nuovaversione

IL FEMMINILE E IL MASCHILE

nuovaversione
di Elena Pontini
Il Femminile crea e trasforma. Il Maschile concretizza e cristallizza.

Si parla molto di Femminile e di Maschile, ma c’è molta confusione a riguardo e spesso il nostro pensiero associa questi termini alla sessualità. Mi voglio riferire, ora, al Femminile e al Maschile come alle due energie storiche che danno vita a tutta la nostra realtà. E’ utile conoscere il loro ruolo, in modo da poter comprendere la modalità con la quale si sprigionano armonicamente e le eventuali strategie da adottare per far in modo che agiscano a favore della nostra quotidianità, migliorando la nostra vita.

Il Femminile vede l’invisibile, canalizza l’intuizione, dà vita alla creatività, permette la trasformazione, apre all’amorevolezza e all’amore incondizionato, nutre l’apertura del Cuore. Il Maschile porta a compimento, concretizza, protegge, crea strutture e le mantiene cristallizzate, fa calcoli, vede ciò che appare, ordina e focalizza.

Entrambe, Femminile e Maschile, collaborano nella nostra vita di ogni giorno. Noi le possiamo “canalizzare” in noi attraverso alcuni nostri organi e attraverso le nostre emozioni. Il Femminile viene condotto dal nostro Cuore, e si manifesta attraverso l’emisfero destro del nostro cervello. L’emisfero sinistro, invece, si occupa del Maschile, che viene abilmente manovrato dalla Mente. Quindi, lasciandole cooperare naturalmente, possiamo osservare come attraverso il Femminile possiamo sentire ciò che è bene per noi, sceglierlo e attuarlo attraverso il Maschile. Se, invece, nella scelta di ciò che è bene per noi si intromette il Maschile, attraverso la Mente, entrano in gioco le convenienze, le paure, le competizioni e la nostra scelta non si baserà più su ciò che sentiamo sia meglio, ma su ciò che ci conviene fare.

Quindi, con il tempo, questa scelta porterà (a meno che non venga modificata durante il viaggio) alla nostra infelicità e al nostro malessere. Saper scegliere, però, con il Femminile, quindi con l’ascolto del Cuore, e rimanere inerti dopo la scelta, è anche deleterio. In questo caso il Maschile si rifiuta di concretizzare la scelta del Femminile, portando noi alla frustrazione e alla solitudine, emozioni che creano mancanza di autostima e nutrono il malessere.

L’armonia tra Maschile e Femminile, quindi, è essenziale, e comprenderne le dinamiche è utile per poter individuare e modificare eventuali assenze di ruolo. Questo si riflette, ovviamente, anche nella coppia. Le stesse dinamiche che adottiamo in noi stessi avvengono nel rapporto che abbiamo con il partner. Lo si può notare attraverso la legge dello specchio.

LA LEGGE DELLO SPECCHIO

La legge dello specchio è una delle sette leggi dell’Universo.
Essa si attua attraverso il tuo riflesso sulla realtà che ti circonda. Nel “Mondo là fuori” tutto è il tuo specchio, quindi tutto è l’immagine che tu dai di te.
Ogni persona.. ogni circostanza.. ogni oggetto è una tua creazione, compresi i loro comportamenti.
Se conosci già questi argomenti, ti saranno familiari le mie parole.
Se è la prima volta che leggi queste righe, probabilmente sarà alquanto impegnativo, per te, credere a tutto ciò.
Quindi ti invito NON a credere, ma ad osservare la realtà di ogni giorno e a trarre, da sola, in seguito, le tue conclusioni.

Ti propongo un piccolo gioco.. senti se stuzzica la tua curiosità.

Per sette giorni ascolta i tuoi pensieri, osserva le tue emozioni che nascono dentro di te, fai caso alle tue preoccupazioni e annotale su un quaderno o un foglio. Contemporaneamente, su un altro foglio, segna ogni avvenimento o circostanza che entra a far parte della tua vita proprio in questi sette giorni, compresa l’emozione che vivi in seguito a questo avvenimento. Sia un evento gioioso o triste, qualcosa che riguardi il lavoro o i sentimenti, la famiglia o gli amici.. qualsiasi cosa.. la fissi con l’inchiostro sulla carta.
Dopo sette giorni, in cui tu sarai stata attenta a fare con cura e attenzione questo esperimento, puoi avvicinare i due fogli e a notare le somiglianze.
Osserverai che le emozioni del primo foglio (cioè quelle che nascono dai pensieri che tu hai durante la giornata) sono simili a quelle del secondo foglio (cioè quelle che si creano dagli avvenimenti successi durante la giornata).

Strano vero?

E’ proprio così: tu sei abituata ad interpretare la vita in un certo modo. Questa modalità si è creata in te attraverso il tuo vissuto, la tua educazione, il peso del comportamento sociale, il pensiero di massa.. ecc.. e condiziona i tuoi pensieri, le tue intenzioni e ovviamente anche le tue emozioni.
E questa tua interpretazione, se rimane sempre la stessa, genera la realtà circostante, fedele a ciò che senti dentro di te.
Ma se cambi i tuoi pensieri e le tue emozioni e trasformi te stessa in un’altra te stessa, ma più serena, felice e aperta alla Vita, il “Mondo là fuori” ti seguirà e le vicende che prenderanno forma saranno intrise di queste emozioni che tu hai creato dentro di te.

Puoi fare ancora un giochetto, stavolta per avere la certezza che è proprio così.
Quindi ti propongo un altro esperimento..

Scegli un’emozione che ti piacerebbe vivere spesso, quindi qualcosa che ti fa sentire bene.. come può essere la gioia.. l’entusiasmo.. la serenità.. e cerca di generarla e sentirla dentro di te. Puoi farlo attraverso qualche ricordo.. vai con la memoria indietro, nel passato, a ripescare un momento in cui sei stata gioiosa.. o entusiasta.. o serena.. e riporti quel momento nella tua mente, nel tuo Cuore e nel tuo corpo, sentendo, come se la vivessi realmente, quell’emozione. Se non hai ricordi del genere, allora la crei dentro di te, immaginando come potresti sentirti con quell’emozione che sogni tanto di provare. Questo esercizio lo fai più volte al giorno: puoi mettere la sveglia sul telefonino per ricordartelo.. o scriverti dei biglietti in giro per la casa o per l’ufficio.. o trovare un modo, tutto tuo e speciale, per tenere a mente di fare l’esercizio.
Ogni sera ti annoti, sulla carta, quel che succede di diverso.. di nuovo, che solitamente NON fa parte della tua vita.
E alla fine dei sette giorni, se ti sei impegnata nel ricreare quest’emozione più volte al giorno, sarai sorpresa dal risultato.
Io non te lo anticipo.. voglio che sia una sorpresa..
..e lo sarà!
 
Vi auguro un ottimo proseguimento di Vita.
Con il Cuore, Elena Pontini.

Fonte: http://www.noidonne.org/blog.php?ID=06996
http://www.tuedioamodomio.blogspot.it/2016/02/la-legge-dello-specchio.html

ARTICOLO CORRELATO: LE SETTE LEGGI DELL’UNIVERSO