la conoscenza, il non attaccamento a Dio, l’attaccamento al male.
Nell’uomo i tre sono manifesti. Tre sono i Re del potere interiore. Tre sono le camere dei Misteri, create eppure non trovate nel corpo dell’uomo.
Ascolta ora chi si è liberato, svincolato dalle catene della vita per la luce.
Con la conoscenza si aprirà la sorgente di tutti i mondi.
Tratto dalla Tavola XIV di Thot
Clicca qui per il post —> THOTH Le Tavole smeraldine