25 anni fà, José Argüelles e la Convergenza Armonica

Nel 1987 José Argüelles lanciò la campagna della Convergenza Armonica, convocando con il passaparola i 144.000 “danzanti del Sole” a riunirsi presso i luoghi sacri all’alba del 16 e 17 agosto, per “aprire le porte agli ultimi 26 anni del Grande Ciclo Maya di 5.125 anni”, un’era di trasformazioni senza precedenti e di preparazione ad un nuovo ciclo evolutivo sulla Terra.

La Convergenza Armonica fu celebrata in tutto il mondo da decine di migliaia – se non milioni – di persone, e segnò la prima volta che gli esseri umani coordinarono simultaneamente le proprie orazioni, meditazioni e cerimonie in luoghi sacri di tutto il pianeta; fu la prima meditazione globale della Storia, celebrata negli USA, in Messico, Perù, Egitto, India, Indonesia, Australia, Hawaii, Inghilterra, ecc. Fu la prima manifestazione di un impulso coordinato in rete verso un momento unificato di sincronizzazione collettiva. Parteciparono all’evento star come Shirley MacLaine, Timothy Leary, John Denver; il presentatore televisivo Johnny Carson tenne una trasmissione in studio per celebrare l’evento. Molti di coloro che presero parte all’evento hanno raccontato poi che si sono verificate delle trasformazioni significative nella coscienza e un ri-orientamento nei propri stili di vita.

Le date della Convergenza Armonica si basano sugli eventi profetici a partire dal Venerdì Santo del 1519, quando Cortés diresse l’invasione degli spagnoli verso il Messico. Quel giorno, nel calendario sacro del Messico, segnò esattamente la fine di un ciclo di 52 anni. Da allora erano trascorsi precisamente nove cicli di 52 anni, che giunsero al termine il 16 agosto 1987. Questo segnò anche l’ultimo giorno del ciclo dei Nove Inferni così come fu profetizzato dal profeta messicano Quetzalcoatl. Era un segnale che indicava che restavano solo 25 anni fino alla fine del Grande Ciclo Maya della Storia, il 21 dicembre 2012.

Argüelles era convinto che la Convergenza Armonica fosse un evento con un significato di estensione verso altre dimensioni. Quello che stava succedendo era una promulgazione profetica sulla terza dimensione, era qualcosa che era stato previsto e annunciato ad un livello superiore, in un’altra dimensione e in un altro tempo, dai veggenti il cui unico proposito è di vigilare sullo sviluppo karmico di questo pianeta.

L’11 agosto 1987, nell’edizione del New York Times, l’articolo “L’Alba della Nuova Era o semplicemente un nuovo giorno?” citava le parole di José Argüelles:

“L’infrastruttura vibratoria che tiene insieme la Terra è in uno stato febbrile intenso, detto dissonanza risonante. Influenze tali come la corsa agli armamenti e il degrado ambientale potranno causare la disintegrazione della Terra in corpi di dimensioni minori, come la Cintura di Asteroidi… Questo può essere evitato grazie alla Convergenza Armonica, un collettivo sincronizzato di esseri umani, grazie ai quali la possibilità di un Nuovo Cielo e di una Nuova Terra è totalmente presente”.

La seguente intervista ad Argüelles fu realizzata il 12 luglio 1987.

 

José Argüelles

Intervista sulla Convergenza Armonica

Estratto della conferenza tenuta alla radio da José Argüelles in relazione alla Convergenza Armonica (12 luglio 1987)

Dave Peyton: Buonasera a tutti, e benvenuti alla nostra conferenza con il Dr. José Argüelles di Boulder, Colorado, che ha un messaggio controverso per il mondo. Il Dr. Argüelles ha catturato l’attenzione di molte persone con la sua affermazione che una Nuova Era comincerà sulla Terra approssimativamente tra un mese. Il Dr. Argüelles è nato nel 1939 e trascorse la sua infanzia in Messico. Dopo aver conseguito il suo Dottorato in Storia dell’Arte all’Università di Chicago, il Dr. Argüelles insegnò all’Università di Princeton, all’Università della California a Davis e all’Istituto Naropa. Nel 1970 organizzò il primo Festival della Terra a Davis, evento che alcuni considerano la data di nascita del movimento ecologista. Ha studiato la cultura Maya per tre decenni e ha scritto tre libri – Mandala, Terra Ascendente e il più recente, Il Fattore Maya, che è diventato un best-seller. Il
Dr. Argüelles è attualmente un membro principale della facoltà, coordinatore del programma di Arti Creative della Union Graduate School e direttore della Rete d’Arte Planetaria, un’associazione globale di artisti e persone creative che lavorano per “la trasformazione dinamica del pianeta”.

