ECONOMIA SPECULAZIONE AFFARISMO E USURA NEL POEMA DANTESCO

DanteDetail

Certo che Dante ci parla anche di questo! Tutta la nostra vita nel faticoso pellegrinare in terra, tutto il nostro sforzo per raggiungere noi stessi se vogliamo conquistarci, tutto il nostro percorso in salita ben cadenzato dai dàimones se vogliamo ascoltarli… tutta la nostra ricchezza individuata se vogliamo contemplarla… e il nostro viaggio in quarta dimensione, marinai del cosmo dentro la musica delle sfere… tutto questo non sarebbe bastato se l’Alighieri non ci avesse anche indicato la rete dei veleni del mondo.

Tra questi veleni il potere del soldo, l’avidità dei caimani, il disprezzo del lavoro, la sopraffazione dell’uomo sull’uomo, il dominio della guerra… la divinizzazione delle banche e dei mercati.

Dante non vedeva il futuro: sono tutte cose che lui aveva già visto nel suo tempo, solo che, lette oggi, sembra proprio che siano state scritte per noi.

13556102_10206815707207615_1502502898_o

Disegni completi dei Canti sull’Usura

In questa immagine vedete i canti che creano le interferenze maggiori sui temi dell’usura e dello sfruttamento… ma non sono i soli. E comunque già costituiscono un’ottima serratura dove appoggiare i nostri occhi per vedere meglio.

Non sono certo io quella che può descrivere ciò che voi stessi vedete… l’annullamento delle persone e l’enfasi mistica dell’andamento dei Titoli, la devastazione di ciò che è VITALE a favore di ciò che è MORTALE. Tutto questo ci attraversa, anche se siamo distratti, e corrode il nostro corpo, le nostre cellule, la nostra anima.

Cercheremo di estrarre da questi canti il messaggio dell’Alighieri ma vi allego anche questo canto di Ezra Pound, così affine e risonante con i significati del Poema.

 

Contro l’usura

Con usura nessuno ha una solida casa

di pietra squadrata e liscia

per istoriarne la facciata,

con usura

non v’è chiesa con affreschi di paradiso

harpes et luz

e l’Annunciazione dell’Angelo

con le aureole sbalzate,

con usura

nessuno vede dei Gonzaga eredi e concubine

non si dipinge per tenersi arte

in casa ma per vendere e vendere

presto e con profitto, peccato contro natura,

il tuo pane sarà staccio vieto

arido come carta,

senza segala né farina di grano duro,

usura appesantisce il tratto,

falsa i confini, con usura

nessuno trova residenza amena.

Si priva lo scalpellino della pietra,

il tessitore del telaio

CON USURA

la lana non giunge al mercato

e le pecore non rendono

peggio della peste è l’usura, spunta

l’ago in mano alle fanciulle

e confonde chi fila. Pietro Lombardo

non si fe’ con usura

Duccio non si fe’ con usura

nè Piero della Francesca o Zuan Bellini

nè fu “La Calunnia” dipinta con usura.

L’Angelico non si fe’ con usura, nè Ambrogio de Praedis,

nessuna chiesa di pietra viva firmata : “Adamo me fecit”.

Con usura non sorsero

Saint Trophine e Saint Hilaire,

usura arrugginisce il cesello

arrugginisce arte ed artigiano

tarla la tela nel telaio, nessuno

apprende l ‘arte d’intessere oro nell’ordito;

l’azzurro s’incancrena con usura; non si ricama

in cremisi, smeraldo non trova il suo Memling

usura soffoca il figlio nel ventre

arresta il giovane amante

cede il letto a vecchi decrepiti,

si frappone tra giovani sposi

CONTRO NATURA

Ad Eleusi han portato puttane

carogne crapulano

ospiti d’usura.

Ringraziamo Maria Castronovo per questo interessante articolo.
Link: https://www.facebook.com/IDisegniSegretiDiDante/?fref=ts

Libri scritti da Maria Castronovo ed offerti gratuitamente al pubblico!

DANTE_E_LA_STELLA_DI_BARGA_prima_parte

DANTE_E_LA_STELLA_DI_BARGA_seconda_parte

STELLE_SEGRETE_E_QUIETE_CASTRONOVO

ARTICOLI CORRELATI LINK

Maria Castronovo ospite sulla nostra WEB RADIO Lunedì 04.07 alle ore 21.21

Trasmissioni precedenti:




Fatal error: Cannot create references to/from string offsets nor overloaded objects in /web/htdocs/www.visionealchemica.com/home/wp-content/plugins/muki-tag-cloud/widget.php on line 232