ARRENDERSI, AFFIDARSI, TOGLIERSI DI MEZZO!

soi-1024x685

C’è stata un’evoluzione dal post scritto poco tempo fa,  link.

Arrendersi, togliersi di mezzo, tra noi e NOI.

Tutto è scritto o meglio, scelto… prima di essere qui!
Tutto ciò che accade è utile per portarci ad una situazione che non è solo il momento che stiamo vivendo nella nostra vita con relazioni, interazioni, lavoro, abitudini ecc. ma uno stato dell’Essere, giungere ad una consapevolezza, maturità e modalità che ci porterà ad Essere sempre di più, passo dopo passo, evento dopo evento, la massima espressione di noi stessi, veri creatori della nostra vita.

La Legge di Creazione (impropriamente detta legge di Attrazione) non è la sola che concorre alla creazione ma agisce insieme alle altre sei leggi, è come in un concerto, non suona solo uno strumento ma tutti e sette insieme, vi consiglio la lettura. LE SETTE LEGGI DELL’UNIVERSO
La Legge di Creazione se ben interpretata, ci può condurre con le sue indicazioni verso l’essenza dell’Essere, noi stessi a vari livelli, consapevolezza di chi siamo e di quanto siamo e potremmo essere creatori della nostra vita.

L’ottava inferiore di consapevolezza utilizza la Legge di Creazione come una bacchetta magica per realizzare desideri materiali, l’auto di lusso, la casa dei nostri sogni, l’uomo o la donna ideale e ciò di cui abbiamo BISOGNO per sentirci nel benessere, nell’appagamento della nostra vita.
Molti l’hanno sperimentata e lei si è espressa in modi differenti per ognuno, perché?
Perché ognuno dovrebbe rispondere a tutte e sette le leggi, essere in armonia a tutti i livelli e non siamo tutti allo stesso livello di consapevolezza.

Molti hanno avuto ciò che desideravano ma con modalità diverse da quelle immaginate, altri non hanno realizzato nulla, pochi hanno avuto ciò che desideravano, altri ancora hanno realizzato cose che non avevano chiesto. Chi è sul percorso, conoscendo e comprendendo le leggi, attraverso queste ha realizzato se stesso, compreso le ombre e i talenti, imparato a chiedere ciò che veramente è utile, non oggetti ma la capacità di sciogliere impedimenti, karma, blocchi per attrarre meraviglie attraverso la conoscenza di se stessi, anche comprendere quale sia la propria missione in questa vita,

Le Leggi ci suggeriscono degli interrogativi su noi stessi, conoscere chi siamo, cosa pensiamo, come reagiamo, come gestiamo le emozioni, quali sono le nostre paure, quali i condizionamenti consci e inconsci, generati anche dal nostro vissuto, dalla nostra Storia, c’è un universo in ognuno di noi, Marianne Williamson ci definisce un diamante con tante faccette, dovrebbero brillare tutte per essere creatori infallibili.

Non abbiamo ancora questa purezza, non conosciamo ancora tutto di noi, perciò ci ritroviamo nelle varie categorie citate prime; alcune cose desiderate non le abbiamo ottenute, altre si, quello che abbiamo avuto il più delle volte è stato accompagnato da lezioni molto dure ma ci ha portati ad un’ottava superiore di consapevolezza, ci siamo conosciuti attraverso quei passaggi. Grazie anche ad energie potenti, le energie del risveglio.

A me è successo di voler evitare un incontro, stavo agendo per evitarlo ma c’era qualcosa che non mi risuonava in ciò che stavo facendo, non mi sentivo “a posto” ero nel mentale, allora “ho chiesto chiarezza” interiormente; è arrivata l’indicazione contraria al mio pensiero, per cui ho dovuto accogliere l’esperienza, e quel sentire mi risuonava, anche se non mi piaceva, sentivo che doveva accadere e allora “fluisco”, mi son detta, e ho sentito che nulla di sgradevole poteva succedermi, ero tranquilla… la mente a volte è una grande ingannatrice.
Fluendo nel “sentire” che è intuito, l’esperienza si è rivelata una specie di miracolo, una presa di coscienza, una meravigliosa consapevolezza nata dall’incontro che volevo evitare, si sono sciolti nodi del passato, rabbia rancore si sono dissolti. Ho tolto di mezzo la mente, ho sentito che era meglio affidarmi ed ho ricevuto un dono, non lo avevo chiesto, neppure pensato.

Ormai sono convinta che la Legge di Creazione funziona sempre… se il desiderio parte da una situazione di equilibrio interiore si realizza ma… se invece nasce da una mancanza?
Allora la Creazione lavorerà sulla mancanza, sul nostro bisogno, andando ad operare in quella sfera di noi che è da “vedere” affinchè sia colmata di ciò di cui abbisogna… consapevolezza prima di tutto!
Arriverà l’esperienza che ci farà vedere la ferita, il condizionamento, la credenza o qualsiasi altra condizione mentale o emozionale che determina quella mancanza, colmata la quale potrà creare anche il dissolvimento del desiderio, non ci sarà più bisogno che quel desiderio si realizzi.

Nel percorso che stiamo facendo c’è ancora molto da comprendere, molte faccette del diamante ancora da pulire, e mentre proseguiamo nel perfezionamento delle nostre capacità percettive è utile, è consigliabile arrendersi, affidarci, anzi… dovremmo proprio toglierci di mezzo, togliere la mente e vivere… vivere con fiducia che tutto giunge per il nostro bene supremo al di là dell’apparenza, al di là del pensiero logico, al di là di tutto ciò che frapponiamo tra noi e NOI.

Ebbene io vi dico: Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto.
Perché chi chiede ottiene, chi cerca trova e a chi bussa sarà aperto.
… e altresì vi dico: chiedete con perseveranza e vi sarà dato;
cercate senza stancarvi, e troverete;
bussate ripetutamente, e vi sarà aperto.
Luca 11,1-29

Namastè
Om Shanti Amen

Patrizia di Visione Alchemica

Testi di Visione Alchemica
®Riproduzione consentita con citazione della fonte.




Salva




Fatal error: Cannot create references to/from string offsets nor overloaded objects in /web/htdocs/www.visionealchemica.com/home/wp-content/plugins/muki-tag-cloud/widget.php on line 232