DP: Benvenuto, Dr. Argüelles, alla conferenza. Vorrei cominciare con una domanda, prima che arrivino le domande del pubblico in linea: le chiedo di descrivere brevemente da dove deriva la sua credenza che una nuova era sia sul punto di nascere il mese prossimo.

J.A.: Questa convinzione proviene da uno studio che ho condotto sul Calendario Maya, in realtà descrive il passaggio della Terra e del nostro sistema solare attraverso un raggio di 5.125 anni di diametro. Entrammo in questo raggio nel 3113 avanti Cristo e ne usciremo nell’anno 2012. Il 16/17 agosto 1987 segna il momento del raggio in cui c’è una frattura nell’onda armonica che questo raggio rappresenta. La data corrisponde anch’essa alle profezie sul ritorno del dio/eroe Quetzalcoatl/Kukulkan, così come ad altre profezie inter-tribali secondo cui si richiede a 144.000 danzanti del Sole di risvegliarsi per richiamare in vita la Nuova Era danzando.

DP: Bene, ora passiamo ad alcune domande del pubblico.

John H: Il Sr. Argüelles afferma che ci sarà una proliferazione di UFO nella nuova era. Ce ne saranno molti e dove saranno avvistati?

J.A.: Sì, credo che ci sarà una considerevole attività UFO. Ancor più importante, credo che ci sarà un messaggio che sarà ricevuto in forma collettiva. Gli UFO saranno in molti luoghi. Forse in quelli che chiamiamo luoghi sacri, ma magari anche nei centri maggiormente popolati.

Domanda di Steve Hirsch: Dr. Argüelles, sono un laureato dell’Istituto Naropa e sono redattore/editore del periodico Heaven Bone. Credo che le nostre poesie siano state pubblicate insieme sull’ultimo numero della rivista Windhorse. Mi riferisco al suo poema “Questo è il momento”. Lei ha avuto alcune esperienze degne di nota quando era bambino, che risvegliarono la sua spiritualità. È stato mai contattato o rapito (abducted) dalla gente delle stelle e/o da esseri delicati dagli occhi di insetti, come è descritto nel libro di Whitley Strieber Communion?

J.A.: Sì, ho avuto varie esperienze di “risveglio”. In retrospettiva, ora credo che fui contattato da gente delle stelle che mi preparò per la mia missione.

(Steven Hirsch): Sì, sono d’accordo. Ricordo il Sr. Strieber che descriveva gli extraterrestri che comunicavano telepaticamente con lui e gli mostravano immagini della distruzione del nostro pianeta in una palla di fuoco. Lei crede che questo sia da prendere alla lettera, o può essere, come io credo, che il mondo stia per vivere una purificazione e una pulizia profonda per elevare la nostre energie? Cosa crede che succederà riguardo a questa purificazione ad opera del fuoco?

J.A.: Il mondo non sarà distrutto, né sarà oggetto di una purificazione attraverso il fuoco. Il punto ora è che è arrivato il momento in cui esercitiamo il nostro libero arbitrio e trasmettiamo magneticamente un invito alla gente delle stelle, che è pronta ad aiutarci in tutto ciò che è possibile, a seconda dei nostri bisogni e delle nostre capacità. Ci sarà una purificazione, ma sarà più facile se accettiamo che dobbiamo purificare noi stessi e la nostra forma di vita. Il che significa allontanarsi dal militarismo e dallo stile di vita industriale. Esistono altre tecnologie a nostra disposizione, che non sono inquinanti. Il punto è che la corsa è giunta al termine. Ora dobbiamo lasciare la macchina e andare a piedi!

Domanda del pubblico Nº 3, Paul Davenport: Ma chi sono LORO?

J.A.: LORO sono nostri amici, la gente delle stelle, l’intelligenza galattica, la Federazione.

DP: Sono di questa galassia?

