LUNA NUOVA IN ACQUARIO 28 Gennaio 2017: LE RADICI IN CIELO

cieloalb

 

Opera di Raffaello Ossola

La Luna nuova avrà luogo il 28 gennaio 2017 alle ore 0.08 nel segno dell’Acquario a 8°.

Si dicono tante cose di di questa data – 28 gennaio 2017 – vi sono aperture di Portali rivelatori e ampliamenti di Coscienza Cosmica, anno del Cuore Yin per eccellenza secondo il calendario cinese, il salto quantico dell’umanità e via dicendo. Non so se questo Novilunio potrà avere tutto questo potere, l’attesa e l’aspettativa si fa sempre più alta durante questi cicli lunari, quando invece l’osservazione della luna e del suo movimento intorno alla terra, serviva all’uomo per comprendere quando seminare ed entrare nel grande flusso della natura, delle maree, l’osservazione dei temporali e l’arrivo delle stagioni.
Dove sta quindi la magia?

C’è. Siamo pervasi di magia che non riusciamo a notare.
Tutti i cambi di percezione di cui si parla, il cammino lentissimo che sta compiendo l’umanità, qualsiasi nome ognuno voglia dare al fenomeno per come sente appartenergli come messaggio, va bene. Come si può provare a spiegare ciò che ancora non conosciamo a sufficienza? Perché noi in fondo, risuoniamo con quello che già conosciamo, il resto, non lo vediamo neppure. Non lo vediamo ma esiste già, solo non siamo in grado ci coglierlo razionalmente, ma per brevi attimi, frazioni impercettibili di massima espansione di innalzamento vibrazionale, in cui ci possono giungere degli squarci di apertura, lacerazione del velo di personalità cosciente, che cerchiamo di raggiungere, come esseri umani. Ognuno a suo modo tramite la ricerca di Trascendenza; chi la ricerca tramite la religione, chi la meditazione, chi nelle ritualità e il corpo, i Chakra e la conoscenza delle energie sottili, chi con l’uso di sostanze che allargano gli stati di coscienza, droghe e affini. E’ un bisogno insito in ogni essere umano, oltrepassare il proprio essere fisico, per andare al di là di se stesso, varcare i confini conosciuti dell’Io e della materia che ci imprigiona. C’è chi lo sente di più e chi di meno, ma è presente.

Quando le porte della percezione si apriranno tutte le cose appariranno come realmente sono: infinite.
William Blake

La Luna dunque cosa può fare? Espande.

La Luna come grande dilatatore emozionale, tramite i suoi cicli, ci aiuta ogni volta a compiere dei voli oltre noi stessi. Oltre ciò che già conosciamo di noi.

Luna nuova di gennaio, portatrice del seme di mutamento Acquariano: perché è così importante in questa data? Perché i prossimi mesi avremo molto a che fare con l’autenticità e la spinta evolutiva accelerata grazie ad Urano (governatore Acquario) in Ariete, in chiara opposizione a Giove in Bilancia, che in questo Novilunio, formerà un aspetto di grande tensione, volta alla trasformazione, proprio con il nostro radar di frequenza e percezione: Mercurio: nel segno del Capricorno congiunto a Plutone.

La configurazione perfetta, che si forma nel Tema di Luna nuova, è una porta d’ingresso verso un’altra dimensione e ha come base la Casa III (comunicazione e formazione del pensiero), al cui centro vi sono Mercurio e Plutone: la spinta massima ad andare oltre il nostro modo consueto e ordinario di percepire il mondo – altre modalità di percepire e portare il messaggio – poter cogliere altri nessi – medianità – andare oltre la mente razionale.

Mercurio, il nostro Hermes della curiosità, che nel suo viaggio ripassa esattamente dal punto dove era partito il 19 dicembre 2016. In quel giorno Mercurio in Capricorno a 15° aveva iniziato il suo viaggio di retrogradazione arrivando fino al Sagittario, riprendendo il suo moto diretto l’8 gennaio 2017 è giunto ancora in questo fine gennaio 2017, nel punto esatto da cui era partito.

Cercate di vedere nel vostro Tema Natale di nascita, se Mercurio in Capricorno a 15°, proprio in questa posizione precisa (con qualche grado di tolleranza), tocca qualcosa di importante o fa qualche aspetto con altri pianeti, perché ora sta ripassando di lì. Quindi è come se nel mese di dicembre avesse aperto una questione o una domanda, ed ora con un mese e poco più di distanza, ponesse le condizioni per avere più chiarezza, o risolvere quella questione. E’ come se sottolineasse con l’evidenziatore, un determinato aspetto che non si era visto ancora bene e necessitava di tempo, o di una diversa visione più allargata, possibile adesso la sua comprensione in questi giorni.

Ora c’è possibile aprire e avere più chiarezza su qualcosa, se c’è un nodo rimasto lì, ora ci è più semplice scioglierlo, comprenderlo, analizzarlo. Grazie a Mercurio: la discriminazione, il nostro filtro percettivo, la capacità di conoscere ciò che ci circonda e poterlo nominare tramite il linguaggio,  l’uso sapiente della parola, sarà più facile aprire ulteriormente i canali per poter cogliere ciò che non vediamo ancora. Possiamo dunque ESPANDERE la nostra ricettività.

Mercurio in compagnia con il Dio degli inferi, Plutone, ci permetterà di raggiungere i segreti della nostra Anima. Svelandoli al nostro Io, noi avremo in dono la chiarezza della verità interiore.

