IL CORTEGGIAMENTO EVOLUTIVO

dibuix-tantraParte prima.

Il corteggiamento è attualmente uno degli argomenti più scomodi, fraintesi e necessari. L’urgenza di parlarne (di parlarne in un certo modo) sta assumendo toni drammatici, se non fosse che virano a toni tragicomici fantozziani.
Non so se sono quella più adatta a parlarne, ma qualcuno deve pur iniziare a farlo. Cercherò di essere morbida e non eccessivamente esplicita, ma non lo garantisco.

Forse sei giovane e ti senti uno sfigato. Oppure hai già vissuto la tua favola storta, che è appunto iniziata dritta e finita assai storta, e qualcosa di storto è rimasto pure in te.
Molto probabilmente, dato che mi stai leggendo, sei UnoCheLavoraSuDiSé e ti sei scordato addirittura l’abc del ComeFunzionaTraMaschiEFemmine, tutto preso nella tua nuova spiritualità, passi le serate sul divano a leggere Gurdjieff, Evola e Tolle… e non ti ricordi più nemmeno che odore abbia lo sguardo di una donna.
Anzi, peggio: dici che hai trasceso certe cose, te ne vai al club esoterico (che è il tuo nuovo bar sport) a dire che non hai più bisogno di quelle cose perché sei puro spirito, oramai. Peccato che, guardandoti già solo sulle punte dei capelli, sia chiaro anche ad un qualsiasi impiegato delle poste che hai più bisogno di prima di ‘certe cose’.

L’Arte Amatoria è qualcosa di diverso dall’infilare un pezzo di carne in uno spazio vuoto.
Per carità, se il pezzo di carne è interessante e lo spazio vuoto disponibile, ben venga. Ma prima di arrivare a questo c’è un bel po’ di roba assai più interessante.
Per esempio: più le donne sono sveglie, più vogliono essere spogliate con gli occhi, desiderate, amate, toccate nel profondo e possedute con tutta l’anima che hai, rese ancor più libere dal tuo toccarle e soprattutto vogliono Darsi a qualcuno degno di riceverle, per poter poi accogliere l’essenza dell’uomo che si portano a letto.
Ad una donna sveglia è chiaro che se accoglie il tuo seme dentro sé, sta accogliendo la tua energia e la tua essenza, che rimarranno in lei molto tempo.
Capisci bene ora come lei ci pensi su un attimo prima di invitarti a casa sua.
Innanzitutto, se lei ti piace dovresti dirglielo e anche farglielo capire, così, senza tanti giri. Una donna sveglia non ha più voglia di perdere tempo. Ma fallo con classe.
La classe non è artificiosità, anzi. A letto e a tavola non essere un Signore, se ciò per te significa essere fintamente ricercato ed affettato: sii Vero e fisico, sii naturalmente elegante. Essere ‘naturalmente eleganti’ significa abitare il tuo corpo con spontaneità e con quell’eleganza che nasce dal conoscere il tuo corpo e dal vivere aderente al suo modo di fare: se la tua mano sta grattando la tua schiena, grattati la schiena con schiettezza e naturalezza, senza vergognartene né renderlo plateale o fintamente calcolato. Se stai fumando una sigaretta, non aspirare il fumo come se stessi promettendo una NotteDiPiacereCheNonTeLaScordiMaiPiù: fuma come se stessi semplicemente fumando, con il 100% di attenzione al fumare ed il 100% di attenzione agli occhi di lei.
Dai attenzione a lei quanto a te stesso.

Falle sentire che lei ti INTERESSA. Ti interessa TUTTA.
Anche lei ha probabilmente voglia di venire a letto con te, i vostri corpi sottili stanno già facendo l’amore da ore o forse da interi giorni, ma una donna sveglia ti insegna l’amore e non soltanto a fare masturbazione in coppia, ti insegna l’amore anche a partire dal semplice concetto ‘vorresti venire a letto con me e dunque ti piaccio, perciò se ti piaccio ti interesso pure e non ti interessa solo la mia vagina’.
Non è così importante se hai messo su due chili di pancetta e se i tuoi muscoli non sono gonfiati in palestra, non è così problematico se non sei più giovanissimo e prestante né se hai perso completamente tutti i capelli.
La sexytudine non ha quasi nulla a che fare con il tuo corpo né tantomeno con i canoni estetici imperanti in tv .
Ripeto: essere sexy è un fatto di energia e – se ti spaventa meno questo termine – di testa, non di corpo.
Ci sono modelli dal fisico perfetto che sono eccitanti come un elenco telefonico. Ci sono persone apparentemente insignificanti che a letto (e anche MOLTO prima del letto) sono petardi. Irresistibili.