J.A.: Sì, lo sono. Vengono da luoghi come le Pleiadi, Arturo, Sirio e Antares. LORO sono anche di altre dimensioni.

Domanda del pubblico Nº 4, David Hoffman: Tra tutti coloro che sono stati in contatto con lo spirito, perché furono i Maya quelli che ricevettero la data di una trasformazione così importante?

J.A.: Perché i Maya erano originari di una civiltà interplanetaria più avanzata. Essi vennero qui specificamente per mostrare due cose:
1) che è possibile vivere in armonia con tutta la vita, con una tecnologia minima, e 2) per lasciare dietro di sé un codice che libera le chiavi che permetteranno alla nostra vita – il DNA – di trovarsi in risonanza con le forze e le energie galattiche. Questo codice funziona anche come calendario. Tutto funziona olograficamente. Noi siamo ologrammi della Terra, così come la Terra lo è di noi, del sistema solare e della galassia.

Domanda del pubblico Nº 6, Mike Jones: Lei afferma che 144.000 persone saranno “elette” per iniziare questa nuova era. Tutte queste persone sanno che sono state elette? E se è così, in base a cosa?

J.A.: Le 144.000 persone si auto-selezionano. Nessuno li controlla. L’obiettivo è creare un campo planetario di fiducia. Questi 144.000 formeranno una poderosa rete planetaria, da essere umano a essere umano, che porterà sulla Terra le nuove frequenze che arriveranno in quel momento. Essi catalizzeranno queste frequenze perseverando nella propria integrità. Il loro potere sarà uguale al quadrato del loro numero, 20.736.000! Grazie a loro e a coloro che saranno in sintonia con loro, si avrà un tipo di esperienza di risveglio che fungerà da catalizzatore, per una visione positiva del nostro destino comune verso l’esistenza. Come risultato, il mondo sarà diverso. E tutti lo sapranno.

MJ: Certamente, spero che lei abbia ragione. Grazie.

DP: Suona come una nuova religione. È così?

J.A.: Sì, in un certo senso è una nuova religione: la religione della Terra, una religione che comprende tutte le religioni e le credenze che riconoscono la nostra unità con la Terra e con tutta la vita. Una religione sintonizzata galatticamente con le nuove frequenze in maniera tale che i valori eterni del servizio e della compassione per il bene superiore saranno ristabiliti nei cuori dell’umanità, ancora una volta.

Domanda del pubblico Nº7, Michael MacCannell: Dr. Argüelles, l’eventualità che non ci sia un numero di persone sufficiente affinché si formi una rete di questo tipo le fornirebbe un alibi perfetto…

JA: Immaginavo che mi sarebbe stato rivolto un rilievo di questo tipo. Tuttavia, non sto facendo questo per avere alibi con cui cavarmela. Il punto è che il mondo è nel caos più terribile, ed è ora che esercitiamo il nostro libero arbitrio e facciamo qualcosa. Sappiamo che non siamo soli, e tutte le informazioni  di cui disponiamo puntano al fatto che possiamo ottenere aiuto se lo chiediamo.

(Michael MacCannell): Posso chiederle come fa la gente delle stelle per manifestarsi a lei?

JA: La gente delle stelle si manifesta a me psichicamente attraverso diverse frequenze visive e uditive. Si manifesta anche attraverso una persona che chiama se stessa D. Treadwell o Actara, che ora si trova su questo pianeta ed è stata in comunicazione con me per telefono da Santa Fe, in Nuovo Messico, negli ultimi 3 mesi. Lui è stato di grande aiuto per confermare gran parte delle informazioni che ho studiato.

DP: Perché una persona delle stelle si mette in contatto con lei per telefono? Non si tratta di una tecnologia primitiva?

J.A.: Può essere una “tecnologia primitiva”, ma è anche umile e senza pretese.

(Michael MacCannell): D. Treadwell è un canale?

J.A.: No, D. Treadwell non è un canale. É una persona reale, che descrive se stesso come un “essere di luce”.

DP: Hmmm… Interessante!

Domanda del pubblico Nº 8, David Cherniak…

DP: Una domanda tecnica sulla natura della frattura degli armonici del raggio nel 16/17 agosto. Inoltre, c’è un momento specifico nel tempo in cui succede questo?

