dali-3

LE ASPETTATIVE SONO NEMICHE DELLA FELICITA’

dali-3Opera di Salvador Dalì

Una cosa l’ho davvero capita e ne faccio tesoro: l’aspettativa è nemica della felicità. Farne a meno non è cosa facile perchè si tratta di uno dei sentimenti che viene più semplice seguire. Pensateci: ci aspettiamo sempre qualcosa. Un gesto, un messaggio o una parola da chi si ama, da chi ci è amico o da un fidato collaboratore. Siamo li a dirci cosa sicuramente questa persona farà, come si comporterà, cosa scriverà o quale decisione prenderà. In quel momento, è bene che lo sappiate, siamo nell’anticamera che conduce alla stanza della delusione.

L’aspettativa rovina i rapporti e ci fa stare male. Sbagliato è aspettarsi da altri quello che pensiamo di voler fare noi. Ogni persona è molto diversa: quanto è possibile per noi non lo è per altri. I nostri punti di forza e coraggio potrebbero essere quelli di debolezza altrui. Sbagliato è attendere un messaggio un’intera giornata perchè noi l’avremmo scritto. Ma sbagliato è anche aspettarsi una sorpresa in un preciso momento che noi abbiamo deciso essere quello giusto. L’aspettativa deriva, come avrete notato, da quanto desideriamo ardentemente e vorremmo si realizzasse. Si tratta di un sentimento egoistico perchè non tiene conto dell’altro ed è senza dubbio un atteggiamento che conduce – nella maggioranza dei casi – alla delusione.

Ho imparato, non senza fatica, a non aspettarmi nulla. A volte ci ricasco, lo ammetto, ma poi parlo a me stessa e ricordo quanto sia amara la delusione per un’aspettativa mancata. E cosi cambio rotta e libero la mente. Badate bene, però, rinunciarvi non significa abbandonare anche sogni e desideri. Spesso confondiamo le due cose. Nel nostro profondo desideriamo e sogniamo situazioni, persone, parole, gesti e decisioni. E questo è un bene. Dobbiamo continuare a lottare affinchè questi possano realizzarsi. Ma aspettarsi con determinazione qualcosa significa imporre quel nostro desiderio a qualcuno che con ogni probabilità ci deluderà. Non perchè lo voglia fare, sia chiaro, ma perchè noi gli abbiamo affidato un compito a sua insaputa. Siamo stati egoisti perchè non abbiamo tenuto conto di tutte le variabili che ruotano intorno alle persone e alle situazioni.

Non aspettarsi nulla, quindi, signfica evitare la delusione – soprattutto quella involontaria – e poter godere di un meraviglioso dono. Già, perchè se noi non ci aspettiamo nulla e quel qualcosa accade..beh, a quel punto, si, che possiamo esserne felici e goderne. Perchè ricordate bene: se l’aspettativa viene accontentata la gioia sarà certamente minore. Ne va della nostra felicità, del sapore gioioso degli eventi, della magia dei doni, della meraviglia delle sorprese.

Non aspettatevi nulla ma continuate a lavorare sui vostri sogni e desideri affinchè si realizzino. Lasciate che la vita vi stupisca.

Fonte: http://thatsgoodnewsblog.com/le-aspettative-sono-nemiche-della-felicita/

Penso che tutti troveranno prima o poi la propria strada, così come la troverò io,
ché queste non sono che esercitazioni.

Penso alle grandi aspettative, e a me che cerco sempre di anticiparle,
e di scrivere prima di capire cosa sto facendo.

Penso…
E l’ultimo pensiero…
Prima del sonno…
Lo scriverei…
Ma l’ho dimenticato…
In qualche grande sogno…

Dieci Tulipani Blu




Salva