lotta

ABBIAMO RISOLTO?

lotta

E’ il momento di focalizzare lucidamente i veri obiettivi della nostra vita, e di risolverla. Abbiamo fatto un lavoro su di noi, oppure la vita ci ha forgiati attraverso insegnamenti e difficoltà, oppure entrambe le cose: in ogni caso, siamo pronti a risolvere la nostra vita. Sii una persona risolta e chiedi persone risolte accanto a te, soprattutto il partner. A meno che non sia la tua precisa missione quella di far evolvere partner-bambini, smetti di fidanzarti con persone che ti decentrano, che ti prosciugano e ti trattano male, smetti di tormentare terapeuti, amici e relatori con infinite lamentele su fidanzati infedeli o fidanzate fannullone… per poi tenerteli belli stretti, così da alimentare un loop perverso di disagio-abitudine-attaccamento.
.
Ora è il momento di sciogliere gli attaccamenti morbosi, che non sono amore. Se non riesci a farlo, se cioè dentro te senti che il dolore rimane e che la paura di lasciar andare è più forte, allora compi degli atti psicomagici per liberarti dei legami malati (in rete se ne trovano di efficaci). Avere una sensibilità forte e viva nei confronti delle grandi prove della vita è indice di intelligenza sana e di profondità. A volte sono necessari dei veri atti di forza per sbloccare situazioni oramai sclerotizzate. Smetti di raccontarti la favola spiritual/ipnotica ‘le cose vanno come devono andare’ e anche ‘resto nel flusso e tutto si sistemerà da solo’. In casi tosti servono atti tosti. Devi lasciare quel lavoro, vendere quella casa, chiedere a gran voce ciò che ti spetta… L’atteggiamento newagista/sonnambulo porta più spesso al manicomio che alla risoluzione della nostra vita. Risolvi te stesso, e chiedi e ottieni partner risolti.
.
La ‘risoluzione’ non ha nulla a che vedere con la ‘perfezione di vita da ‘illuminati’ che la mente potrebbe immaginare, ma riguarda direttamente la centratura, la focalizzazione dei veri obiettivi della nostra vita. Una persona risolta non è colei alla quale nulla va mai storto, ma è una persona che non risuona più con certi infantilismi e che sa come funziona la vita in questo mondo, è colei che ha imparato ad amare e rispettare prima se stessa e poi gli altri, una persona risolta sa in tempo reale quando sta sbagliando poiché sa osservarsi, è una persona che non mente, che è ben aderente alla realtà delle cose, che sa essere autosufficiente, che sente forte e chiaro il binario interiore del suo percorso di vita e che sceglie spontaneamente le cose in base al suo binario che è morbido e flessibile ma indiscutibile. Una persona risolta non ha bisogno di tradire, fuggire o prevaricare. Se ha figli sa prendersene cura con equilibrio. Una persona risolta, se si interessa di spiritualità, non si perde nei meandri dei portali energetici, dei numeri doppi e tripli, delle scuole di meditazione e degli esercizi di presenza, ma ha integrato dentro sé ciò che le vibra oramai a livello cellulare, non rifiuta nulla di tutto ciò e ricorda bene come ognuno di quei passaggi sia stato una pietra miliare del suo percorso evolutivo, spesso fa ancora uso di tecniche in caso di necessità e il suo corpo sicuramente risente delle giornate di luna piena o di energia bassa e pesante, ma ella non se ne fa un cruccio e va avanti dritta come un fuso per la sua strada.
.
Soprattutto, una persona risolta è scaltra senza essere cattivamente calcolatrice, ed è molto, molto pratica. Il solido senso pratico, unito ad un’intelligenza lucida e ad un cuore vivo sono le caratteristiche principali che denotano una persona risolta. E’ quasi impossibile fregarla o raccontargliela, anche se a tentare di farlo fossero il papa in persona o il guru più famoso d’oriente, una persona risolta non può essere fregata poiché ha accesso diretto alla realtà: ella sente e, semplicemente, sa. Una persona risolta ha ancora sfumature importanti su cui lavorare, ma di fondo c’è, solidamente. E’ giunto il momento di risolvere annosi problemi che infestano la tua vita, o almeno di provarci con convinzione. Questo mondo ha estremo ed urgente bisogno di persone risolte.

Linda Molin
.

Fonte: https://www.facebook.com/linda.molin1?fref=ts

.