J.A.: La frattura nel campo risonante sarà sperimentata come un tipo di sensazione di soave equilibrio. Non sono sicuro di quello che succederà alle linee di energia elettrica esistenti. E non sono neanche sicuro di quando succederà esattamente. È probabile che questo succeda in casi multipli; senza dubbio il mattino del 16 agosto si sentirà qualcosa e sicuramente all’alba del giorno 17 si sperimenterà una sensazione ancora più forte.

(David Cherniak) Sarà importante la musica come mezzo per elevare la coscienza spirituale?

J.A.: La musica o gli armonici di qualunque tipo saranno realmente di grande aiuto. Devo comunque sottolineare che la cosa più importante è che la gente mantenga la propria integrità, con intenzione purificata e senza aggrapparsi a nulla. Questo si deve al fatto che ogni essere umano è una forma di onda elettromagnetica. Mantenere la propria integrità significa essere totalmente identificato con la propria forma d’onda in modo da essere in risonanza con se stessi e di non creare una carica statica nel proprio campo, dando energia a qualcosa che sta fuori di noi. In tal modo, le frequenze in entrata possono passare attraverso di noi senza alcuna alterazione ed essere ricevute dalla Terra, ricaricate ed inviate indietro verso l’alto – grazie alla Terra. Lo scambio totale di energia formerà una figura simile a un 8. Tutto il mondo è potenzialmente un dispositivo di connessione verticale. Il punto è mantenere la propria integrità, innocenza e fiducia, con i tuoi recettori – i tuoi organi dei sensi – ben aperti. Tutto è molto semplice!

DP: Questa sensazione di equilibrio equivarrebbe ad un terremoto e sarà registrata come tale dagli scienziati?

J.A.: Io non credo che sarà come un terremoto. Indubbiamente si sentirà e gli scienziati dovrebbero rilevarla, se saranno attenti. Può anche essere che si possa registrare con qualche tipo di strumentazione ma in questo momento non sono sicuro di quale tipo. Inoltre, questa esperienza sarà molto simile ad un continuo déjà vu. Verranno a galla cose che erano state dimenticate per molto tempo e questo è fantastico!

DP: Lo sentiranno anche i non credenti?

J.A.: Anche i non credenti, anche chi guida trattori nella selva dell’Amazzonia sperimenterà qualcosa… uno, due, molti déjà vu! Vorrei aggiungere che queste informazioni e il contesto in cui si inquadrano sono disponibili nel libro Il Fattore Maya: La Via al di là della Tecnologia (WIP Edizioni 1999)

(Michael): Innanzitutto, il mio nome è Michael Collier e sono editore del Network of Light (Rete di Luce). Abbiamo programmato molti eventi per quei due giorni a Buffalo e alle Cascate del Niagara. Avrei qualche domanda: quale sarà l’esperienza della gente comune? Cosa noterà o sperimenterà in queste date?

(José Argüelles): Le persone comuni sperimenteranno sensazioni di déjà vu, che potranno sembrare in qualche modo fuori dal comune, forse un pò confuse – ma non sgradevoli. Bisogna anche tener conto del fatto che gli avvistamenti UFO attireranno l’attenzione dei grandi media e tutto il mondo saprà che sta succedendo qualcosa di diverso ed eccitante. Sarà importante per la gente come te e per le Reti di Luce in tutto il mondo, essere in una condizione di compassione e senza giudicare, specialmente nei giorni seguenti – in modo che tutti possano essere debitamente informati su quello che sta succedendo.

(Michael): Mi sembra di capire che, oltre alla fine del calendario Maya, intorno al 16/8 culmineranno molti altri cicli maggiori e minori. Lei ne sa qualcosa?

(José Argüelles): Il nome del gioco è “permutazione ciclica”. Niente sta giungendo realmente alla sua fine, se non il vecchio ordine – la reale conclusione di questa fase del calendario Maya nota come il Grande Ciclo si produce nel anno 2012. Quello che realmente termina il 16 agosto è un sub-ciclo del calendario noto con il nome di Nove Inferni, che iniziò il giorno in cui Cortés sbarcò in Messico. Quello che comincia il 17 agosto è il Sesto Sole – l’inizio di un periodo di 13 Cicli Celesti. Ci sono esattamente 25 anni tra il 1987 e il 2012. Questo lasso di tempo comprende un periodo di purificazione di cinque anni – la Campagna per la Terra – e in capo al 1992, un ciclo finale di 20 anni che prende il nome di Rigenerazione della Terra, in cui ci prepareremo per una grande sincronizzazione galattica, una connessione con la flotta galattica nel 2012. Nel 1992 i fratelli e sorelle dello spazio ci staranno già aiutando telepaticamente in una maniera che in questo momento è inimmaginabile. Questa è la nostra grande opportunità. Ogni pianeta merita un pò di riposo. E ora tocca a noi!