Se vuoi sedurre la donna che ti piace, fai così: dille che ti interessa e che ti piace. Poi invitala a cena, o a bere qualcosa, o a ballare. Vai a casa sua a prenderla, e apri la portiera dell’auto per farla salire, fallo come se fosse un gesto dovuto e anche un dono. Fai in modo di aver pulito l’interno della tua auto almeno un anno prima di quella sera.
Fai una doccia, cura le tue mani ed i tuoi piedi, depilati un po’ (anche nelle zone intime) se senti che quella donna è particolarmente curata e ci tiene, usa un ottimo profumo francese. Fai l’amore con lei già dalla tua aura: contornati dell’essenza che sei e che, un po’ alla volta, le farai toccare.
Vestiti con cura. Fallo per te in primis, e poi per lei.
Falla sentire considerata, ascoltala.
Offri tu senza farle sapere quanto hai speso per la cena. Ciò è importante: non cadere nella trappola ‘le donne vogliono il tipo coi soldi, vogliono essere mantenute, sono materialiste e superficiali’.
Le donne sveglie non vogliono essere mantenute e si mantengono da sole, ma se offri tu la cena incidi la materia con il giusto imprinting energetico maschile e concedi a lei di poter fare la donna.
Mentre brindi con lei, guardala direttamente, schiettamente.
Se senti che le piaci, spogliala con gli occhi. Non farlo in modo volgare, ma sii schietto e fallo. Non hai nemmeno bisogno di guardarle i vestiti per spogliarla con gli occhi. Lei preferisce se la spogli ad anima nuda. Si farà spogliare solo se ti riterrà sufficientemente forte per sostenere la potenza della sua anima.
Sussurrale all’orecchio quanto la trovi bella.
Non toccarla con le mani.
Toccale l’anima, falla godere senza sfiorarla nemmeno con un dito.
Direi che come prima puntata è abbastanza.

Parte seconda
Fare l’amore con lo sguardo

Sei mai sprofondato dentro a qualcuno, ‘semplicemente’ guardandolo negli occhi?
Hai mai aperto il tuo sguardo e la tua anima al punto di perderti dentro a qualcuno?
Ci sono persone che si sono perse, così, e stanno ancora faticando a ritrovarsi.
Puoi annullarti in qualcuno, quando non hai ancora una centratura interiore solida e quando il tuo ego non è ben formato.
Puoi invadere qualcuno quando il tuo ego è impregnato di energia maschile e penetra l’altro già a partire dagli occhi, quando sei mosso dal desiderio di possesso e controllo.
Oppure puoi semplicemente sprofondare nell’anima di un altro essere che hai Ri-conosciuto.
Questo è un curioso pianeta in cui si fa Alchimia a rovescio: l’oro viene trasmutato in… melma. Nel post precedente si parlava del ruolo maschile nel Corteggiamento Evolutivo, eppure molta attenzione è andata verso la depilazione delle zone intime maschili, appena accennata come una delle molte mosse di rispetto e cura di Sé come Dono all’altro, è stata invece ritenuta abitudine da gay o da maschi-poco-maschi o addirittura contronatura. In questo curioso pianeta, quando si parla di sesso ed amore ci si imbarazza, ancora stretti dal laccio del moralismo, della repressione e della morbosità, dunque si finisce a ridacchiarci su e a mantenere un tono ilare proprio su un argomento di vitale importanza e di imbarazzante Bellezza come questo.
Chissà se questo secondo post verrà interpretato come ‘il colpo di fulmine per la nuova segretaria tanto figa che vorrei farmi’?

