woman-664661-1024x724

LA LUNA NUOVA E LA DONNA SACRA

woman-664661-1024x724

Domani è luna nuova e, come promesso, sono qui a parlarvi del collegamento tra luna e Donna Sacra. La luna nuova è, astrologicamente, un momento di grande rinnovamento e trasformazione. Momento di purificazione, il corpo ha maggiore capacità di disintossicarsi. Infatti chi digiuna in luna nuova, previene molte malattie. Le piante malate, dopo la potatura fatta in luna calante, guariscono.

Essendo un momento di forte trasformazione, la Luna Nuova è un momento molto adatto a chiudere con il passato per aprire nuovi capitoli. Questa di domani, poi, è la luna nuova dopo l’equinozio di primavera, quindi, molto potente da questo punto di vista!

E per la donna?

In questa fase la Luna si congiunge al Sole, è il momento delle Ombre, della massima interiorità. E’ il momento di dedicarsi completamente a se stesse, di fare una tenda o un cerchio con le altre donne, così come in luna piena.

Questo è il momento che la donna si ricollega alla sua parte sciamanica in modo più netto. Ha bisogno di indossare abiti più femminili, con colori caldi. E’ il momento per meditare e per usare i cristalli rossi, oppure quelli viola come l’ametista che aiuta a comprendere i sogni…

La donna si apre ad energie ed istinti primordiali, dove l’intuito e l’onirico hanno un ruolo primario. È questa la cosiddetta “fase della Strega”, in cui è importante assecondare il bisogno del nostro corpo di ritirarsi dal mondo, per riconnettersi con il proprio Sé, anche attraverso la Magia, la Divinazione, la preghiera e la Meditazione (fonte Giardino delle fate).

La luna nuova corrisponde spesso, per le donne fertili, alla mestruazione.

Il nostro ipotalamo e la ghiandola pineale secernono, in questo periodo, diversi ormoni che ci aiutano a connetterci con il mondo degli spiriti, con una saggezza antica. E’ questo, anche, il motivo della particolare sensibilità della donna: ella vede oltre i confini della realtà.

Siamo molto gentili con noi stesse in questo giorno: l’ovulo è morto, espulso. E noi ci prepariamo al nuovo.
Questo vale anche per chi non mestrua più: essere legata al ciclo lunare ci permette di continuare ad essere legate alla Madre Terra, alla Dea Madre.

Per le donne fertili è importante riscoprire la sacralità del mestruo:

Così è di vitale importanza per noi donne ricordare com’era prima dell’era patriarcale, prima dell’idea che la donna sia l’incarnazione degli istinti più bassi, prima che il sangue mestruale fosse visto come portatore di morte, come ciò che dissecca le piante, come sterilità, era evidente a tutti che il sangue mestruale è sangue di vita, non di morte. E le antiche tradizioni ci insegnano che è un ottimo fertilizzante per le piante. La fertilità della terra era assicurata, nei riti primaverili, dal passaggio delle donne col ciclo che ne risvegliavano il potere generativo attraverso le gocce di sangue che rendevano la terra feconda.

La Dea nel suo volto di generatrice e madre era rossa, come rossa era l’ocra che tingeva gli spazi e le figure sacre.
La donna è fertile finché c’è sangue ed era evidente per gli antichi che era il sangue l’essenza della vita, tanto è vero che, scomparso il sangue, dopo 10 lune appariva un bambino. I bambini dunque erano fatti di sangue e il mistero sacro – origine di ogni religione – era la trasformazione del sangue in vita che si opera nel corpo femminile.
In molte antiche cosmologie la razza umana viene creata non dallo sputo e l’argilla cui il cristianesimo ci ha abituati, bensì dall’argilla e dal sangue, ad opera della Dea.
E prima che vi sia sangue, nel tempo dell’infanzia, non vi è fertilità e quando non c’è più sangue, con la menopausa, cessa anche la fertilità.

Quanto abbiamo dimenticato è dunque che il sangue mestruale, in quanto essenzialmente un sangue di vita, non ha nulla, davvero nulla a che vedere con il sangue di morte delle guerre dei popoli guidati da uomini (fonte Il cerchio della luna).

Una delle più grandi offerte che possiamo fare alla Madre Terra è proprio quella del nostro sangue, raccolto in un recipiente o in una Moon Cup.

Buona Luna Nuova!

Fonte: https://occhiditerra.wordpress.com/2016/04/06/la-luna-nuova-e-la-donna-sacra/