(Dave Peyton): Altre domande, Michael?

(Michael): Sì, vorrei sapere quali altre persone, gruppi, canali, ecc, stanno ricevendo informazione sul significato di questa data, indipendentemente da lei.

(José Argüelles): In questo momento il numero di gruppi e canali che stanno ricevendo informazioni e istruzioni su questo evento è troppo grande per essere dettagliato. Si tratta di un fenomeno mondiale. Ogni giorno ricevo sempre più informazioni. La cosa più sorprendente è che praticamente sono tutti lo stesso messaggio. È giunto il momento. L’intelligenza galattica è pronta e sta aspettando. Gente preparatevi, arriva il treno! Quindi vi conviene perseverare e permanere nei pressi delle vostre stazioni per ottenere ulteriori istruzioni. Vorrei aggiungere anche che con questa stessa conferenza, in particolare nella sua forma elettromagnetica, stiamo inviando una ulteriore conferma all’intelligenza galattica – che siamo pronti. Se me lo permette, vorrei citare l’astronauta del film 2010: “Sta per succedere qualcosa di meraviglioso.”

(Dave Peyton): Significa che loro stanno monitorando questa conferenza?

(José Argüelles): Credo di sì.

(Dave Peyton): OK, allora benvenuti anche a loro… Michael, credo che dobbiamo passare a un’altra domanda.

(Mike): Cosa può fare una persona che lavori in città il 16 e 17 agosto per partecipare?

(José Argüelles): Se lavori in città, o meglio ancora, se ti trovi in città e conosci qualcuno che lavora nei mezzi di comunicazione, fa che corra il passaparola su questo evento. In ogni caso, se sei in città e non puoi uscirne, il messaggio importante è lo stesso: permani nella tua integrità. Prendi nota e stai con i tuoi amici. Va tutto bene. Tutto il mondo è perfetto così com’è.

(Dave Peyton): Dove sarà lei, Dr. Argüelles?

(José Argüelles): A dire la verità, non lo so ancora. Dipende, sono aperto in questo momento perché stanno nascendo molte cose. Ma puoi scommettere che sarò in qualche luogo di questo pianeta!

(Mike): Grazie, era questo che volevo sapere!

(Steven Hirsch): Grazie. Ho due domande. Innanzitutto, oltre ad essere editore della rivista Heaven Bone, sono gioielliere, intagliatore di gemme e commerciante di cristalli. Ha ricevuto qualche informazione per quelli di noi che esprimono il proprio amore per il pianeta attraverso la comunione con il regno minerale? La prossima settimana andrò a Herkimer, New York, alla miniera di diamanti Herkimer. Ha qualche idea su quello che si può fare con essi? Alcuni tipi di cristalli, forse? C’è qualche rituale o preparativo che può raccomandare per quelli di noi che hanno un pò di tempo libero?

(José Argüelles): Recenti studi geofisici dimostrano che la Terra è in realtà un cristallo, la sua natura e i suoi modelli di condotta sono cristallini. Così che i cristalli ci stanno dicendo di metterci più in sintonia con la Terra. Sono gli aiutanti trasduttori di risonanza della Terra. Dunque se sei nel campo dei cristalli o anche se non lo sei, tenerne uno con te sarà di grande aiuto, soprattutto nella Convergenza Armonica. Ci sono alcuni rituali in cui si usano cristalli, la gente li utilizza per formare disegni della Stella di David con essi e cose di questo tipo. Ma è anche importante avere molta attenzione su quello che si fa con essi. Ancora una volta, l’intenzione è l’essenza.

(Dave Peyton): Altre domande, Steven?