Hai mai fatto l’amore con lo sguardo?
Non stiamo chiedendo ‘hai mai guardato qualcuno con una gran voglia di fartelo e l’hai violentato con gli occhi?’. Stiamo chiedendo invece se hai mai vissuto un’unione d’Anime attraverso lo sguardo.
Quando l’esistenza ti ha forgiato attraverso le prove da affrontare, quando grossi pezzi del tuo ego si sono sciolti poiché oramai inutili, nel momento in cui non hai più voglia di nasconderti né di esibirti… sei pronto a fare l’amore con lo sguardo.
Il tuo sguardo è nudo, sei ad anima nuda e viva, sai governare il tuo centro sessuale ed emotivo: improvvisamente incontri un paio d’occhi e la tua mente umana coglie solo marginalmente la struttura fisica ed energetica di quella persona, il focus è quasi totalmente concentrato su un’anima che ri-conosci e che si apre a te, mentre tu ti apri a lei.
E tu hai lo sguardo vuoto e pienissimo, hai presente quello sguardo di qualcuno che ha visto come va questo matto mondo e l’ha accettato e non ha più fretta di vedere e fare?
Con quello sguardo ti apri completamente all’altro, sei improvvisamente nudo, non vuoi piacere all’altro, la tua mente collassa pericolosamente.
Se fai l’amore anche fisicamente con questo sguardo, in questo stato interiore, ad un certo punto sarai costretto a chiudere gli occhi e lo farà anche l’altra persona poiché sarà troppo e: o rischierete di fulminarvi, oppure di perdervi nell’infinito della coscienza propria rispecchiata in quella altrui e quel briciolo di individualità che ti rimane prova l’impulso di mettersi in salvo e chiude il portale, ad occhi chiusi puoi finalmente e semplicemente Sentire tutta la potenza dell’altro, puoi aspirare la sua essenza e venirne aspirato. L’essenza di una persona è un profumo indimenticabile ed irripetibile.
Gli occhi sono un portale, possono spalancare tutta la potenza del chakra sessuale che, semplicemente, in quel momento viene lasciato libero di creare e di far ascendere il Fuoco che passa attraverso il cuore ed esce dagli occhi.

Per le Donne la seduzione e l’eccitazione sono un fatto di testa e di stato interiore, più che di pisello. Ovvio che se poi sai anche usare bene il tuo organo di piacere è buona cosa… ma se non sai eccitare una Donna sveglia a partire dal tuo Essere, difficilmente potrai avere la chance di mostrare le tue inutili acrobazie a letto o sulla lavatrice.

Dal modo in cui una persona fa l’amore puoi capire la distanza che la separa da Dio.
In questo matto mondo esiste la dualità pur essendo tutto Uno, cioè parte di un Tutto divino.
Quando fai l’amore con qualcuno puoi essere Uno e puoi essere due, o puoi essere Uno e due contemporaneamente: puoi essere cioè un individuo e al tempo stesso puoi essere consapevolmente parte integrante del Flusso divino.
Osserva quanto sei disposto a Darti e a fonderti, mentre fai l’amore con un altro che sei tu e mentre la tua consapevolezza di individuo rimane, e saprai quanta distanza ti separa dal Padre.

Parte terza
Il Dono ed il Donarsi. E come si bacia.

