CAMBIO DIMENSIONALE – PASSAGGIO DALLA TERZA ALLA QUINTA DIMENSIONE

quinta

L’universo nella sua totalità è molto più ampio di quanto ci si possa immaginare. Quello che noi percepiamo attraverso i nostri organi sensoriali, non è altro che una piccola parte, che possiamo quantificare circa nel 5% della Crezione intera. Se pensiamo che il nostro cervello, che è l’organo preposto a tutte le funzioni dell’uomo, è attivo nella misura di c.a. il 7%, è ovvio presupporre che a mano a mano che impariamo ad usare sempre di più le facoltà del cervello, si apriranno a noi mondi ancora sconosciuti. Mondi che vanno ben oltre a quelli da noi compresi fino ad ora grazie all’utilizzo dei sensi, che vi ricordo sono molto assopiti. Anch’essi sono attivi al 7% della loro potenzialità. Lo stesso, vale anche per ciò che conosciamo riguardo il nostro corpo, la nostra coscienza e di conseguenza la comprensione della realtà. Se ci paragoniamo ad un bambino ognuno di noi si può immaginare come ad un infante di 3/5 anni.
L’universo è composto da vari livelli di conoscenza e comprensione, se pensiamo all’universo come a 100, noi oggi viviamo al massimo a 5. A questo punto potrebbe nascere spontanea la domanda, “Ma dov’è il restante 95%?”. Bene, tutto ciò che ancora non vediamo e percepiamo è qui, solo che per il momento non è ancora visibile ai nostri occhi addormentati.

La scienza stessa ci insegna che tutto è energia, l’unica differenza è che alcune cose sono energeticamente superiori ad altre, alcune energie sono visibili ed altre invisibili. Prendiamo ad esempio i colori, l’uomo riesce a percepire con i suoi occhi, i colori che vanno dal rosso al viola, e tutte le possibili combinazioni tra questi. Sappiamo però che esistono altri colori a noi non visibili, che nella scala cromatica sono inferiori o superiori all’energia legata a quelli da noi visibili. Sto parlando degli infrarossi e degli ultravioletti. I primi si trovano prima del rosso, i secondi dopo il viola. Questi sono colori esistenti, anche se noi non li vediamo, grazie ad apparecchiature apposite sono stati individuati, ma vi assicuro che ve sono moltissimi altri ancora da scoprire. Questo è un piccolo esempio, che indica chiaramente che la realtà che noi percepiamo è in verità molto meno di quella che esiste. Questo è uno dei motivi per i quali i Grandi Maestri del passato e del presente, dicono che noi viviamo in un mondo illusorio.

Reidjen Anselmi nel suo libro “Il Corpo di Luce” ci spiega il passaggio dalla Terza alla Quinta Dimensione di Densità Energetica e la trasformazione del corpo umano in Corpo di Luce la cui attivazione non procede in modo lineare: non si passa cioè dal livello 1 al 2 al 3 e così via ma si lavora attivando contemporaneamente aspetti di ciascun livello.

LIVELLO 1:
accelerazione del metabolismo cellulare con conseguente invasione nel corpo di tossine, vecchi traumi, pensieri e sentimenti memorizzati nelle cellule. Disturbi nello stato di salute generale e formazione di nuove sinapsi cerebrali.
LIVELLO 2:
inondazione di luce, si sciolgono strutture karmiche ci s’interroga sul senso della vita, sintomi fisici e stanchezza.
LIVELLO 3:
prima calata spirituale di un grosso aspetto del Sé Spirituale nel corpo biologico, acuta sensibilizzazione verso odori, suoni, rumori, intolleranza a gusti acidi, amari, sale e zucchero, occhi sempre più sensibili alla luce, aumento stimoli sessuali.
LIVELLO 4:
trasformazioni elettrochimiche ed elettromagnetiche nel cervello, intollerabilità verso vecchi condizionamenti, attivazione di nuove funzioni cerebrali, inizio d’interazione tra i due emisferi, momenti di pensiero non lineare e multidimensionale, episodi di telepatia, apertura verso la spiritualità in accademici e intellettuali.
LIVELLO 5:
Intensificazione del pensiero non lineare e sgombero da scetticismi mentali, cambiamenti nel ritmo del sonno con sogni più intensi (anche lucidi) e frequenti risvegli, abbandono di vecchi atteggiamenti e immagini della realtà, smaltimento di zavorre su più piani.
LIVELLO 6:
Nuovi incontri ed esperienze che trasformano, cambiamenti (amicizie, relazioni, lavoro) ulteriore calata spirituale, certezza nel corpo mentale di essere un’entità spirituale che fa esperienza d’incarnazione.
LIVELLO 7:
inizio d’apertura del chakra del cuore, scioglimento dei blocchi (disistima, incompetenza, vergogna), emozioni improvvise e reazioni più spontanee, scioglimento di legami e vincoli emotivi (i vecchi amici ci vedono cambiati, più distaccati) e inizio nuove relazioni empatiche basate su vincoli del cuore e grandi risonanze, disturbi fisici (dolori al petto, timo, ipofisi ed epifisi aumentano grandezza, fitte sommità della testa), rallentamento del processo d’invecchiamento, presa di coscienza della propria parte di luce e delle proprie co-incarnazioni
LIVELLO 8:
corpo spirituale si fonde con quelli mentale ed emozionale (campo unitario di luce), formazione del meccanismo di decodificazione del linguaggio delle dimensioni superiori (iniziano comunicazioni, di colpo un mare d’informazioni senza sapere da dove), tutto quello che si fa è gestito dal Sé Spirituale, in ognuno si coglie la scintilla divina, disturbi fisici (emicranie violente, fitte improvvise, vista offuscata, disturbi sonno, difficoltà di concentrazione e pianificazione, aritmie), attivazione chakra 8,9,10
LIVELLO 9:
integrazione dei sé parziali, ulteriori calate spirituali, forti modifiche dell’immagine di sé, aumento del flusso energetico, ci si ritrova al posto giusto e si fa la cosa giusta, continua l’apertura chakra 9 e 10, inizio d’aggancio alla propria anima cristica superiore, progressivo dissolvimento dell’ego, disturbi (dolori fondo schiena, anche, bacino, basso ventre, dimagrimenti, ingrassamenti, disequilibri ormonali, sensazione d’esaurimento e di depressione)
LIVELLO 10:
primo grado spirituale, sistema dei quattro corpi riunito in unico campo di luce, chakra superiori aperti fino al 14esimo, collegamento all’Io Sono (parte del Sé multidimensionale collegata alla Fonte), sviluppo di una Merkaba (struttura cristallina eterica per viaggiare tra le dimensioni), inizio della manifestazione di facoltà superiori, consapevolezza d’unità con la Fonte e di collegamento con tutti i regni e le dimensioni.
LIVELLO 11:
vibrazioni così alte che è scomodo stare sulla Terra, scelta se stare nel Corpo di Luce e fare Ascensione col Pianeta o ascendere da soli come precursori, inizio di realizzazione del Cielo sulla Terra.
LIVELLO 12:
realizzazione del piano divino sulla terra, entrata nella Quinta dimensione di Densità Energetica

Fonte: http://www.universo7p.it/cambio-dimensionale-passaggio-dalla-terza-quinta-dimensione/