(Steven Hirsch): Sì, ho un’altra domanda: io sono buddista e nella pratica del Kalachakra si parla di un’età oscura dell’uomo o qualcosa del genere. C’è anche di mezzo un calendario. So che lei conosce bene questo tema; quali sono le corrispondenze di questo tantra con la Convergenza Armonica e la relativa letteratura?

(José Argüelles): Secondo il Kalachakra e gli insegnamenti relativi a Shambhala, ci troviamo ora nella più oscura delle Ere oscure; in realtà stiamo concludendo una età oscura di 500 anni, che sembra corrispondere al periodo di 468 anni dei Nove Inferni, a cui facevo riferimento in precedenza. Ciò significa che, secondo queste profezie (Shambala) il tempo del regno dei Tre Signori del Materialismo si avvicina alla fine. Esso sarà seguito da un’Età dell’Oro di 500 anni, che potrebbe avere inizio in concomitanza con il 2012. Ho confrontato alcune di queste informazioni con Tai Situ Rinpoche, solo per esserne sicuro. In ogni caso sì, sicuramente c’è una corrispondenza. Una ragione in più per chiamarla Convergenza Armonica.

(Jim Norte): Tutta questa conferenza sugli UFO e la Convergenza Armonica è molto interessante (per quanto tutt’altro che semplice). Se non ho capito male, si può affermare che la reale importanza di quest’evento sta nel fatto che va a marcare un cambiamento nella coscienza individuale? Non è questo il vero significato della “Nuova Era”? Non dovremmo centrarci in noi stessi, nel nostro essere interiore e non nei rituali o negli UFO?

(José Argüelles): Sicuramente l’autentico significato di quest’evento sarà un cambiamento nella nostra coscienza e nella nostra percezione del mondo. Una tale trasformazione della percezione sarà simile al cambiamento che si realizzò quando la gente scoprì che la Terra era rotonda e non piatta o che la Terra girava attorno al Sole e non viceversa. Parte di questo cambiamento di percezione consisterà nel fatto che riconosceremo coscientemente che siamo parte di una corrente e di una famiglia di intelligenza galattica e che non siamo soli. Gli UFO non sono qui per salvarci, ma fanno parte del nostro grande ambiente naturale come le nuvole, le stelle, gli alberi, ecc. Il cambiamento starà nel fatto che riconosceremo la loro presenza senza paura e conosceremo le implicazioni e i benefici di queste cambiamento di percezione.

(Dave Peyton): Howard Maculsay, assistente moderatore, vuole fare una domanda.

(Howard Maculsay): La posizione di un uomo può “rafforzarsi” o indebolirsi a causa di coloro che ne criticano l’operato. Perché è stato criticato?

(José Argüelles): Ti riferisci a coloro che hanno criticato la Convergenza Armonica?

(Howard Maculsay): Sì.

(José Argüelles): Finora sono state poche le persone che hanno espresso critiche. Il Wall Street Journal è stato in un certo senso accondiscendente ma non critico. Alcuni gruppi cristiani fondamentalisti sono critici ma, in generale, sempre più gente sta prestando attenzione a questa informazione. Il mondo è rimasto privo di una visione per così tanto tempo, che la Convergenza Armonica risveglia in molti e diversi tipi di persone una commozione nel petto, un dolore nel cuore, un ricordo dell’antico potere e significato mitico che si è perduto tanto tempo fa. Questo paese ha rivissuto in parte questo sentimento dell’aura  di “Camelot” nell’epoca Kennedy e nella contro-cultura di Woodstock. Bene, ora il mito è in marcia, è un richiamo superiore che risveglia coloro che si magnetizzano per la Convergenza Armonica, che ne siano coscienti o meno. Quello che è all’opera è un tipo di magnetismo terrestre ed extraterrestre.

(Howard Maculsay): Io non sono un fondamentalista, ma certamente loro sono molto franchi nella loro critica e, cosa molto importante, hanno accesso ad un pubblico televisivo nazionale. Per favore, replichi a queste critiche.

