Cosa ci trasforma davvero?

ascolto-conchiglia

Nell’ambito della propria ricerca spirituale, copiare, adeguarsi, non ha alcun senso. Nella pratica non si copia una forma che ci viene proposta dall’esterno. Ciò che trasforma è la nostra capacità di attenzione, la presenza che permette di cogliere l’unicità e l’irripetibilità di ogni gesto, di ogni esperienza.

Questa capacità di attenzione, di ascolto, va coltivata, rafforzata. Inizialmente essa non può avvenire che attraverso uno sforzo di attenzione, inevitabilmente interrotto dalla distrazione.
Per questo risulta così importante stabilire una relazione di ascolto con il proprio corpo, denso e concreto. Per arrivare in seguito ad una relazione col proprio respiro, più sottile e delicata. Per dare continuità e stabilità alla nostra attenzione.

È la qualità di questo ascolto che permette l’interruzione degli automatismi. Che permette di rendersi conto dell’esistenza di movimenti meccanici, esterni ed interni, che hanno luogo senza bisogno di presenza.

Gérard Blitz

Fonte immagine:
www.asuddibatrana.it/wordpress/wp

Un Maestro del Nostro Tempo: Gérard Blitz Un Maestro del Nostro Tempo: Gérard BlitzLe radici del suo insegnamento

Bruno Solt

Compralo su il Giardino dei Libri