Se lei ti invita a casa sua, portale dei fiori.
Anche il cuor di leone della donna più guerriera può sciogliersi alla vista di un mazzo di rose.
Non menare il can per l’aia: non ti mancano i soldi per un mazzo di rose, se senti che lo vuoi donare. Si tratta solo di decidere come destinare soldi, tempo e risorse: il tempo ed i soldi non ti mancano per una marea sconfinata di cavolate che acquisti e che fai… e poi ti presenti da lei senza un fiore! Curioso pianeta…
Non bestemmiare dicendo che ti dispiace sacrificare dei poveri fiori innocenti per l’egoismo di una donna capricciosa: l’Esistenza è ben felice di Donarsi per uno Scopo degno, i fiori fanno Dono di sé da sempre.
Hai paura di recidere un fiore solo se hai paura di Donare te stesso.
Portale anche una bottiglia di vino raffinato.
Lei ha passato il pomeriggio a cucinare per te, ha fatto la spesa, ha pensato al menu, ha pulito casa, ha acceso incensi e candele, ha scelto la musica da ascoltare, ha litigato con il guardaroba fino a indossare un vestito che non fosse troppo-né-troppo-poco perché non vuol mostrarsi troppo generosa finché ha il dubbio che tu non lo Comprenda, e anche perché non vuol essere troppo provocante finché non capisce chi sei tu davvero. A cena lo capirà meglio, poiché a tavola un’Anima si rivela.
Un uomo che cucina è sexy come pochi: se cucini, ami.
Mentre lei versa il vino – e ti osserva – tu rimesta il risotto e controlla la cottura della torta, assaggia la pasta e guarda lei che ti guarda.
Brinda con lei, ben sapendo che sei sotto esame… ma se già la incuriosivi al punto da invitarti a casa sua, ora che stai cucinando nella sua cucina la stai convincendo.
Cena con lei e guardala ad anima nuda, sii te stesso: se lei è sveglia sente puzza di bruciato quando fingi.
Non farle lavare i piatti e non lavarli tu: baciala.
La prima volta che la baci devi assaggiarla. Avvicina il tuo viso al suo ed impregnati del suo odore.
Osservale le labbra, senza toccarle.
Carezzale le labbra con le tue, senza ancora baciarla. Se lei lo desidera, baciala appoggiando le tue labbra alle sue. Poi fermati e allontanati di pochi centimetri, sempre abbracciandola.
Accarezzale i capelli ed osserva le sue reazioni, assorbi il suo respiro e senti il suo battito accelerato che risuona con il tuo.
Ora baciala. Non invaderla, sii elegante e lascia che il fuoco che ti infiamma divampi un po’ alla volta.
Detto in altri termini: non devi farle una gastroscopia con la tua lingua né un cappotto di saliva, sbavandola come una lumaca. La tua lingua dovrebbe essere curiosa ma morbida, rispettosa se pur sicura.
Una donna sveglia sa baciare e proverà ad insegnarti come fare, ma se tu sei completamente impregnato di energia maschile, in quel momento, e vuoi comandare il gioco, perderai il gioco. TUTTO il gioco.
Difficilmente lei farà l’amore con te se non la baci con tutto te stesso e con eleganza. Magari lo farà quella sera, ma poi ci ripenserà su.
Perciò non morderla, a meno che non sia un piccolo morso seducente e voluto, non sbattere i tuoi denti contro i suoi mentre la assali violentemente incollandola al muro: piuttosto appoggiala al muro progressivamente e baciale il collo e poi baciala profondamente sulla bocca mentre la tua lingua la assaggia morbidamente e poi si ritrae per trattenere il suo labbro tra le tue e gustarlo, per poi ribaciarla ancor più profondamente.
Fai delle pause, cambia il ritmo del tuo bacio, osserva lei e le sue reazioni, ascoltala, non restare cinque minuti di fila con la tua lingua che le arriva in gola, per poi passare a dedicarti ad altro.
Così non funziona.
Baciare è un’Arte che rivela l’Anima e che pochi padroneggiano, tutti concentrati sul pensiero di strapparle la biancheria intima e penetrare lei.
Anche lei probabilmente ama l’idea che tu le strappi i vestiti di dosso e che faccia l’uomo, seducendola e portandola inesorabilmente verso il letto (o il frigorifero) ma se la Baci davvero con tutta l’Anima, lei si Darà completamente.
Magari evita di pensare alle bollette da pagare o al governo ladro mentre la baci. Se lei è appena un po’ sveglia sentirà se ci SEI oppure no.
E quando lei ti chiederà: ‘Sei Qui?’ tu attendi una frazione di secondo (in cui esegui uno scanner interiore per il ripristino della Presenza) prima di risponderle ‘Sono Qui’.

Linda Molin

 




Fatal error: Cannot create references to/from string offsets nor overloaded objects in /web/htdocs/www.visionealchemica.com/home/wp-content/plugins/muki-tag-cloud/widget.php on line 232