(José Argüelles): C’è qualcosa nella Convergenza Armonica che si avvicina alla credenza fondamentalista secondo cui Armageddon precederà la Seconda Creazione. La Convergenza Armonica assomiglia alla Seconda Creazione e poiché non sono stati loro a parlarne, si sentono minacciati e sono un pò gelosi. Cionondimeno, non c’è nulla di minaccioso nella Convergenza Armonica. È la speranza della gente comune in un futuro migliore e in un mondo migliore. Coloro che sono veramente in sintonia con la Convergenza Armonica non potrebbero esserlo, se fossero entrati nel giudizio contro i fondamentalisti. Il punto è l’espressione della compassione universale, il perdono e l’amore incondizionato per tutta la vita. Chi è senza peccato, scagli la prima pietra. Il peccato può intendersi come ciò che interferisce con il libero arbitrio degli altri. La Convergenza Armonica è l’esercizio della libera volontà a beneficio di tutti.

(Howard Maculsay): Potrebbe dare una breve definizione di “millenarista”?

(José Argüelles): Definito tradizionalmente, un millenarista è qualcuno che crede che “la fine è vicina.” Nella prospettiva Maya non c’è una fine assoluta, solo cambiamenti nel comportamento ciclico degli organismi coinvolti nella vita galattica. Quello di cui siamo testimoni è precisamente un tale cambiamento o salto. Che può significare la fine del vecchio ordine, della civiltà militar-industriale, ma è anche l’inizio di un nuovo ciclo, una nuova forma di vita, che porta con sé anzitutto il rispetto per l’ambiente e una preparazione ad entrare nella vita galattica.

(Dave Peyton): Ci sono ancora alcune persone che vogliono farle delle domande…

(Paul Davenport): Sono il direttore della Scuola di Massaggi della Florida. Noi (insegnanti e studenti) siamo realmente interessati a diffondere tutte queste informazioni. Mia moglie sarà a Los Angeles, ma non ci è chiaro cosa potremmo fare nella nostra area locale. Gainesville è vicino a Ocmulgee ed Etowah, ma non abbiamo molta esperienza di parchi naturali. Cosa ci suggerisce di fare nelle nostre località? Esiste qualche tipo di rete a cui possiamo collegarci?

(José Argüelles). Non sono sicuro sulle reti a cui potete collegarvi, ma una cosa è certa: se è un problema, non lo fate. Il punto di tutto questo è fare quello che è naturale, che è più facile, ciò che va di pari passo con la vostra integrità. Non ci sono premi in palio per chi si metta meglio in mostra. È il momento di guardare dentro i nostri cuori e le nostre menti, di sentire con la totalità del nostro corpo ciò che è naturale ed appropriato. Se non c’è altro modo, puoi stare da solo, nel tuo patio, e otterrai tutta la carica. Un’altra cosa da tenere presente è la pratica della telepatia e della ESP (Percezione Extra Sensoriale) mentale. Essere in risonanza significa essere capaci di aprirsi a coloro che hanno uno spirito simile al nostro, dappertutto, in ogni luogo. E allora sii te stesso, come lo sei quando sai di essere innocente e senti che tutto andrà bene.

Bene, vorrei ringraziare tutti per l’attenzione e la pazienza. Sono qui perché è di fondamentale importanza che l’informazione circoli dappertutto. Tutti coloro che ricevono queste informazioni hanno la responsabilità di trasmetterle e comunicarle in ogni forma possibile. La Convergenza Armonica sta già accadendo. Il magnetismo è sempre più intenso. Il momento sacro per il rinnovamento della Terra e la correzione del nostro corso evolutivo è arrivato. Siate felici e preparatevi a risvegliarvi nei vostri sogni più fantastici.

(Dave Peyton): Grazie, Dr. Argüelles. Conferenza meravigliosa. E quando tutto questo succederà, potremo dire che ne eravamo stati informati. Giusto?

(José Argüelles): Certo. Questa è stata una conferenza elettromagnetica e tutti noi abbiamo contribuito alla sua realizzazione.

(Steven Hirsch): È il tempo del raccolto!

Fonte: 13lune.it

José Argüelles, nome completo Joseph Anthony Argüelles (Rochester, 24 marzo 1939 – 23 marzo 2011), è stato uno scrittore e artista statunitense.
È noto soprattutto per aver teorizzato il Dreamspell o Calendario delle 13 lune, un sofisticato sistema di conteggio del tempo dedotto da una interpretazione del calendario Tzolkin dei Maya, de I Ching e di altre fonti esoteriche. Autore di numerose pubblicazioni, nel 1987 ha dato alle stampe il best seller Il fattore maya, pubblicato in Italia nel 1999.