L’ESERCIZIO DEI 101 DESIDERI

Da alcuni mesi ho deciso di dedicare parte del mio tempo a guardare video che riescono a fornire parecchi spunti sul modo di vedere e vivere la vita, sul modo di affrontare i problemi e le avversità. Uno degli ultimi video mi ha affascinato e voglio raccontarvelo. Vorrei parlarvi di Igor Sibaldi, studioso di teologia e di storia delle religioni. A mio avviso ha il giusto humor per affrontare queste tematiche che spesso spaventano: lavorare dentro di noi e scavare all’interno del Sè più profondo spesso infatti spaventa e fa indietreggiare. Igor a mio avviso ha il giusto approccio a questo tipo di riflessioni e regala esercizi pratici che noi, se vogliamo, possiamo attuare e scoprire di conseguenza quanto possano essere efficaci.

Vi racconterò in breve, giusto per incuriosirvi di cosa parlano questi esercizi, poi vi mostrerò il filmato dove potrete trovare Igor che racconta nel dettaglio come potere fare l’esercizio dei 101 desideri.

Per prima cosa procuratevi due quaderni, uno di bella ed uno di brutta. Nel quaderno di brutta scriviamo 150 desideri. Attenzione: mica è cosi semplice; io sono tre giorni che ci sto pensando e più di 50 desideri non riesco a scrivere …dovrò impegnarmi di più!

Avete mai sentito parlare della legge dell’attrazione? Riuscite a rendervi conto di quanto il nostro cervello è inscatolato da condizionamenti famigliari, dalla società e dalla religione? Come riusciamo a trovare il nostro vero Io e a sentirci più liberi?

Queste domande mi hanno portato a riflettere e a cercare

Per scrivere questi desideri dobbiamo tenere presente 10 importanti regole:

1 Tutti i desideri devono iniziare con IO VOGLIO, non con io desidero: sono due cose completamente diverse
2 Non si utilizza la parola NON
3 Ogni desiderio deve contenere un massimo di 14 parole (io voglio e tutte le punteggiature sono comprese)
4 Non chiedete di amare o di fare sesso con persone precise (nel filmato piangerete dal ridere: Igor spiega il perchè)
5 Non fate paragoni
6 Niente desideri seriali
7 Non si possono chiedere soldi
8 Non scrivere desideri per altri, solo per se stessi
9 Evitare i diminutivi
10 Mettere anche desideri assurdi (io su questo punto ci devo lavorare , cosi arrivo anche io ai 150!)

Dopodichè tra questi 150 desideri dovete sceglierne 101 e trascriverli sul quaderno di bella, lasciando qualche riga di spazio tra un desiderio e l’altro. Ogni giorno per i 365 giorni dell’anno leggiamoli, bastano 5 minuti al giorno!

Piano piano che i desideri si realizzano (vi garantisco che alcuni si realizzeranno dopo breve tempo), cancellateli e sotto quel desiderio scrivetene subito un altro cosi da avere sempre 101 desideri per tutti i 365 giorni dell’anno.

Come dichiara lo stesso Igor Sibaldi nel suo libro “Il frutto proibito della conoscenza” “ogni desiderio che noi riusciamo ad esprimere è una sorta di premonizione: non si tratta cioè del frutto della nostra fantasia, ma di un improvviso estendersi della nostra percezione, fino a cogliere nel futuro una qualche occasione che sta venendo proprio verso di noi e che può servire al proprio sviluppo interiore. E ciò che chiamiamo “desiderare” in realtà è il modo in cui questa nostra percezione più estesa cerca di annunciare alla nostra razionalità quelle occasioni che ha intravisto nell’avvenire, e di convincerla a non opporre resistenza e a non distrarsi, quando quelle occasioni arriveranno bensì a farsi avanti e ad afferrarle”.
E ancora nel suo libro dichiara “I desideri devono essere, ripeto, 101: un bel numero orientale, che raffigura simbolicamente un intero grande (100) ma aperto, grazie a quell’1 in più, verso ulteriori sviluppi”.

Ecco il video di Igor Sibaldi che vi spiega dettagliatamente questo esercizio:

Fonte: http://www.eticamente.net/875/esercizio-101-desideri-igor-sibaldi.html