Quando stiamo male quale è la cosa che spesso ci ferisce di più?
Il non riuscire a comunicare come stiamo davvero all’altro e a noi stessi, non riuscire a comprenderlo con chiarezza e dunque non riuscire a trovare le parole per esprimere ciò che sentiamo dentro. Il dono di questo passaggio, sarà andare a fare un passo dentro questa chiarezza emozionale e poter avere in dono le parole giuste per non trattenerla ma poterla condividere (messaggio Acquariano per eccellenza). Avverrà perché avremo occhi per vedere. Plutone ci porterà oltre le bugie che raccontiamo a noi stessi, e ci porrà di fronte ad un altro pezzettino di noi su cui far luce.

Potremo capire che siamo noi i fautori di tutto quello che ci accade.
Lo siamo con il potere immenso di emanazione del nostro campo energetico di coscienza.
Il nostro pensiero parla, anche se non lo esprimiamo a parole.
Gli altri lo sentono come energia, se pensiamo male di qualcuno, lui lo avvertirà,
a livello inconsapevole, ma lo avvertirà.
Ora è il momento di riacquisire controllo e conoscenza di tutti, ma proprio tutti i nostri pensieri sotterranei, per fare in modo di emanare veramente nella nostra vita le intenzioni che desideriamo.

Apprendere la magia che è in noi.
Noi con il nostro pensiero creiamo la realtà che viviamo.
Mutiamo il nostro pensiero e muteranno gli eventi intorno a noi.
.

Ora è il momento nevralgico di concentrazione, responsabilizzazione e valorizzazione di noi stessi: Venere, governatore dell’Ascendente nel Tema di Luna Nuova si trova congiunto a Marte e Chirone, nel segno dei Pesci in Casa V e fa un aspetto di quadratura a Saturno in Sagittario in Casa II. Se sappiamo portare dentro di noi, con maturità e consapevolezza i nostri valori più alti, (II Casa), saremo poi in grado di esprimerli diventando i primi motori creativi della nostra vita (V Casa).
In un settore ancora fortemente connotato di Ego, troviamo tutti questi pianeti in Pesci – l’annullamento dell’Ego. Sembra un paradosso in termini, eppure è proprio il disegno Acquariano: proprio perché io riconosco la mia unicità – identità – ego, posso anche lasciarla andare e riconoscere quella altrui, dandogli lo stesso valore. Non di più non di meno, non mi svaluto, ma nemmeno svaluto gli altri, non mi sopravvaluto e dunque non dò più valore agli altri che a me.

Posso espandere me stesso e viaggiare come uomo davvero libero, proprio perché ho forte la conoscenza autentica di me stesso e grazie a quella potrò davvero vedere gli altri e riconoscerli. In V Casa, abbiamo anche Nettuno nei Pesci a enfatizzare questo apparente sacrificio di noi stessi, in vista di una visione più allargata dell’esistenza singola.

Il Tema di Luna nuova è quasi tutto posto con pianeti nelle Case sotto l’orizzonte, con però pianeti e segni di maggioranza collettivi: Acquario, Pesci, e Sagittario. Questo cosa significa? Che non necessitiamo più di nessuna sicurezza materiale e concreta datoci dall’esterno, dobbiamo rivolgere il focus dentro, prima che fuori, poi illuminare il fuori di noi, tramite la luce che emettiamo per primi da dentro.

Sole e Luna in Acquario, le fondamenta del nostro essere, si trovano in IV Casa, vicinissimi al Fondo Cielo, come le radici di un albero capovolto che affondano nell’infinito del cielo, possiamo trovare la nostra base sicura nella condivisione e non nella chiusura. Nel coraggio di aprirci alle visioni che non ci sono consone e negli spazi che non ci sono abituali; in una specie di salto nel vuoto, atterriamo su un altro piano di coscienza: la Maestria interiore. Urano, Dio dei Cieli e del pensiero illuminato, portatore di ciò che ancora non si scorge, l’innovativo e il diverso, ci spinge al saper cogliere l’essenza e la sintesi che può provenire tramite le illuminazioni rapide, gli Insight di pensiero chiaro e fulmineo.

Urano, è anche definito come l’ottava superiore di Mercurio, quindi questa Lunazione, lavora sulla mente e sulle emozioni finalmente congiunte: una Luna d’Aria che ci apre, grazie al suo distacco più celebrale, alla possibilità di coniugare il pensiero nella sua espressione più alta: il riconoscimento dei pensieri latenti, delle antiche forme – pensiero che ci governano e la possibilità di indirizzare i contenuti, verso la purificazione, l’onestà, la saggezza e la piena chiarezza di visione.

La consapevolezza di Sé, il fuoco Prometeico donatoci da Urano, il mago, il portatore di libertà, il rivoluzionario, ci conduce verso la padronanza dei nostri pensieri che potrà determinare il campo energetico entro il quale, potremo attirare finalmente nella nostra vita gli avvenimenti che desideriamo.

Buona luna nuova a tutti

Anna Elisa 

Fonte: http://www.sentieroastrologico.it/luna-nuova-acquario-28-gennaio-2017-le-radici-nel-cielo/

 







Salva

Salva




Fatal error: Cannot create references to/from string offsets nor overloaded objects in /web/htdocs/www.visionealchemica.com/home/wp-content/plugins/muki-tag-cloud/widget.php on line 232