Aroma Set of Candle and Smoking Sticks with Cinnamon

INCENSI – COSA SIGNIFICANO OGGI? – Parte 2

Aroma Set of Candle and Smoking Sticks with Cinnamon

Nella prima parte abbiamo visto in che modo, secondo gli antichi, gli incensi “mettono in comunicazione il mondo degli Dèi con quello degli uomini”.

In questa parte invece indagheremo come incensi e fumigazioni agiscano non solo a livello simbolico, ma anche sul piano fisico, psico-emotivo e vibratorio di chi li utilizza.

Incensi – rimedi non solo per l’anima:

Fino a un passato non troppo remoto, la chimica farmaceutica come la conosciamo oggi non esisteva. Medici, farmacisti e guaritori dovevano pertanto avvalersi di ciò che la Natura regalava loro quali rimedi per i più svariati malesseri. Era dunque una vera benedizione divina sapere che ogni ingrediente aromatico vantava (e vanta) proprietà medicinali, utile a quei tempi per “restituire la vita”!

Ad oggi è dimostrato infatti che tutti gli oli essenziali, principali sostanze chimiche responsabili del profumo, possiedono almeno tre virtù benefiche: sono antisettici, cicatrizzanti ed espettoranti. Ecco quindi perché la Mirra, trasformata in tintura, veniva applicata come rimedio di emergenza sulle ferite riportate in battaglia dai soldati greci. O come mai l’Olibano si fumigava per calmare la respirazione, la Canfora e il Benzoino trasformati in balsamo per le affezioni bronchiali, mentre i Chiodi di Garofano impiegati fino a pochi decenni fa come anestetico locale dai dentisti. Il Salai Guggal, invece, nell’ayurveda è apprezzato quale efficace antinfiammatorio generale, sia interno che esterno.

In secondo luogo, grazie al loro potere antisettico, le fumigazioni si utilizzavano per disinfettare l’aria di casa, i luoghi di ritrovo comune, quelli di degenza dei malati, contrastando il contagio o il diffondersi di malattie; o al contrario per accelerare certi tipi di guarigioni.

Si incensavano inoltre vestiti, accessori e indumenti da indossare vicino a parti del corpo facilmente attaccabili da agenti patogeni, per difendersi da essi: fra questi, ad esempio, le sciarpe in inverno.

I Piani sottili
Abbiamo visto che ogni incenso esercita dunque azioni specifiche su determinati organi o apparati. Anticamente queste influenze venivano correlate alle varie divinità, mentre in epoca medievale/rinascimentale furono legate ai pianeti dell’astrologia classica[1]. Secondo tale visione, i rimedi andavano a rinforzare l’archetipo-pianeta-apparato che si era indebolito ripristinandone così la salute.

Gli stessi composti chimici sarebbero poi responsabili degli effetti che gli incensi esercitano sulle emozioni, sui pensieri e di riflesso sul nostro agire fisico. Ciò poiché influenzano i processi neurologici, fisiologici ed endocrini del cervello grazie all’interazione delle molecole aromatiche con i centri olfattivi.

Da un punto di vista vibratorio, invece, i fumi diffondono nell’ambiente la frequenza specifica dei singoli vegetali, che si propaga sui piani sottili e nei corpi energetici di chi ne viene a contatto. Per il principio di simpatia, quindi, luoghi e persone vengono permeati dagli archetipi delle piante e lentamente si armonizzano al loro “messaggio”.

Ciò ovviamente a patto di impiegare soltanto ingredienti naturali e di buona qualità, che mantengano il più possibile inalterati i principi attivi delle erbe.

Incensi come via di crescita: palo-santo-legnetti-incensi

01-palo-santo-retouch-small-1-300x300

Palo Santo: legno sciamanico usato per purificare

Da quanto descritto fin’ora, emerge con chiarezza che grazie agli incensi possiamo lavorare efficacemente sul nostro vissuto emozionale, mentale o vibratorio. Possiamo ad esempio attenuare stati disarmonici favorendo i più equilibrati, oppure bilanciare eccessi/difetti di una particolare caratteristica interiore scegliendo o miscelando gli ingredienti adatti che la calmino o la supportino.

Per chi condivide un approccio olistico, le fumigazioni sono molto adatte a favorire la pulizia sottile dei propri stati d’animo, dei luoghi in cui viviamo, lavoriamo, ed eventualmente di clienti che vi entrano.

Oltre a rendere l’atmosfera più leggera e serena, se usati con cura supportano le attività svolte negli spazi in questione, e aiutano inoltre a non proiettare al loro interno le proprie o altrui “disarmonie”, favorendo al contrario un clima adatto a prendersi cura di sé. Un ottimo incenso, efficace e al tempo stesso semplice da usare in questi casi è ad esempio il Palo Santo.

Per chi invece segue una via spirituale, gli incensi sono validi alleati nel lavoro consapevole sui propri stati di coscienza: aiutano ad esempio meditazione, devozione, connessione con il sé elevato. O possono migliorare l’attività onirica, favorire i viaggi sciamanici, supportare la concentrazione, stimolare le facoltà psichiche e via discorrendo.

Verso un utilizzo moderno:

Comunque la si guardi, è chiaro ormai perché nell’antichità profumieri e incensieri fossero innanzitutto medici, filosofi e sacerdoti. Dovevano conoscere infatti molto profondamente le componenti del corpo, della psiche e del carattere per armonizzarle e portare benessere.

Credo fortemente che in un mondo come quello attuale si percepisca più che mai l’esigenza di tornare ad uno stile di vita più autentico e connesso al ritmo naturale delle cose. Incensi e aromi sono grandi maestri in questo senso, e ci conducono per mano a riscoprire lati di noi che abbiamo dimenticato, o addirittura ci erano sconosciuti.

Penso che se ci proponiamo di trovare un significato nuovo per la nostra esistenza, dobbiamo necessariamente ripartire da noi.

Stay (modern meaning) incensed!

Eraldo Olivieri

INCENSI – COSA SIGNIFICANO OGGI? – Parte 1

Fonte: http://www.spiritoeprofumi.com/incensi-cosa-significano-oggi-2/

CATEGORIA: Incenso e Spirito

Ascolta ERALDO OLIVIERI – IL SIGNIFICATO DEGLI INCENSI OGGI” su Spreaker.
Ascolta ERALDO ANTONIO OLIVIERI esperto Maestro Incensiere ci racconterà del mondo degli incensi” su Spreaker.