Il cielo continua a parlarci e a raccontarci storie. Il 23 marzo, alle ore 13:01, la Luna diventa Piena, nel segno della Bilancia. Il Plenilunio di marzo, sarà accompagnato da un eclissi di luna. Ecco che, dopo l’equinozio di primavera, arriva questo evento astronomico, a parlarci nuovamente di equilibri. Il giovane Dio, affascinato dalla radiosa bellezza della Dea Bianca, si muove per incontrarla ed abbracciarla, ed unendosi per un momento a Lei, la nasconde agli occhi di noi uomini.

Il Sole e la Luna s’abbracciano

Giusto ieri, 20 marzo 2016, abbiamo festeggiato l’equinozio di primavera, una festa che ha, fra i suoi significati profondi, l’invito a portare equilibrio nella propria vita. Equilibrio, soprattutto, fra le nostri parti maschili e femminili. Ad Ostara celebriamo i nuovi inizi, la linfa vitale che cresce dentro di noi, il fuoco della passione che arde nel nostro grembo e ci spinge a realizzare i nostri progetti. Ostara è, inoltre, il momento dell’anno in cui usciamo definitivamente allo scoperto, nel mondo.

Ad Imbolc abbiamo iniziato a muovere i primi passi al di fuori dell’oscuro ventre materno, che ci aveva protetti fino a quel momento. Ora siamo pronti per affrontare il mondo, arricchiti e rigenerati dal viaggio interiore compiuto nei mesi d’oscurità. D’altronde, tutti gli antichi miti collegati a questa festa stagionale, raccontano proprio questa storia di rigenerazione, come i miti di Isthar e Tammuz, la storia d’amore  fra Afrodite ed Adone, la resurrezione di Gesù Cristo.

Ostara è anche il momento in cui le ore di luce e le ore di buio si equivalgono. Luce e buio, maschile e femminile, Dio e Dea, dentro e fuori. Ed ecco che in tutti questi simbolismi possiamo leggere alcune importanti indicazioni per la nostra vita. L’equinozio di primavera c’invita ad uscire nel mondo per realizzare i nostri sogni ed al contempo ci ricorda che per raggiungere i nostri obiettivi è importante coltivare dentro di noi l’equilibrio …….
PER CONTINUARE A LEGGERE  VAI SU BLASTINGNEWS clicca qui